FeaturedRecensioniVideogiochi

Recensione Monster Energy Supercross 2 – Tra evoluzioni e pista

Il nuovo Monster Energy si propone di portare su schermo l'adrenalina delle corse

Il nuovo Monster Energy Supercross 2 si propone come titolo capace di far vivere, tramite lo schermo, tutta l’adrenalina delle corse in motocross. Sarà riuscito nel suo intento? Ve lo dico all’interno di questa recensione!

Una fisica rinnovata

Recensione Monster Energy Supercross 2

Il nuovo Monster Energy Supercross 2, all’apparenza, non sembra presentare molte innovazioni rispetto al suo predecessore, predecessore che aveva già permesso al team di Milestone di conquistare i cuori degli appassionati delle due ruote.

La situazione però cambia velocemente appena si sale sulla moto e si scende in pista: in quell’istante ci si può infatti mettere davvero nei panni di un pilota, anche grazie alla vasta gamma di personalizzazioni dedicate al proprio veicolo.

Con questo secondo capitolo Milestone ha dimostrato tutto il suo impegno per risolvere i pochi problemi riscontrati nel predecessore. Prima modifica fondamentale in questo senso, soprattutto per ottenere un’esperienza il più realistica possibile, è il sistema di gestione dei pesi, che si rivela un ottimo supporto quando si è in aria tra un salto e un altro.

Per quanto interessante e realistica, però, una modifica simile costringe a prestare ancora più attenzione davanti ad ogni manovra e ad ogni salto, e può rendere la vittoria difficile da guadagnare anche ai più esperti e appassionati. A riportare l’equilibrio è la possibilità di inserire il “Flow Aid” che, per ogni curva e salto del tracciato, andrà ad indicare la traiettoria ideale da seguire per affrontarlo al meglio!

Altrettanto valida è la possibilità di controllare gli scrub, meccanismo presente soltanto in forma semi-automatica all’interno del primo Monster Energy. Con il termine “scrub” si intende un’acrobazia caratteristica delle discipline su due ruote che, se compiuta nella maniera corretta, permette al pilota di non saltare troppo in alto e risparmiare tempo sul circuito.

L’agenda di un campione

Recensione Monster Energy Supercross 2

Assoluta novità aggiunta da Milestone in questo nuovo capitolo dedicato a tutti gli amanti di discipline come Motocross e Supercross è l’Agenda.

Volete essere sicuri di programmare la settimana al meglio, in modo tale da preparare il vostro Campione per affrontare ogni sfida proposta da Monster Energy Supercross 2? Questo utile strumento farà proprio al caso vostro, permettendovi di scegliere l’attività da portare a termine quasi ogni giorno della settimana.

Le giornate potranno così districarsi tra allenamenti, incontri con i media (giornalisti o fan), giornata promozionale o sfida pilota. Una volta scelta la prima opzione, ad ogni sessione sarà possibile decidere in quale categoria cimentarsi per migliorare le proprie abilità, tra atterraggio, piega, scrub, riflessi e velocità in curva. Portando a termine l’allenamento il pilota guadagnerà sempre più esperienza, e potrà passare a livelli ogni volta più elevati.

Gli incontri con i fan e con i giornalisti daranno la possibilità al nostro protagonista su due ruote di accumulare la fama, corrispondente ad una maggiore scelta tra gli sponsor, mentre scegliere la giornata promozionale permetterà di guadagnare crediti SX da spendere in personalizzazione e, perché no, abbigliamento.

Utili per un possibile proseguimento di carriera sono anche le sfide pilota, rispettivamente articolate in sfida con pilota rivale e time attack (una piccola gara veloce). Alcune giornate saranno invece già assegnate al “total relax” dal sistema, perciò bisognerà scegliere con cura come gestire i giorni rimanenti, anche perché ogni attività potrà essere effettuata soltanto una volta a settimana!

Capisaldi e novità affiancati

Recensione Monster Energy Supercross 2

Il secondo capitolo non si limita a presentare al giocatore le possibilità più classiche, già presenti nel capitolo precedente, ma tenta di renderle disponibili al fianco di interessanti novità.

Ad affiancare le già conosciute ed apprezzate modalità Carriera, Campionato e Time Attack, infatti, Monster Energy Supercross 2 può infatti vantare, tra le aggiunte, la presenza di tutti i piloti delle tre classi che compongono l’AMA Supercross Championship, ovvero 450, 250 East e 250 West.

Grandi modifiche sono state apportate anche all’immancabile Compound, in questo capitolo disponibile fin dall’inizio del proprio percorso su due ruote, ma a far battere davvero il cuore è l’editor di tracciati.

Quest’ultimo, per quanto non abbia subito particolari modifiche rispetto al capitolo precedente, riesce infatti a farsi notare, grazie ad un aumento del numero di elementi inseribili nel percorso e alla possibilità di diffondere la propria creazione a tutti gli altri appassionati, sempre a patto che la CPU abbia superato senza intoppi il giro di prova!

Vale la pena acquistare Monster Energy Supercross 2?

Recensione Monster Energy Supercross 2

Una fisica completamente rinnovata, unita ad una vasta gamma di opzioni per personalizzare la guida e alla possibilità di gestire fino ai più piccoli aspetti della competizione, dimostra l’impegno che Milestone ha investito in questo secondo capitolo.

Accanto ai punti fermi della saga, come le apprezzate modalità Carriera, la possibilità di competere in gare singole e perfino nel lungo Campionato, vi sono infatti le innovazioni portate dal divertente Editor di tracciati e dall’agenda, perfetta per organizzare al meglio ogni singola giornata del proprio futuro campione.

Gli amanti di discipline come Supercross e Motocross potranno quindi trovare pane per i loro denti in questo nuovo Monster Energy Supercross 2, secondo capitolo dotato di tutti i punti giusti del precedente, migliorati ancor di più grazie a poche modifiche essenziali!

Monster Energy Supercross 2

  • Fisica Migliorata
  • Possibilità di gestire gli scrub
  • Editor dei tracciati migliorato
  • Classicità accanto alle novità
  • Poche modifiche rispetto al capitolo precedente
Tags

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker