fbpx
NewsSoftwareTech

Microsoft vuole rivoluzionare lo Store per Windows 10

L'azienda sta cambiando l'interfaccia grafica ma anche le policy per gli sviluppatori

Microsoft sta lavorando a una nuova app per il Microsoft Store di Windows 10. Tante le novità, la più evidente delle quali è l’arrivo di un’interfaccia fluida e moderna. Ma il cambio che gli sviluppatori attendono è alle policy, che potrebbe permettere a molti più software di accedere allo negozio delle app Windows, rivitalizzandolo.

Microsoft Store di Windows 10 cambia volto (e policy)

Sebbene Windows domini il mercato dei sistemi operativi per computar da tempo, il processo per installare app e programmi non è ancora fluido. Windows 10 supporta più software di MacOS e Linux, eppure entrambi i sistemi operativi hanno store interni più semplici da utilizzare e più ricchi di possibilità.

Microsoft vuole cambiare questa tendenza, cominciando a ridisegnare il design. Come il resto del sistema operativo, il nuovo stile (dal nome in codice Sun Valley) modernizza icone, rende più fluide le animazioni e pulisce il design. Inoltre, dovrebbero essere confermati gli aggiornamenti mensili alla piattaforma, garantendo download più stabili anche per app più pesanti e giochi.

microsoft-store-windows 10
Credit: Windows Central

Ma il cambiamento vero dovrebbe arrivare dal punto di vista delle policy, secondo quanto riporta Windows Central.

Nuove policy per gli sviluppatori

I cambiamenti principali per gli sviluppatori saranno tre:

  • Gli sviluppatori possono presentare app Win32 spacchettate
  • Possono gestire in autonomia hosting e aggiornamenti con il proprio content delivery network (CDN)
  • Gli sviluppatori possono implementare e-commerce di terze parti nelle app sulla piattaforma

Oggi gli sviluppatori devono impacchettare le propri app Win32 come MSIX, usando solo il Microsoft Store per aggiornamenti ed e-commerce. Questo limita fortemente il numero e la varietà di app presenti sullo store. I cambiamenti invece permettono di presentare file .EXE e .MSI e aggiornarli in autonomia.

Firefox e Zoom hanno una funziona di autoaggiornamento. Molti giochi, o anche la piattaforma Adobe Creative Cloud prevedono l’acquisto di risorse e funzionalità su store proprietari. Con questi cambiamenti, tutte queste applicazioni potrebbero arrivare sul Microsoft Store senza snaturarsi. Questo permette agli utenti Windows 10 di potersi affidarsi al Microsoft Store per tutte le proprie esigenze (o quasi), limitando il numero di installer da scaricare direttamente dal web. Una sicurezza maggiore e una grande comodità.

Questa novità potrebbe fare un importante salto avanti a Windows 10 come sistema operativo, rendendolo ancora più user friendly e sicuro anche per i meno esperti. Se dovessero arrivare novità o conferme non tarderemo ad aggiornarvi.

OffertaBestseller No. 1
Microsoft Surface Laptop 3, 13.5", Core i5, RAM 8 GB, SSD...
  • Sottile e leggero, Surface Laptop 3 è facile da trasportare
  • Livelli superiori di velocità e prestazioni, per fare tutto quello che vuoi tu, con i processori di ultima generazione
  • Porte USB-C(tm) e USB-A per connettersi a schermi, Docking Station e molto altro ancora, e persino per ricaricare gli...
Source
Windows Central

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button