fbpx
Videogiochi

Come Valkyrae, influencer di 29 anni, diventa imprenditrice e proprietaria di 100 Thieves

La celebre streamer è una delle prime donne al mondo ad essere co-proprietaria di un marchio esport

La celebre streamer Rachel “Valkyrae” Hofstetter è appena diventata co-proprietaria del brand 100 Thieves. Il marchio possiede diversi team dedicati al settore degli esports, che competono regolarmente in tornei internazionali. La content creator si è dichiarata entusiasta di aver raggiunto questo importante traguardo, che segna un ulteriore passo avanti per la professione dell’influencer, sempre più simile a quella degli imprenditori.

Valkyrae in prima linea per l’esport

Valkyrae, la famosa influencer americana, si è guadagnata uno scatto di carriera considerevole. Da “semplice” content creator la ragazza è da poco passata ad essere una delle proprietarie di 100 Thieves, un brand di esports con cui collaborava regolarmente da anni.

Sono orgogliosa di essere una delle prime donne ad essere co-proprietarie di un marchio esports – ha dichiarato Hofstetter in un tweet – sono ansiosa di scoprire cosa il futuro abbia in serbo per noi“.

influencer imprenditori

Il lavoro di Valkyrae è da sempre molto apprezzato sul web comunque: parliamo di una delle streamer di punta su Twitch, arrivata in cima alla piramide solo grazie all’originalità delle sue idee. Non sorprende che quando ha deciso di spostare la sua produzione anche su YouTube, a gennaio, sia stata in grado di raggiungere quota 3,3 milioni di iscritti in pochi mesi.

Ma la ragazza statunitense non è la sola che ha deciso di investire su sé stessa facendo uso degli strumenti che internet mette a disposizione. Sempre più influencer di settore ormai stanno toccando il confine con l’imprenditoria, gettando le basi per l’istituzione di nuove figure professionali.

Influencer e imprenditori: una sottile linea di confine

Influencer e imprenditori sono diventate ormai due figure molto simili tra di loro, con diversi punti in comune nel modo in cui si approcciano al lavoro. Basti pensare proprio al mercato dei videogiochi, in cui da anni le aziende distribuiscono in anteprima i loro titoli a streamer e youtuber per sfruttare la cassa di risonanza garantita dalle loro community.

Anche in Italia abbiamo la nostra buona dose di esperti del settore, che ogni giorno portano sulle piattaforme di condivisione video dei contenuti atti in primo luogo a dar sfogo alla loro passione per il medium e, in seconda battuta, a promuovere questi prodotti sfruttando il personal brand dell’autore.

influencer imprenditori

È innegabile infatti che molti titoli abbiano goduto enormemente dell’esposizione mediatica garantita dai gameplay dei content creator più grandi, ed è naturale che le aziende li cerchino e li contattino attivamente per ottenere una visibilità molto difficile da garantire con la pubblicità più istituzionale.

Per le software house sta diventando sempre più importante saper individuare l’influencer adatto a promuovere il proprio videogioco, dato che di raggiungere pubblici giovani, utilizzando stili di comunicazione nuovi e meno formali. E’ evidente che non si tratta di un lavoro facile però: capire se un content creator è adatto a palare di un dato prodotto implica una certa conoscenza del suo contenuto, che difficilmente si può evincere guardando una manciata di video.

Offerta
Cuffie Gaming per PS4 Xbox One, Multi-Platform Riduzione del...
  • 🎧【Suono stereo surround】 Il driver al neodimio magnetico da 40 mm ad alta precisione trasmette una maggiore...
  • 🎧【Confortevole e leggero】 Con cuscinetti per cuffie in morbida pelle, cursore regolabile in acciaio, design...
  • 🎧【Riduzione del rumore】Un microfono potente e flessibile che riduce il rumore può muoversi verticalmente o...

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button