fbpx
instagram bot

Instagram chiederà un documento agli account sospettati di essere bot
Il social network prepara un nuovo livello di difesa contro i bot


Instagram compie un nuovo passo per il miglioramento dei suoi servizi di sicurezza. Per arginare il problema dei bot, che da tempo ha colpito il social network, gli utenti individuati dal sistema dovranno fornire una prova della loro identità. Solo in questo modo, infatti, sarà possibile continuare ad utilizzare il social.

Instagram dà la caccia ai bot con un nuovo sistema

Per ridurre la diffusione dei bot, che da tempo affollano la sezione commenti di Instagram, il social network prepara un’interessante novità. Gli account sospettati di non essere “umani” verranno contattati dal sistema di verifica del social. Questi account dovranno fornire delle prove della loro identità. Senza tali prove, gli account in questione saranno sospesi e non potranno accedere al social.

La prova dell’identità potrà avvenire in vari modi. Gli utenti sospettati di essere bot potranno confermare la loro identità inviando una copia di un documento di identità. In questo modo, gli utenti avranno modo di identificarsi come “essere umani” e non come bot.

Il social network utilizzerà specifici algoritmi per individuare gli account sospettati di essere bot. Tra gli elementi che saranno presi in esame troviamo il comportamento “anomalo” legato a commenti e post. Il sistema verificherà la presenza di segnali legati ad un comportamento automatizzato.

Da notare, inoltre, che verranno messi sotto la lente di ingrandimento anche gli account che hanno la maggior parte dei follower in altri paesi. Chi verrà considerato sospetto potrà verificare la sua identità e continuare ad utilizzare, liberamente, il social network.


Davide Raia