fbpx

Funzionali e super-economiche, le Onikuma K1 sono le cuffie da gaming prodotte da Millso e pensate per tutti coloro che non vogliono spendere cifre esagerate per portarsi a casa un buon headset. Certo, non sono perfette, ma a meno di 30 Euro sono comunque una buona soluzione.

Una questione di posizione

Naturalmente il prezzo contenuto impone l'utilizzo della plastica. Questo significa che una volta prese in mano la sensazione non sarà certo quella di un prodotto Premium ma questo non significa che le cuffie non siano di buona fattura. Al contrario, la qualità costruttiva è eccellente e l'archetto risulta morbido e piuttosto comodo. Un discorso a parte invece lo meritano i padiglioni. Il memory foam infatti li rende sicuramente piacevoli anche a lungo termine, a patto però che riusciate a trovare la posizione giusta. Le prime prove con le Onikuma K1 infatti sono risultate fallimentari. La sensazione infatti era di aver indosso qualcosa di fastidio e decisamente poco confortevole, capace di premere sulla testa e di rovinare l'esperienza d'utilizzo. Dopo qualche tentativo però sono riuscita ad individuare la posizione perfetta, almeno per me, il che mi ha permesso di utilizzarle per qualche ora senza desiderare di toglierle ed interrompere la sessione di gioco.

A disposizione poi abbiamo anche un microfono direzionale flessibile che può essere abbassato o alzato in base alle vostre necessità. Attenzione però: il meccanismo è a scatti e dovrete esercitare un pochino di forza per riuscire a spostarlo, per altro ricordandovi di tenere ferme le cuffie con l'altra mano, altrimenti rischierete di sfilarlarvele accidentalmente.

Il cavo invece è in nylon, intrecciato e di ottima fattura, progettato per evitare nodi e grovogli. A disposizione poi avete un doppio jack da 3,5 mm, per le cuffie e per il microfono, e un USB che serve unicamente ad attivare i LED presenti sui due padiglioni e sulla punta del microfono. In dotazione c'è anche uno splitter che vi permette di unire i due jack; questo vi consentirà di usare le cuffie anche su console, con i PC dotati di un solo ingresso e con smartphone e tablet.

Vi segnalo infine la presenza di un dongle, dongle che, a dire il vero, non ho particolarmente apprezzato. Situato lungo il cavo e, a mio avviso, inutilmente grande, questo componente vi aiuta ad attivare e disattivare il microfono e a regolare il volume. Il funzionamento della ghiera però è insolito: ruotando verso il basso alzerete il volume, mentre effettuando il movimento opposto lo alzerete. Niente di grave, ma vi ci vorrà qualche giorno per abituarvi.

Come si comportano le Onikuma K1?

Una volta collegato, questo headset sfrutta i driver da 50mm al neodimio per offrire un suono ricco e cristallino, perfetto per giocare e per immergersi in qualsiasi battaglia. Non sono male nemmeno durante la visione di un film o per l'ascolto di un po' di buona musica anche se, ovviamente, siamo lontani da quelle cuffie pensate principalmente per gli audiofili.

Buono anche il microfono con cancellazione del rumore, il che vi consente di comunicare senza problemi con i vostri compagni di squadra.

Insomma, sul campo si comportano bene. Certo, le Onikuma K1 non sono cuffie adatte alla quotidianità, almeno per me, ma sono assolutamente ideali per i gamer che vogliono risparmiare senza rinunciare ad un audio di buona qualità, ad un design moderno e ad un microfono assolutamente adatto allo scopo.

Volete acquistarle? Allora sappiate che fino al 31 maggio potete usare il codice 952BRK3W per avere il 40% di sconto!


Like it? Share with your friends!

What's Your Reaction?

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Erika Gherardi

author-publish-post-icon
Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.