fbpx
NewsTech

Nuance Communications: 2019 all’insegna di AI più consapevole e smart

Nel 2019 bot sostituiti da assistenti virtuali e maggiore attenzione delle aziende agli investimenti

Sulla base dei dati dell’Osservatorio Artificial Intelligence della School of Management del Politecnico di Milano scopriamo che il 56% delle aziende italiane ha già avviato progetti riguardanti l’Intelligenza Artificiale: l’anno 2018 è stato decisivo per la crescita esponenziale di questo fenomeno. Mossi da questi dati, gli operatori di Nuance Communications, principale fornitore di soluzioni vocali e di imaging, hanno cercato di sottolineare i trend che influenzeranno il 2019 in questo ambito.

I bot aziendali diventeranno assistenti virtuali smarti smart

Nel corso del 2019 assisteremo al cambiamento radicale dell’utilizzo dei bot aziendali. Si aboliranno conversazioni limitate e unidirezionali, introducendo veri e propri operatori virtuali, perfettamente in grado di sostenere dialoghi intelligenti e di rispondere a domande complesse e specifiche. In questo modo gli utenti saranno gestiti a 360°, con attenzione ai loro bisogni e alle loro abitudini.

Attenzione focalizzata sul ROI ( Return on Investment )

Una volta introdotta l’AI nella gestione del proprio business, al fine di rientrare nella competizione di mercato, le aziende adesso sentiranno la necessità di verificare la natura del loro investimento: c’è un effettivo miglioramento tangibile? Se sì, di quanto?

Inoltre, si tenderà a focalizzare l’importanza della collaborazione tra Intelligenza Artificiale ed esseri umani affinché sia chiaro in quali casi l’uomo può essere più indicato per l’interazione con una persona e viceversa quelli in cui da solo, privato dell’aiuto di supporto AI, il suo operato risulterebbe insufficiente.

L’intelligenza artificiale è dunque intesa come tool per migliorare l’esperienza dei clienti attraverso servizi sempre più utili, forniti dalla cooperazione di macchina ed uomo. Questo è il pensiero di Thomas Hebner, Head of Product Innovation, Nuance Communications, che infatti sostiene:

“I trend attesi per il nuovo anno confermano la centralità dell’Intelligenza Artificiale nello sviluppo dell’ecosistema aziendale e nella definizione del futuro di servizi e di una quotidianità sempre più smart, già registrata nel 2018. Il nuovo anno sarà cruciale per l’ulteriore evoluzione di IA che vedrà maggiore consapevolezza e attenzione da parte delle aziende che vogliono misurarne concretamente i risultati. A partire dall’esperienza diretta dei clienti, Nuance è costantemente impegnata a offrire soluzioni all’avanguardia per aiutare le aziende a rimanere competitive sul mercato indirizzando e anticipando in modo pro-attivo le nuove esigenze dei consumatori.”

Maggior informazioni sulle attività di Nuance Communications disponibili sul sito ufficiale.

[amazon_link asins=’B079PPQJWP,B07BRH8169,B0792HCFTG’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’7fe95940-e6a2-471a-bd75-92f1f55e2f2d’]

Valeria Schifano

Passo le mie giornate a leggere e scrivere. Vivo in costante simbiosi col mio smartphone, o meglio con quello di turno: è a tutti gli effetti un'appendice del mio corpo. Nulla sfugge all'occhio attento della mia fotocamera: amo scattare. Sì, specialmente il cibo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button