fbpx
Videogiochi

NBA 2K20: la nostra prova hands-on a Colonia

Torniamo a prendere in mano la palla a spicchi durante la Gamescom 2019

Tra i tanti campi in cui spazia l’universo del videogioco, uno dei più importanti è sicuramente quello sportivo. Virtualmente tutte le discipline sono state trasposte in versione videoludica, consentendo agli appassionati di mettersi nei panni dei propri campioni o della propria squadra preferita e cimentarsi in sfide di ogni tipo. Ovviamente non manca il basket tra le tante possibilità. E così, a Colonia durante la Gamescom 2019 abbiamo potuto testare anche NBA 2K20, nuovo capitolo della fortunata saga di 2K Sports.

NBA 2K20: il derby di Los Angeles

nba 2k20 hands-on colonia gamescom 2019

Durante la nostra prova del titolo siamo scesi in campo in terra californiana per un match classico. Da una parte i Los Angeles Clippers (controllati da noi), dall’altra i Lakers, affidati al nostro avversario.

I primissimi momenti sono serviti a prendere confidenza con le rispettive squadre e i comandi. In realtà però è tutto estremamente intuitivo e dopo poco entriamo nel vivo dell’azione. Lo scontro è acceso e le azioni, piano piano, si fanno sempre più articolate. Non ci sono grandi rivoluzioni da un punto di vista di configurazione dei tasti, per cui è facile rientrare nel mood dei capitoli precedenti della serie.

Al di là delle considerazioni sull’andamento della partita (ma se siete curiosi, vi riveliamo che ne siamo usciti vincitori), quello che conta è ovviamente il gameplay. Come detto le innovazioni appaiono ridotte. Non è tuttavia un problema: l’esperienza di gioco della serie è già ottima e non c’erano grosse necessità di modifiche.

Volete scendere in campo anche voi?

nba 2k20 hands-on colonia gamescom 2019

Insomma, se già conoscete il brand sapete già cosa aspettarvi da questo NBA 2K20 e probabilmente avete già deciso se inserirlo nella vostra wishlist o meno. Se invece siete appassionati di pallacanestro e non vi siete mai avvicinati a questa serie ci sono alcuni aspetti che potrebbero incuriosirvi.

Innanzitutto la quasi totale assenza di ‘barriere all’ingresso’. NBA 2K20 saprà coinvolgervi fin dai primi momenti e riuscirete a divertirvi anche senza competenze pregresse nel gioco. Uno sguardo rapidissimo ai comandi vi permetterà comunque di riuscire a giocare tranquillamente e fare delle azioni appassionanti.

Passo passo riuscirete poi a padroneggiare sempre meglio anche le ulteriori possibilità del gioco e a raggiungere alti livelli di spettacolarità. Insomma, facile da iniziare ma sufficientemente impegnativo da sfruttare al suo massimo.

Un altro fattore fondamentale è l’ottima ricostruzione dell’ambiente NBA. Al di là di note di colore come gli spettacoli di cheerleader e mascotte durante time out e intervalli, ci sono anche aspetti più rilevanti attentamente curati. I giocatori ad esempio sono caratterizzati nel dettaglio, a partire dai più celebri e importanti, negli atteggiamenti sul campo, nei movimenti e nelle cutscene. Quando controllate LeBron James il feeling non è quello di controllare semplicemente ‘un giocatore forte’, ma proprio LeBron James.

Insomma, NBA 2K20 è un’ottima scelta per chi vuole provare a calcare il parquet e vivere il basket tramite il videogioco. Che siate fan di lunga data della serie o che vi approcciate ad essa per la prima volta, siamo sicuri che saprà soddisfarvi.

NBA 2K20 sarà disponibile per PC, Xbox One, PlayStation 4 e Nintendo Switch a partire dal 6 settembre.

Tags

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker