RecensioniVideogiochi

NBA 2K19: L’inizio di una nuova partita | Recensione

Abbiamo fatto qualche tiro a canestro in compagnia dei campioni del basket in NBA 2K19

Dopo il grande successo riscosso dal predecessore, che ha alle spalle oltre 10 milioni di copie, il simulatore di Basket per eccellenza torna sugli scaffali. Sto parlando di NBA 2K19, titolo sportivo prodotto da 2K, che introduce notevoli miglioramenti ad una struttura già molto solida.

Inizia la partita

Prima di intraprendere ogni tipo di attività, se siete neofiti del genere, consigliamo di immergervi nei tutorial. Pur risultando ottimi nella spiegazione, a primo impatto questi potrebbero risultare abbastanza ostici ma, con la giusta pratica e il giusto impegno, riuscirete a portare a casa un ottimo risultato. La modalità 2KU, oltre a perfezionare il vostro stile di gioco, vi aiuterà inoltre a sfruttare i fondamentali per diventare dei futuri campioni.

Una volta imparate le basi, potrete lanciarvi ne  “La Mia Carriera”, a nostro avviso il contenuto più interessante del gioco. Qui l’obiettivo è creare un nostro alter ego e diventare il prossimo MVP dell’NBA. Una volta partiti verremo catapultati in Cina e messi di fronte ad un editor del personaggio che risulta decisamente più corposo rispetto al capitolo precedente. Dopo aver deciso aspetto, abilità, movimenti e ruolo del vostro avatar, sarete ufficialmente pronti a partire.

La storia nel suo complesso risulta coinvolgente fin dai primi istanti di gioco: vedere un ragazzo americano sbarcare in un nuovo mondo, dove ci sono barriere culturali da abbattere, difficoltà nel comunicare e vederlo maturare nel corso della storia risulta davvero suggestivo. Per non parlare della narrazione che, considerando il tipo di gioco, ci è sembrata davvero immersiva.

Nella modalità La mia carriera torna protagonista “Vita Da Quartiere”. Ci saranno quindi nuove attività in cui potrete cimentarvi per migliorare le caratteristiche del vostro personaggio o personalizzarlo tramite negozi di vestiti o tatuaggi. Potrete così vivere una vera e propria vita da strada, effettuando partite contro altri giocatori online, creare una crew e cimentarvi in altre attività non riguardanti la palla canestro come il Dodgeball. Introduzione interessante è il ciclo giorno e notte che andrà ad influire sul mondo di gioco.

nba 2k19

Altre modalità da non trascurare sono La Mia Squadra e La Mia Lega. La prima risulta molto simile all’Ultimate Team di FIFA 19: a disposizione quindi ci saranno le immancabili carte con cui assemblare una squadra per competere online. Nuova introduzione in questa sezione è la modalità Unlimited che permetterà di giocare con carte di qualsiasi valore, senza nessuna restrizione.

Per quanto riguarda La Mia Lega, potremo vestire i panni di un General Manager, chiamato a unire un roster di giocatori e successivamente a gestire ogni aspetto della vita di squadra, dai rapporti con la stampa all’organizzazione dello staff. Oltre ad esserci stati notevoli miglioramenti a livello di animazioni e grafica, una delle novità più appetitose è la possibilità di importare le classi storiche del draft.

Non possono infine mancare modalità come: Gioca Ora, in cui potrete effettuare partire rapide, NBA Today, in cui affronterete le partite odierne della stagione, Black Top dove potrete effettuare partite da uno contro uno fino ad un massimo di cinque contro cinque e, per finire, le partite online.

Imperfezione nel Terzo Tempo

Pur non cambiando di molto la formula, 2K è riuscita ad apportare notevoli migliorie al sistema di gioco. La difesa sotto canestro permette di posizionare ora i giocatori in modo manuale, mentre un algoritmo indirizzerà il giocatore verso un avversario  nel caso in cui la propria squadra non sia in possesso della palla. In questo modo basterà un ottimo tempismo per rientrare in possesso del pallone.

Un’altra aggiunta interessante è la modalità impeto, attivabile durante le partite. Una volta riempito l’apposito indicatore, migliorerà le statistiche della squadra temporaneamente e aggiungerà nuovi contenuti per il giocatore: fate attenzione però, perché la barra scenderà immediatamente a zero se farete un tiro sbagliato o perderete la palla.

nba 2k19

Passando alle note dolenti, l’intelligenza artificiale, se pur migliorata, commette ancora errori goffi, come un ritardo nel tornare in difesa o nel marcare determinati giocatori. Inoltre, le microtransazioni, che pur non risultando invasive durante la personalizzazione del personaggio, possono infastidire chi non le utilizza perché facilitano la crescita degli avversari.

Nulla da dire riguardo il comparto tecnico, magari i caricamenti non saranno brevi, ma il resto si attesta su altissimi livelli, con un realismo notevole e una riproduzione fedele degli atleti. Il comparto audio come ogni capitolo è di ottima qualità, riesce a coinvolgere il giocatore grazie agli effetti sonori che rappresentano ogni stadio, il tutto accompagnato dalla tracklist di genere Rap e Hip Hop.

Anche quest’anno il titolo prodotto da 2K si differenzia dal predecessore, occupando il trono come miglior titolo sportivo di Basket. Il titolo avrà pure le microtransazioni e non avrà avuto grossi stravolgimenti nel gameplay, ma se riuscite a chiudere un’occhio, è un titolo che gli amanti del genere non possono lasciarsi scappare.

NBA 2K19

  • Modalità Mia Carriera coinvolgente
  • Graficamente notevole
  • Gameplay migliorato
  • Presenza delle microtransizioni
  • A volte l'IA pecca
Tags

Daniele Morabito

Amante di tecnologia e videogiochi, vorrebbe averli tutti ma è limitato dallo spazio della sua dimora. Gli piace collezionare oggetti come action figure, leggere fumetti e libri. Vorrebbe assaggiare ogni cibo di questa terra.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker