fbpx
AttualitàCulturaNews

Meta: l’Antitrust sta per bloccare l’acquisto di Giphy

Il Garante inglese sembra intenzionato a fermare la transazione da 400 milioni

L’Antitrust inglese starebbe per bloccare l’acquisizione di Giphy da parte di Meta (che all’epoca dell’acquisto si chiamava ancora Facebook). La transazione da 400 milioni di dollari era arrivata a maggio 2020 e già il mese successivo i Garanti della Concorrenza di UK e Australia stavano già indagando la questione. Ora dovrebbe arrivare il verdetto e non sembra essere lieto per Meta.

L’Antitrust bloccherà l’acquisto di Giphy da parte di Meta

Il report arriva dal Financial Times, che riporta dichiarazioni di persone vicine alla decisione presa dall’Antitrust britannico (CMA). Non c’è ancora una data per l’annuncio ma dovrebbe essere imminente: il Garante ha tempo fino al 1 dicembre per prendere una decisione, quindi le prossime ore saranno decisive.

Ma il CMA aveva già annunciato quest’agosto che l’accordo avrebbe creato problemi con la competizione e che l’unica risoluzione possibile era la vendita da parte di Meta di Giphy. Infatti, secondo il Garante la proprietà della piattaforma avrebbe dato un vantaggio ingiusto a Meta, poiché anche Snapchat e TikTok utilizzano Giphy.

L’Antitrust inglese ha la possibilità di intervenire perché, sebbene entrambe le compagnia siano americane, se un’acquisizione porta nelle stesse mani più del 25% di un determinato mercato. E insieme Meta e Giphy controllano l’80-90% delle librerie di sticker animati. L’ente britannico ha già multato per 70 milioni di dollari Facebook per non aver fornito abbastanza informazioni sull’accordo. Una multa contestata da Meta, che assicura di aver collaborato.

Molti esperti scommettono sul blocco dell’acquisizione, che sarebbe un duro colpo per una delle grandi aziende americane della Silicon Valley. Ma in campi esterni alla tecnologia, la possibilità di invertire accordi da parte dell’Antitrust non è così eccezionale. Questa potrebbe però essere la prima volta che un accordo di questa portata da parte di Big Tech viene fermato.

Le prossime ore saranno quindi decisive per quest’accordo. Vi terremo aggiornati se dovessero esserci novità.

Bestseller No. 1
Oculus Quest 2, Visore VR all-in-one, da 256 GB
  • HARDWARE DI NUOVA GENERAZIONE: Goditi ogni movimento con un processore ultrarapido e il nostro display con la...
  • GAMING ALL-IN-ONE: Spara, sferza colpi e segui il ritmo grazie ai titoli dell’immensa libreria di giochi ed esperienze...
  • INTRATTENIMENTO IMMERSIVO: Goditi un posto in prima fila per concerti dal vivo, film rivoluzionari, eventi esclusivi e...
Source
Business Insider

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button