fbpx
NewsTech

Nikon e Max Leitner insieme per combinare architettura e free running

Nikon ha deciso di collaborare con il fotografo tedesco Max Leitner per unire la travolgente architettura contemporanea con le capacitò del free runner Benni Grams, creando incredibili illusioni ottiche.

Le immagini pongono in maniera strategica Benni nel mezzo delle strutture più affascinanti di Varsavia, merito anche degli obiettivi grandagolari Nikkor. In particolare Max ha utilizzato – in combo con l'ammiraglia D850 – i seguenti obiettivi:

  • AF-S NIKKOR 16-35mm f/4G ED VR: si tratta di un obiettivo ultragrandangolare che vanta la riduzione vibrazioni per offrire immagini stabili sia al sensore sia al mirino. Il design ottico consente di raggiungere una risoluzione e un contrasto superbi nelle più svariate condizioni.
  • AF-S NIKKOR 14-24mm f/2.8G ED: un grandangolo estremo e un obiettivo luminoso, per professionisti, caratterizzati dal trattamento Nano Crystal Coat allo scopo di ridurre gli effetti fantasma e luce parassita. Offre nitidezza ai margini e agli angoli in grado di superare quella degli equivalenti obiettivi a lunghezza focale fissa.
  • AF-S NIKKOR 24mm f/1.4G ED: quest’obiettivo grandangolare ultra luminoso assicura
    immagini straordinariamente nitide anche in condizioni di luce scarsa. Inoltre, la sua ampia
    apertura massima offre un’immagine nel mirino luminosa, con un motore Silent Wave per un autofocus veloce e discreto.
  • AF-S NIKKOR 35mm f/1.4G: obiettivo grandangolare luminoso professionale con lunghezza focale singola e apertura f/1.4. Vanta un elemento della lente asferica per una risoluzione e un contrasto di qualità superiore. Un modello robusto e affidabile, le cui prestazioni ottiche lo rendono l’opzione ideale per i fotografi che desiderano un obiettivo resistente.

"Siamo circondati da linee davvero interessanti e io sono sempre stato costretto a sezionare l’ambiente in ragione delle potenzialità della fotografia. L’uso delle linee dell’architettura contemporanea per guidare e, talvolta, confondere l’osservatore mi consente di plasmare l’ordinario in una nuova rappresentazione visiva. L’astrazione e la manipolazione di tali linee mediante la composizione danno la possibilità di sfidare la percezione spaziale dell’osservatore. – spiega Max LeitnerSiamo giunti a Varsavia per vedere in quale modo potevamo spingere questi limiti, rendendo contemporaneamente giustizia alla magnificenza dell’architettura contemporanea presente in città”.

Team di redazione

L'account della redazione di Tech Princess e Tech Business.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button