fbpx

Kiss me Licia: un grande amore al ritmo di rock and roll
Amore, musica rock e polpette giapponesi sono gli ingredienti di uno degli anime degli anni '80 più amati di sempre!


Amore, gelosia e tanto rock and roll, sono queste le basi fondamentali di uno degli anime degli anni ’80 più amati di sempre. Kiss me Licia approda in Italia nel 1984, va in onda su Italia 1 e riscuote sin da subito uno straordinario successo. D’altronde ad appassionare i telespettatori è sì la storia d’amore che si sviluppa nei 42 episodi del cartone animato giapponese, tra gelosie e tradimenti, ma anche la carriera dei Bee Hive, la band le cui canzoni fungono da colonne sonore dei vari momenti della trama.

Kiss me Licia, non solo baci: la trama

Come ci suggerisce il titolo, la protagonista dell’anime è Licia, una liceale che lavora al Mambo, piccolo e tipico ristorante giapponese gestito dal padre Marrabbio. Un nome che è tutto un programma e che anticipa il carattere burbero dell’uomo, sempre pronto ad allontanare papabili spasimanti di sua figlia. Servirà però a ben poco perché intorno alla sua Licia inizieranno a ronzare due baldi giovanotti dai fluenti capelli: Mirko e Satomi. Ma facciamo un passo indietro: una serie di incontri causali e, in qualche modo, voluti dal destino, la strada di Licia si intreccia a quella di un bambino e del suo gatto, Andrea e Giuliano. Il piccolo è scappato di casa, piange abbracciato al suo affezionato animale ed è per questo che Licia decide di aiutarlo. Poco dopo, di ritorno a casa, Licia si scontra con un ragazzo, Mirko, che ci prova poi con lei e si becca un sonoro ceffone. La protagonista non sa ancora che il ragazzo è il fratello maggiore di Andrea, nonché leader e cantante del gruppo dei Bee Hive, una band che Licia ben conosce perché innamorata del tastierista Satomi.

Licia, Mirko e Satomi: un triangolo amoroso al ritmo di rock and roll

Inutile dire che è l’inizio di un intreccio amoroso che scatena gelosie e liti ma che porta al contempo al fiorire di bellissime amicizie. Proprio il piccolo Andrea sarà infatti il fulcro dal quale prenderà vita la storia tra Licia e Mirko, inizialmente solo un’amicizia. Quando però Satomi scoprirà che proprio il suo migliore amico si è innamorato e avvicinato alla ragazza che lui ama da tempo, tra i due ci sarà una forte lite che causerà la crisi della band dei Bee Hive con l’addio di uno dei due. Come se non bastasse, a complicare ulteriormente le cose arrivano Manuela, la migliore amica di Licia, e Marika, manager della band. La prima è infatti innamorata di Mirko, la seconda di Satomi. Sia l’una che l’altra metteranno alle strette Licia, costringendola ad una scelta importante che causerà la decisione della protagonista di chiudere con entrambi e allontanarsi dal mondo dei Bee Hive e anche dal piccolo Andrea.

Con il passare dei giorni e l’arrivo di alcuni chiarimenti, le cose inizieranno però a sistemarsi, soprattutto grazie anche all’intervento del piccolo Andrea, che vede in Licia la figura materna che non ha mai avuto. La ragazza comprende che il suo cuore ama davvero Mirko, così chiude definitivamente con Satomi che cede alla corte di Marika. Manuela, invece, si accorge si fidanza e poco dopo sposa con un altro elemento della band. Sul finale della serie i Bee Hive, cavalcando ormai l’onda del successo, partono per una tournée negli Stati Uniti d’America.

Programmazione italiana e giapponese: un successo e un flop

Kiss me Licia è tratto dal manga Love me knight (Ai shite Naito, ovvero Amami cavaliere), della mangaka Kaoru Tada, pubblicato in Giappone dal 1982 e in Italia a partire dal 2002 dalla Star Comics. Ma se in Italia la storia di Mirko e Licia ha avuto un successo senza precedenti, in Giappone le cose sono andate diversamente, tanto che la trasmissione delle puntate venne interrotta bruscamente. Invece nel nostro paese sono state tratte e ideate quattro serie televisive italiane come seguiti dell’anime. Nel 1986 arriva infatti il telefilm con Cristina D’Avena, primo live action, “Love me Licia”, seguito poi da ben tre serie: “Licia dolce Licia” (1987), “Teneramente Licia” (1987) e “Balliamo e cantiamo con Licia” (1988). Anche questa volta è un vero e proprio successo.

Personaggi principali di Kiss me Licia

LICIA (doppiatore: Donatella Fanfani) – Protagonista della storia. Ha 18 anni, frequenta l’università, vive a Tokyo con il papà e gestisce un ristorantino, il Mambo.

MIRKO (doppiatori: Ivo De Palma (voce), Vincenzo Draghi (canto) – È il cantante dei Bee Hive oltre che uno studente universitario. Vive assieme al fratello minore Andrea e al suo gatto Giuliano. Si innamora di Licia e sogna di diventare una rockstar affermata.

ANDREA (doppiatore: Paolo Torrisi) – fratellino di Mirko, costretti a vivere da soli in seguito alla morte dei genitori. In realtà i due sono fratellastri perché è figlio del padre di Mirko e della sua amante.

GIULIANO (doppiatore: Pietro Ubaldi) – è il gatto di compagnia di Andrea.

SATOMI (doppiatore: Gabriele Calindri) – Miglior amico di Mirko, tastierista dei Bee Hive, proveniente da una ricca famiglia. È innamorato di Licia, poi sarà il fidanzato di Marika.

ANACLETO MARRABBIO (doppiatore: Pietro Ubaldi) – padre di Licia, proprietario di un ristorante chiamato Mambo, famoso per le sue polpette. Vedovo sin da quando Licia era una bambina.

MANUELA (doppiatore: Alessandra Karpoff) – è la migliore amica di Licia e compagna di studi.

MARIKA (doppiatore: Elisabetta Cucci) – Ammiratrice e manager dei Bee Hive, innamorata follemente di Satomi.

Bee Hive: canzoni dell’anime e la band

Le canzoni dei Bee Hive presenti in Kiss me Licia sono di origine giapponese, adattate in lingua italiana da Alessandra Valeri Manera. Sia nell’anime che nelle serie live action con Cristina D’Avena la voce solista maschile (di Mirko) è quella di Enzo Draghi.

Nell’anime la band è composta da:

Mirko – solista maschile
Satomi – tastiera
Steve – basso
Tony – chitarra
Matt – batteria

I brani cantati dalla band nell’anime italiano sono:

  • Freeway
  • Fire
  • Lonely Boy
  • Baby i love you
  • Love again

Kiss me Licia: differenze tra anime e manga

Tante sono le differenze tra l’anime e il manga. Scopriamone alcune delle più simpatiche.

  • Nel manga Licia (che nel manga è Yakko) frequenta il primo anno di università mentre nell’anime va al liceo e frequenta le lezioni del pomeriggio.
  • Mirko (nel manga è Go) è invece al terzo anno ma è un ripetente perché s’impegna poco (nell’anime invece è l’inverso ed è Satomi quello con problemi di studio).
  • Nel manga Licia conosce già Satomi (come nell’anime) ma è convinta che sia omosessuale e che lavori in un gay-bar.
  • Nel manga Marika è va al liceo e una volta faceva parte della guardia personale dei Beehive. È follemente innamorata di Satomi, che le dà lezioni di tastiera. Rinuncerà a lui perché troppo preso da Licia ma, a differenza dell’anime (dove alla fine si fidanzano), Marika si mette con un altro ragazzo, anche lui un cantante nonché fan dei Beehive.
  • Quando ormai Mirko e Licia sono felici insieme, nel manga appare Ryotaro, un ragazzo che inizia a lavorare al ristorante di Marrabbio.  Si innamora di Licia e le prova tutte per rubarla a Mirko.
Offerta

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link