NewsViaggi

Parcheggi: negli aeroporti costano quasi come il volo

Secondo una ricerca effettuata da AirHelp, prima di partire per un viaggio bisogna considerare tutti i costi, tra cui anche il parcheggio

parcheggi

Avete trovato un volo dal prezzo estremamente conveniente e non vedete l’ora di partire? Prima di farlo dovrete considerare anche tutte le altre variabili accessorie, tra cui spicca il costo dei parcheggi. Secondo una ricerca svolta da AirHelp, infatti, quest’ultimo finisce spesso per eliminare tutto il risparmio accumulato grazie al volo.

I costi dei parcheggi

Dopo aver aiutato milioni di italiani ad ottenere rimborsi per voli in ritardo o cancellati, AirHelp ha voluto fornire loro un ulteriore supporto, effettuando una ricerca incentrata sui prezzi di una settimana nei parcheggi dei principali aeroporti italiani.

Una volta raccolti tutti i dati, la società ha stilato una classifica, partendo dall’aeroporto più costoso fino ad arrivare a quello più conveniente.

Al primo posto dell’elenco si posiziona il parcheggio ufficiale dell’aeroporto di Bologna Marconi, dove una settimana può velocemente costringere tutti i viaggiatori a spendere sui 98,00 €. A discostarsi i poco dal primo è l’aeroporto di Firenze Perentola, dove i prezzi si aggirano intorno ai 93,00 €. Il terzo posto è invece occupato da Roma Fiumicino, dove una settimana di parcheggio può arrivare a costare sui 92,70 €.

A continuare la classifica sono gli aeroporti di Bari Palese e Milano Malpensa, dove i prezzi sono rispettivamente di 91,35 € e 74,00 €. A pari merito con prezzi di 65,00 € sono i parcheggi dell’aeroporto di Palermo Falcone-Borsellino e quello di Bergamo Orio al Serio. Ultimo dell’elenco è Napoli Capodichino, il cui prezzo si aggira intorno ai 53,00 €.

A commentare i dati raccolti è Roberta Fichera di AirHelp, secondo cui i passeggeri che hanno fretta di parcheggiare l’auto vicino al terminal del loro volo possono quasi sperare che faccia un ritardo così da poter andare alla ricerca di una struttura più lontana e conveniente.

In caso di ritardo o cancellazione del volo, inoltre, la società potrebbe permettere a tutti i viaggiatori di ottenere risarcimenti fino a 600 euro.

Cosa pensate dei dati raccolti dalla società?

Tags

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker