fbpx
NewsTech

Microsoft: intelligenza artificiale crea discorsi realistici

Questa nuova intelligenza artificiale Microsoft funziona in parte come il cervello umano.

La conversione da testo a voce sta diventando sempre più intelligente, ma c’è un problema: può ancora richiedere molto tempo e risorse per produrre un risultato dal suono naturale. I ricercatori Microsoft e cinesi potrebbero avere un modo più efficace. Hanno creato un’intelligenza artificiale che può generare un discorso realistico utilizzando solo 200 campioni vocali (per un valore di circa 20 minuti) e trascrizioni corrispondenti.

L’intelligenza artificiale Microsoft imita le sinapsi umane

Il sistema si basa in parte su Transformer, ovvero reti neurali profonde che emulano approssimativamente i neuroni nel cervello. I trasformatori pesano ogni input e output al volo come fossero collegamenti sinaptici, aiutando ad elaborare sequenze anche lunghe in modo molto efficiente, ad esempio una frase complessa. Combinandolo con un componente encoder che rimuove il rumore e l’intelligenza artificiale si può fare molto con relativamente poco.

I risultati non sono perfetti, resta un leggero suono robotico, ma sono estremamente accurati con una intelligibilità delle parole del 99,84 percento. Ancora più importante, questo potrebbe rendere più accessibile il text-to-speech. Non si avrebbe bisogno di molti sforzi per ottenere voci realistiche, mettendole alla portata delle piccole aziende e persino dei dilettanti. Anche questo fa ben sperare per il futuro. I ricercatori sperano di allenarsi in modo migliore sui dati, quindi potrebbe richiedere ancora meno lavoro per creare un dialogo realistico con questa intelligenza artificiale targata Microsoft.

[amazon_link asins=’B07MNW1GRK,B07256GW4Z,B07QNYTMB6′ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’cc85cd74-e2d9-4da7-b5da-4f0e35e5ccae’]

Da non perdere questa settimana su Techprincess

🎮Il video del monaco buddista che gioca a Super Mario (e prega per ogni nemico ucciso)
 
💍A cosa serve un anello smart? | La prova di RingConn Smart Ring
 
💬noplace è l’applicazione più scaricata su App Store: scopriamo di cosa si tratta
 
Chi ha detto che il fotovoltaico deve essere complicato?
 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Via
Engadget
Source
GitHub

Autore

  • Roberta Catania

    Da sempre grande lettrice di libri e fumetti, amante della tecnologia, del cinema e delle serie TV. Nella vita di tutti i giorni mi divido tra il Diritto, la Psicologia e la Criminologia. Personaggio preferito: Barbara Gordon - Citazione preferita "I promise loyalty. I promise secrecy and I promise courage" - Oracle

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button