fbpx
Motori

Motocicli e “cinquantini”: in Europa il mercato è in crescita

In Europa le moto e gli scooter si vendono e anche bene, secondo i dati dell'ACEM

Le immatricolazioni di moto nei Paesi dell’UE hanno raggiunto 618.502 unità nei primi 6 mesi del 2019, secondo gli ultimi dati dell’Associazione europea dei produttori di motocicli (ACEM). Questo dato rappresenta un aumento del 9,1% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Con 138.650 unità (un aumento del 6,2% su base annua), l’Italia rimane il più grande mercato motociclistico europeo, seguita da Francia (109.606 motocicli immatricolati, + 12,5%), Germania (105.970 motocicli, + 8,5%), Spagna (88.690 motocicli, + 12,6%) e Regno Unito (56.611 motocicli, + 2,3%).

Bene anche i ciclomotori 

In generale il mercato europeo dei ciclomotori fino a 50cc ha raggiunto 147.826 unità nei primi 6 mesi del 2019, che equivale a un aumento del 19,5% rispetto al numero di immatricolazione effettuate dello stesso periodo nel 2018 (123.712 veicoli). I maggiori mercati per vendita di ciclomotori in Europa sono in ordine la Francia (41.230 unità), i Paesi Bassi (31.154 unità), la Germania (14.629 unità), il Belgio (13.119 unità) e la Polonia (10.427 unità). L’Italia è in controtendenza anche se con una perdita minima del -1,0% rispetto all’anno precedente (9.900 immatricolazioni nel 2019 contro i 9.999 del 2018.

motocicli elettrici

L’elettrico spicca il volo

Le Immatricolazioni di veicoli elettrici nell’UE è in vertiginoso aumento, che si evidenzia in un +70% rispetto ali primi sei mesi del 2018, con ben 35.810 unità consegnate durante il primo semestre del 2019. Per la precisione, sono stati immatricolati 28.577 ciclomotori, seguiti da 5.812 motocicli e da un numero molto più piccolo di quadricicli (circa 1.421 unità).

Anche per quanto riguarda le immatricolazioni combinate di ciclomotori, motocicli e quadricicli elettrici rimane la Francia, la nazione europea con il maggior numero veicoli venduti, pari a 8.723 unità (+ 60,6% su base annua), seguita dal Belgio (8.087 veicoli, +111,0%), dai Paesi Bassi (6.321 veicoli, +62,1%), dalla Spagna (4.052 veicoli, + 35,8%) e dall’Italia (2.426 veicoli, +86,2%).

Tags
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker