fbpx
NewsScienza

La NASA smetterà di utilizzare nomi razzisti per gli oggetti astronomici

L'agenzia spaziale rivedrà i nomi, passati, presenti e futuri, in cerca di termini poco sensibili

La NASA ha purtroppo un po’ di precedenti quando si tratta di dare nomi bigottiinsensibili direttamente razzististelle, galassie e altri oggetti spaziali. Fortunatamente, l’agenzia spaziale statunitense è ora intenzionata a porre rimedio a questa situazione.

La NASA cambia i suoi nomi razzisti

L’annuncio, fatto mercoledì scorso, rivedrà i vari nomignoli assegnati nel tempo, revisionandoli uno ad uno. Nel caso di nomignoli scartati, per quel determinato oggetto la NASA userà solo le sigle alfanumeriche ufficiali.

Per fare un esempio del tipo di nomi che non hanno passato la valutazione, troviamo la Eskimo Nebula e Galassia Gemelli Siamesi. Il primo include la parola eschimese, un termine antiquato e legato a doppio filo con molti pregiudizi risalente all’epoca coloniale per indicare in maniera indiscriminata tutte le popolazioni native dell’Artico. Il secondo, per quanto indichi una condizione medica, deriva da una famosa coppia di gemelli tailandesi appartenenti ad un freak show del 19simo secolo, con quindi sia una connotazione razzista (dove siamese indicava una generica provenienza dalla regione asiatica del Siam) che abilista (di richiamo ai tempi in cui le persone con delle caratteristiche fisiche peculiari erano trattate come dei fenomeni da baraccone).

Le parole degli amministratori

Il nostro scopo è quello [di rendere] tutti i nomi allineati con i nostri valori di diversità e inclusione, e stiamo lavorando pro-attivamente con la comunità scientifica per assicurarcene” ha detto Thomas Zurbuchen, amministratore associato del Direttorio per le Missioni Scientifiche di NASA “La scienza è per tutti, e ogni aspetto del nostro lavoro deve riflettere questo valore

Questi nomignoli e termini possono avere una connotazione storica o culturale che è criticabile o non benvenuta, e NASA è fortemente dedicata ad affrontare la situazione” ha detto poi Stephen T. Shih, amministratore associato per la Divesità e le Eguali Opportunità presso gli HQ di NASA “La scienza dipende dai diversi contributi, e porta beneficio a tutti, quindi vuol dire che bisogna renderla inclusiva

Bestseller No. 1
Aliens on the Moon
  • Amazon Prime Video (Video on Demand)
  • Buzz Aldrin, Joshua P. Warren (Attori)
  • Robert C. Kiviat (Direttore) - Robert C. Kiviat (Scrittore)
Bestseller No. 2
Official NASA Logo Maglietta
  • Leggera, taglio classico, maniche con doppia cucitura e orlo inferiore

Giovanni Natalini

Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button