fbpx
FeaturedNewsTech

Netflix: dite addio al primo mese di prova

Niente 30 giorni gratuiti: da oggi Netflix si paga già dal primo giorno

Netflix ha abolito il mese di prova. Ebbene sì, ora per sfruttare il famoso servizio di streaming dovrete pagare l’abbonamento da subito, senza quindi usufruire dei sempre apprezzati 30 giorni gratuiti. Un cambio di rotta importante che, al momento, non risulta accompagnato da una motivazione ufficiale. L’azienda infatti non ha ancora rilasciato dichiarazioni in merito.

Un provvedimento tutto italiano

Difficile definire con certezza le ragioni del provvedimento. Quel che è certo è che non si tratta di una novità globale: in altri Paesi europei il periodo di prova risulta ancora vivo e attivo.

Una prima ipotesi riguarda i costi di questi primi 30 giorni. Il mese di prova infatti, gratuito per l’utente, aveva comunque un impatto sul bilancio dell’azienda, un impatto probabilmente molto importante considerando la tendenza degli utenti ad aggirare le limitazioni di questo sistema. Sono infatti parecchie le persone che hanno deciso di creare più account per usufruire di altrettanti mesi di prova. Il cambio di rotta quindi potrebbe essere quindi una sorta di soluzione a questo annoso problema.

Una seconda ipotesi invece sembrerebbe collegata ai rincari degli abbonamenti, rincari che coinvolgeranno gli Stati Uniti a partire da maggio. L’abolizione del periodo di prova quindi potrebbe essere parte della nuova politica di Netflix, una politica che sembra però destinata a scontentare parecchi utenti. In ogni caso niente panico: le tariffe per ora sono invariate e l’azienda non ha annunciato alcun tipo di aumento.

Le nostre ovviamente rimangono mere speculazioni. Rimaniamo quindi in attesa delle dichiarazioni ufficiale del colosso dello streaming che questa volta non potrà sicuramente nascondersi dietro il classico “Scusate, era un test“.

Tags

Team di redazione

L'account della redazione di Tech Princess e Tech Business.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker