Videogiochi

Landflix Odyssey – Le migliori serie TV in chiave parodistica

Le serie TV ci appassionano e riescono a creare un'allure intorno a sé sempre più accattivante ed attraente, un buco nero nella galassia dei media che catalizza l'attenzione in maniera eccezionale, fino a sfociare in altre forme di consumo. E qui si entra nel vivo del (video)gioco di cui stiamo per parlarvi, nato dalle menti di uno studio indie con base a Roma e che ha unito la passione per le serie tv a quella videoludica per creare un titolo parecchio originale.

Stiamo parlando di Landflix Odyssey, e come capirete bene l'assonanza con Netflix non è affatto casuale. Prodotto da Fantastico Studio e lanciato su Kickstarter il 5 febbraio scorso, è un platformer 2D a scorrimento di cui al momento abbiamo a disposizione una versione demo rivista e aggiornata molto spesso, per migliorare sempre più l'aspetto al pubblico durante la campagna. Cosa abbiamo scoperto assaggiando questo primo boccone videoludico? Ecco la nostra esperienza!

Ebbene ci caleremo nei panni di un ragazzo, Larry, un binge-watcher accanito tanto quanto pigro, il perfetto prototipo dello spettatore "couch potato" che si ritrova catapultato direttamente all'interno delle produzioni che tanto adora. Il telecomando usato da lui possiede delle batterie alquanto particolari, contenenti una strana sostanza nucleare. Mentre stiamo guardando le nostre serie preferite, il CEO di Landflix, una persona spregevole e cattiva, relegato in una dimensione parallela dopo essere giunto ai ferri corti con nostro zio, suo collaboratore.

Questi spunta sullo schermo e riesce ad uscirne, nel tentativo di prendere possesso di queste batterie, abbandonare il mondo fittizio di Landflix e invadere il mondo. Durante la battaglia però, cinque batterie finiscono ognuna in una serie TV diversa… Non ci resta che tuffarci a capofitto letteralmente in ognuna di queste e recuperarle!

Eccoci dunque al menu principale di Landflix Odyssey, dove veniamo catapultati in una sorta di playlist di serie tv molto simile a quella che ci viene proposta dalla piattaforma online di streaming più famosa al mondo. La somiglianza è forte nell'impostazione della grafica sullo schermo ma meno nitida: gli sviluppatori si rifanno a uno stile un po' più vicino alla pixel-art (non così netta ed evidente come in giochi indie quali Pixel Stories of Dungeon) e presentano un bacino di contenuti ovviamente più ristretto rispetto all'offerta streaming.

Attenzione però, quantità non sempre va a braccetto con qualità: sebbene i contenuti siano numericamente ridotti, scopriamo che Landflix Odyssey è una sorta di contenitore di minigiochi dall'alta qualità di contenuto e narrazione. Infatti ognuno di questi è riferito a una serie di successo mondiale, e battezzati usando sinonimi rispetto ai titoli originali, ma con trovate piuttosto divertenti. Nella versione attualmente disponibile troviamo 5 serie tv, ossia Peculiar Stuff (Stranger Things), Elder Thrones (Game of Thrones), Blindevil (Daredevil), Going Mad (Breaking Bad) e The Standing Zombie (The Walking Dead).

Non tutti i titoli però ricevono la stessa impostazione di gameplay, instradandosi su percorsi di genere differenti tra loro: dal classico platformer infatti si passa a uno stile più vicino al run'n'gun, fino ad avvicinarsi a modalità che strizzano l'occhio a titoli come Metroid.

Ci ritroveremo dunque in 5 mondi, per sconfiggere in tutto 5 boss e 5 miniboss, conquistare 5 diversi superpoteri, attraversando 5 livelli per ogni minigioco, dove dovremo adattare il nostro stile in base alla serie tv in cui ci troveremo. Ognuna riproduce i contenuti e i personaggi originali, solo con piccole rivisitazioni ovvie per adattare il titolo al genere videoludico.

Dovremo infatti guadagnare monetine per acquistare nuovi oggetti e poteri, i quali variano a seconda della storia in cui ci troviamo, salvo il "potere" proprio di Larry: ruttare per rompere casse e stordire i nemici, dopo aver bevuto un boccale di birra (un leitmotiv che lega questo titolo al famoso indie recente, altrettanto italiano, Bud Spencer & Terence Hill – Slaps And Beans).

Un altro compito sarà quello di cercare dei distintivi blu che colleziona un nostro parente scienziato, Uncle Doc (vagamente simile a Doc di Ritorno al Futuro),per potenziare ulteriormente le nostre abilità e vincere le diverse sfide. Nel menu principale l'unico elemento dissonante con la piattaforma Netflix che ben distingue la realtà dalla fantasia è il negozio – laboratorio di nostro zio scienziato, così come i vari episodi delle serie, qui sotto forma di livelli, sono sbloccabili di volta in volta, in modo da accedervi in ordine cronologico e non a piacere, come invece faremmo sul sito online.

Il titolo, pensato per PC, è giocabile sia da tastiera che con un pad, e vi consigliamo caldamente quest'ultimo, poiché i comandi sono parecchi e non risulta sempre agile usare tasti anche spaziati tra loro sulla tastiera. Peccato non siano disponibili tutti i livelli del gioco, perchè stando a quanto abbiamo potuto constatare da quello che abbiamo provato, è davvero ricco di originalità, humor quanto basta e simpatia, senza tralasciare la tecnica e il controllo adeguato dei movimenti e l'assenza di bug.

Nonostante sia (almeno per ora) solo una campagna Kickstarter, speriamo davvero che il progetto vada a gonfie vele e possa navigare in mare aperto fra le acque del mondo indie, tenendo alta ancora una volta una produzione italiana ricca e spiritosa, soprattutto degna di essere scoperta da un pubblico ampio e apprezzabile in particolare dai binge-watcher come Larry!

 

Tags

Francesca Sirtori

Indielover, scrivo da anni della passione di una vita. A dispetto di tutti. Non fatevi ingannare dal faccino.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker