fbpx
catawiki-aste-collezione

Millennials e facili ricchezze: la maggior parte sopravvaluta la collezione
A caccia di tesori nelle soffitte e nelle cantine, rispetto al resto d'europa gli italiani investono sul collezionismo.


Il 63% dei millenials pensa di possedere dei tesori nella propria collezione. Lo dice un’indagine di Catawiki, il portale online delle aste.

Boom di aste online su Catawiki: monete e francobolli sono beni rifugio, gli italiani investono nella collezione

Una recente ricerca promossa da Catawiki, indica che che il 69% degli italiani si interroga sul reale valore degli oggetti che possiede in casa. Quasi la metà degli intervistati, in particolar modo I millennial, ha ammesso di controllare regolarmente le soffitte delle proprie abitazioni per vedere se contengano oggetti di valore.

Complice probabilmente il periodo storico, nel mese di maggio si è verificato un boom di aste online. Nella categoria attinente al collezionismo sono oltre 18.000 gli oggetti che sono stati pubblicati. Le nuove generazioni infatti, Millennials e Gen Z, sono convinti di possedere dei veri e propri tesori. Un largo numero di intervistati inoltre, attribuisce a questi oggetti un valore di oltre 2.000 euro. Da qui il boom di aste online, in un periodo in cui si è verificato un calo di lavoro e quindi di introiti.

Cosa spinge le persone ad investire in una collezione

Per il 69% degli italiani intervistati, l’alto potenziale di rivendita è il fattore trainante per avviare una collezione. Seppure tanti intervistati abbiano dichiarato che si inizia a collezionare per divertimento, in realtà più della metà ritiene che il collezionismo sia più orientato al ritorno d’investimento piuttosto che alla pratica stessa.

Cosa si colleziona di più

Sempre secondo la ricerca condotta da Catawiki, gli articoli più popolari che vengono collezionati dagli italiani sono libri e fumetti. Al secondo posto abbiamo monete e francobolli, seguiti da oggetti relativi al mondo della musica, come dischi, album, hifi e strumenti musicali. Rispetto al resto d’europa, gli italiani collezionano maggiormente articoli musicali e giochi, rispetto ad Francia, Olanda e Spagna.

Dove si vende e dove si acquista e soprattutto in che modo

E’ certo che le piattaforme online rivestono un ruolo d’importanza per la maggior parte delle transazioni. Infatti i numerosi portali e opzioni stanno rapidamente sostituendo I mercati fisici dell’antiquariato. Oltre il 70% degli intervistati sostiene che le piattaforme e le aste online sono le migliori occasioni per I collezionisti speranzosi di acquisire qualche nuovo pezzo. Nella ricerca tuttavia si evidenza che, nel momento in cui si tratta di acquistare, più della metà trova difficile reperire fonti affidabili ed altrettanti hanno difficoltà nel determinare l’autenticità e il valore dei pezzi da collezione. Acquistare in modo affidabile è comunque un aspetto importante che riveste una problematica sentita dalla maggior parte degli intervistati.

IMPACTO COLECCIONABLES Il Primo Francobollo in Oro da 22...
  • Il primo francobollo emesso in 22 carati
  • Emesso in Bhutan nel 1996
  • L'immagine riproduce il famoso Penny Black della Gran Bretagna

Parla Pietro Anoe, esperto senior di collezionismo di Catawiki

“Stiamo osservando una tendenza in tutta Europa che mostra come il potenziale economico del collezionismo sta acquisendo importanza. Non sorprende che la mentalità imprenditoriale delle generazioni contemporanee sia stata un elemento chiave della nostra indagine. Noi di Catawiki crediamo che il collezionismo sia per tutti. Con la sua vasta gamma di oggetti, Catawiki è il uogo perfetto per tutti coloro che vogliono acquistare in modo sicuro e affidabile. Dalle monete ai fumetti, ogni oggetto è accuratamente selezionato da esperti”.


Alessandro Santucci

author-publish-post-icon
Videogiocatore nato, perito informatico, lettore, nerd, imprenditore digitale.. Mi piace definirmi "Apprendista": un apprendista multidisciplinare, essere apprendisti è uno stile di vita, non si smette mai di imparare.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link