!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js');
Zen Mode

La Zen Mode spiegata da OnePlus: 20 minuti di pace dallo smartphone


La Zen Mode è una delle ultime innovative modalità di OnePlus che limita le funzioni del telefono per 20 minuti. Oggi OnePlus ha deciso di raccontare alla community com’è nata questa modalità che permette di recuperare un po’ di tempo per se stessi.

Il problema della continua connessione con il mondo digitale e la difficoltà a uscirne è infatti uno degli argomenti più dibattuti del momento. La Zen Mode è sia un’opportunità sia una sfida per gli utenti che per 20 minuti dovranno, obbligatoriamente, staccarsi dal telefono per dedicarsi ad altro. Questi 20 potranno essere usati per dedicarsi ad una passeggiata, una chiacchierata con gli amici o anche semplicemente stare lontano dallo smartphone per un po’.

Quando la Zen Mode è attiva, le informazioni importanti come la data e l’ora sono disponibili, così come l’accesso alle chiamate di emergenza, e la fotocamera. Tutte le altre notifiche saranno invece bloccate fino al termine dei 20 minuti.

Dal report di OnePlus leggiamo: “L’intuizione che guida la modalità Zen può sembrare controintuitiva. Vogliamo che le persone utilizzino l’app in modo che non usino il telefono. In sostanza, stiamo creando elementi di un videogioco, ma con regole e premi più salutari rispetto ad altre app. C’è anche un po ‘di psicologia leggera in corso. Se mettessimo la modalità zen semplicemente come un’opzione, molte persone non la userebbero. Ma se diventa una sfida … diventa più avvincente. Bisogna tener conto, però che questa modalità ha lo scopo di incoraggiare il maggior numero possibile di persone a essere più consapevoli del loro utilizzo dello smartphone. Ci sono alcune persone che hanno bisogno di un vero aiuto per stabilire i limiti, e ci sono alcune persone che vogliono solo una breve pausa: dobbiamo cercare di supportare tutti.”

[amazon_link asins=’B07CHL6XN6,B07RDWX931′ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’396c1bc2-9307-4f8c-9932-f34bffb8a9d8′]


Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link