fbpx
Anteprime VideogiochiHotVideogiochi

Diamo il benvenuto a Knockout City, ecco cosa aspettarsi

Due team, palle da lanciare e una sfida da vincere. Gli ingredienti scelti per Knockout City sono semplici, immediati ed efficaci. Il nuovo esplosivo videogioco competitivo di Electronic Arts e Velan Studios è pronto a debuttare e lo vuole fare in grande. Il gioco è infatti disponibile a partire da oggi 21 Maggio e sarà disponibile gratuitamente per tutti dalle ore 14:00 di oggi fino al 30 maggio. Tutti i giocatori avranno così il piacere di provare l’ebrezza del dogeball in stile Knockout. Noi abbiamo avuto il piacere di aver provato in anteprima Knockout City per raccontarvi tutte le stimolanti novità.

Knockout City provato in anteprima

Knockout City si basa sul famoso gioco di Palla Prigioniera Dodgeball e lo fa con un personalissimo e frenetico stile. Sparse per l’area di gioco troviamo infatti una serie di palle, alcune normalissime, altre dagli effetti particolari e devastanti che, neanche a dirlo, dovremo scagliarle contro i nostri nemici. Una squadra di 3vs3 giocatori, o 1vs1 a seconda della modalità, si sfiderà su una mappa ben circoscritta dalle mille sfaccettature in una sfida all’ultimo colpo di palla.

Lo scopo del gioco è quello di colpire gli avversari con la palla e mandarli K.O. Nella modalità principale, ad ogni eliminazione la squadra che ha segnato il colpo guadagna un punto. La prima squadra che arriva a 10 punti vince un Match e la prima squadra che vince 2 Match porta a casa la partita. Come nella palla avvelenata non dovremo solo lanciare palle ma avremo anche la possibilità di intercettare quelle nemiche e prenderle al volo. In questo caso non solo avremo limitato un punto di danno, visto che un giocatore può essere colpito due volte prima di finire K.O, ma avremo anche acquisito un nuovo “proiettile” da scagliare contro il nemico.

A costo di palle in giro? non preoccupatevi! Una divertente feature permette ai giocatori stessi di assumere una forma sferica e diventare essi stessi palle da poter essere lanciati contro i nemici. Un lancio caricato al massimo da parte del giocatore-lanciante, permetterà al giocatore-palla di muoversi sulla mappa prima di piombare addosso dei nemici in un’esplosione sgargiante.

Più che semplice Palla Avvelenata

Le meccaniche di gioco sono semplici eppure molto varie se paragonate al classico gioco del Dogeball. La grande varietà di palle a disposizione rappresenta un’aggiunta interessante che ci permette di scagliare contro i nemici palle-missili esplosive, palle multiple e tante altre varietà. A questa particolarità si aggiunge anche la possibilità di colpire fisicamente con il nostro personaggio i nemici. Sebbene questa mossa non ci dia dei punti, rappresenta il modo migliore per far perdere la palla all’avversario e passare al contrattacco.

Grande varietà anche per quanto riguarda il numero di mappe e le particolarità sparse su di essa. Troviamo infatti pedane in movimento, ascensori, una palla da demolizione gigante, aree di super salto e molto altro. La verticalità è infatti estremamente importante in questo gioco e potrà fare la differenza tra la vittoria e la sconfitta. In alto, infatti, avremo una visuale molto più ampia sia per colpire che per intercettare i nemici e non sarà facile mantenerne il controllo.

La nostra prova di Knockout City

Aver provato Knockout City ci ha dato un’idea più chiara rispetto al nostro primo Hands-On avvenuto qualche settimana fa. Abbiamo sfidato una serie di giocatori in partite all’ultimo colpo caratterizzate da una sempre crescente adrenalina. Dopo aver memorizzato i comandi e imparato la posizione delle palle sulla mappa, siamo partiti alla carica. Le partite sono caratterizzate da un ritmo rapido e adrenalinico stimolato anche dal coloratissimo stile grafico e da una colonna sonora azzeccatissima.

Come anticipato il gioco ha delle meccaniche molto semplici ma efficaci che possono essere apprese da tutti, ma sarà necessario molto tempo e allenamento per padroneggiarle. Non a caso è presente una modalità d’allenamento che funge anche da tutorial del gioco. Il Tutorial è fatto estremamente bene e riesce a coprire tutti i dettagli del gioco.

Le varie modalità, inoltre, danno una scossa di diversità al gioco tra modalità a 3 giocatori, sfide all’ultimo lancio 1vs1 e molte altre. Con il lancio del gioco, inoltre, avrà inizio la prima stagione competitiva di Knockout City per una sfida all’ultima palla.

Knockout City - Block Party Edition | Codice Origin per PC
  • Frenetico e divertente Conquista la città in velocissime partite multigiocatore, con straordinarie meccaniche di gioco...
  • Fai squadra Metti insieme una crew All-Star di Dodgeball con i tuoi amici, per giocare partite multigiocatore in una...
  • Crea il tuo stile Esibisci il tuo status e progetta il look dei personaggi e della squadra grazie alle ampie opzioni di...

La recensione di Knockout City in pillole

Knockout City ha tutte le carte in regola per poter essere un ottimo videogioco competitivo. Non siamo sicuro che lo scenario videoludico contemporaneo abbia spazio per un gioco di questo tipo ma le prerogative ci sono tutte. Oltre alle caratteristiche di Gameplay che abbiamo visto, Knockout City vanta anche una discreta possibilità di personalizzazione del personaggio e delle sue emote notevole che possono aiutare a farci affezionare al nostro team di giocatori.

Il Block Party gratuito di Knockout City è il modo ideale per provare questo interessante titolo gratuitamente e lasciarsi rapire dal divertente stile grafico e all’esplosivo stile di gioco senza pari.

PRO

  • Gameplay semplice e divertente
  • Adrenalina a tutto spiano
  • Stile grafico e soundtrack in linea con il ritmo

CONTRO

  • Alla lunga rischia di annoiare
  • Mancano delle abilità WOW

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button