fbpx
FeaturedVideogiochi

Man of Medan, la nostra prova hands-on da Colonia

A Gamescom 2019 abbiamo testato il primo titolo della The Dark Pictures Anthology

COLONIA – Fra pochi giorni debutterà ufficialmente su mercato The Dark Pictures: Man of Medan. Si tratta del primo episodio dell’antologia horror sviluppata da Supermassive Games e distribuita da Bandai Namco, che accompagnerà gli appassionati nelle varie sottocategorie di questo genere. Noi abbiamo provato in prima persona il titolo alla Gamescom 2019 e siamo pronti a raccontarvi le nostre impressioni.

Man of Medan, tutti a bordo!

the dark pictures man of medan namco bandai gamescom colonia 2019 tech princess

La demo che abbiamo potuto testare durante il nostro hands-on era piuttosto corposa e di una durata considerevole. Abbiamo quindi potuto esplorare diversi aspetti interessanti del titolo e avere un assaggio della trama, ovviamente uno dei punti centrali in questo titolo.

In Man of Medan infatti dovremo seguire le avventure di un gruppo di giovani che si trovano a passare una brutta avventura durante una notte sul mare. Le acque sono in tempesta, i ragazzi subiscono l’assalto di una banda di malintenzionati e da lì gli eventi peggioreranno ancora, con l’arrivo di quella che sembra una vera e propria presenza soprannaturale

Fin dai primi momenti ci ritroviamo quindi su questa barca, seguendo il punto di vista di uno dei giovani. La trama, nella demo che abbiamo testato, è stata parecchio coinvolgente e ci siamo trovati davvero al centro dell’azione. Presi in ostaggio dai pirati che hanno assaltato la nave, impariamo a familiarizzare con i vari personaggi, scoprendo piano piano le relazioni tra essi e rapporti di gelosia.

L’oscurità che avvolge il tutto aiuta a rendere l’atmosfera davvero orrorifica. Giocato nelle condizioni ideali, con cuffie e in una stanza buia, la tensione si farà sicuramente più palpabile e ci sentiremo ancora di più all’interno di un film horror.

Roleplay, quick time event e scelte

the dark pictures man of medan namco bandai gamescom colonia 2019 tech princess

Lungo il corso delle vicende, saremo chiamati a intervenire diverse volte tramite il pad. In alcuni casi si tratterà di quick time event, in altri casi dovremo scegliere tra due o più opzioni per dialoghi e azioni. Tutto ciò influirà sul proseguimento della trama, portando anche a conseguenze concrete, compresa la morte preventiva del personaggio che stiamo interpretando.

Interessante è la possibilità di un vero e proprio roleplay nei panni dei diversi ragazzi. Tramite le azioni e soprattutto le scelte di dialogo a disposizione, potremo indirizzare la personalità dei personaggi seguendo varie strade. La caratterizzazione è piuttosto semplice, ma si tratta senza dubbio di un aspetto molto intrigante. Da quello che abbiamo visto, inoltre, ogni scelta che facciamo avrà delle conseguenze importanti sul carattere dei personaggi e sulle loro relazioni.

Grazie alla possibilità di comandare più di uno degli sfortunati giovani (nella prova ne abbiamo usati due), potremo dare una gran bella scossa alle dinamiche del gruppo. L’impressione che ci ha lasciato la demo è di riuscire a costruire una psicologia di base di ogni personaggio che interpretiamo e sulla base di quella prendere le nostre decisioni.

Per quanto riguarda i quick time event, vale la pena sottolineare come spesso siano imprevedibili ed estremamente rapidi. Rilassarsi troppo, perdere la concentrazione e allontanare la mano dal pad può significare perdere il tempismo per agire, con conseguenze sulle vicende. Un modo ottimo per riuscire a mantenere alta la soglia di attenzione, ma soprattutto la tensione nel giocatore.

Insomma, il nostro parere su The Dark Pictures: Man of Medan è decisamente positivo. Siamo molto curiosi di scoprirlo nella sua interezza e siamo convinti che potrà offrire un ottimo intrattenimento per gli appassionati di horror. Le modalità multiplayer (che per ovvie ragioni non abbiamo potuto esplorare durante il nostro hands-on) promettono di offrire inoltre nuove intriganti possibilità.

The Dark Pictures: Man of Medan sarà disponibile a partire dal 30 agosto su PC, Xbox One e PlayStation 4.

Tags

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker