fbpx
NewsTech

Svelate le stime delle prestazioni dell’iPhone 14 Pro

Ecco le indiscrezioni di Jason Cross di Macworld

Secondo le indiscrezioni che circolano in Rete, il nuovo iPhone 14 Pro sarà dotato del chip A16, il che significa che avrà prestazioni notevolmente migliori rispetto ai modelli standard. Molti esperti del settore, infatti, hanno già cominciato a ipotizzare quali saranno le prestazioni dello smartphone. E hanno incrementato non poco le nostre aspettative riguardo la nuova serie di Apple. Scopriamo il perchè.

iPhone 14 Pro: le prestazione del top di gamma di Apple

La dotazione del chip A16 migliora non poco le prestazioni dell’iPhone 14 Pro, anche grazie al processo di fabbricazione NP4. E come riferisce Jason Cross di Macworld, “N4P offre un aumento delle prestazioni dell’11%. Un miglioramento dell’efficienza energetica del 22% e un miglioramento della densità del 6% rispetto al processo di produzione ‘N5’ originale a 5 nm“. A quanto pare, però, la memoria sarà più veloce del modello precedente. Il modello Pro avrà infatti un aggiornamento da LPDDR4 a LPDDR5, ossia alla memoria più veloce utilizzata da Apple nei chip M1 Pro e Max. E non è tutto.

Come riferisce Cross, “pensiamo che sia ragionevole aspettarsi un miglioramento dal 25% al 30% delle prestazioni della GPU, più o meno in linea con gli ultimi processori della serie A. Lo vedrete in particolare nei benchmark e nei test che sono attualmente limitati dalla larghezza di banda della memoria“. A quanto pare, infatti, il nuovo iPhone 14 Pro dovrà avere caratteristiche in grado di supportare una fotocamera da 48 MP. “Questa nuova fotocamera richiederà probabilmente un processore del segnale di immagine molto più potente e Neural Engine (l’hardware dedicato per le attività di intelligenza artificiale e apprendimento automatico). Sono sicuro che Apple vorrebbe migliorare la modalità cinematografica introdotta con iPhone 13 Pro. Attualmente è limitato a 1080p, ad esempio, ma un aumento a 4K richiederebbe una maggiore potenza di elaborazione delle immagini. Così anche il bokeh artificiale più naturale o il tracciamento di più soggetti. Tutti buoni motivi per cui Apple ha seriamente potenziato il processore di immagini e il Neural Engine“.

E poi ancora: “Il passaggio da LPDDR4x a LPDDR5 migliorerà la larghezza di banda della memoria fino al 50% e dovrebbe avere un impatto positivo anche sull’efficienza energetica. Questo di per sé non rende più veloce nessuna attività, offre solo più spazio per le operazioni a larghezza di banda elevata come la grafica 3D e l’elaborazione di immagini/video“. Insomma, l’iPhone 14 Pro ci regalerà grandi sorprese. Ma questo ce lo aspettavamo già.

Apple iPhone 13 Pro (512GB) - Grafite
  • Display Super Retina XDR da 6,1" con ProMotion per un’esperienza ancora più fluida e reattiva Modalità Cinema con...
  • Nuovo sistema di fotocamere Pro da 12MP (teleobiettivo, grandangolo e ultra-grandangolo) con scanner LiDAR, zoom ottico...
  • Fotocamera anteriore TrueDepth da 12MP con modalità Notte e registrazione video HDR a 4K con Dolby Vision

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button