fbpx
CulturaNewsTech

Parcheggi intelligenti: come gestire la mobilità urbana

Nelle città in cui gli spazi per la sosta diminuiscono sempre di più oppure hanno prezzi altissimi qualora siano disponibili, il parcheggio ormai è diventato l'incubo di ogni automobilista. La soluzione, però, potrebbe essere dietro l'angolo: parliamo dei famosi parcheggi intelligenti.

Questa è una questione che merita di essere affrontata in modo più approfondito nel riquadro della mobilità urbana. Per molti anni ciò è stato fatto introducendo parcheggi a pagamento La cui tariffa, però, è un costo che fin troppi automobilisti sono disposti a pagare per avere un impatto significativo sulla riduzione del traffico. Ad esempio in America obbligano a costruire un determinato numero di parcheggi ad ogni nuovo edificio, ma ciò porta alla "cementificazione selvaggia", aumentando il numero di macchine sulle strade.

Iil 40% circa del traffico è causato dai veicoli in cerca di parcheggio; se saremo in grado di indirizzare l'automobilista verso un posto disponibile, metà di questo traffico potrà essere ridotto! Questo tipo di tecnologia ce l'abbiamo: dobbiamo solo iniziare ad applicarla. A San Francisco e nel quartiere londinese di Westminster lo smart parking sfrutta sensori wireless inseriti sotto l'asfalto che, attraverso una app, sono in grado di comunicare agli automobilisti dove si trovano i parcheggi liberi e guidarli verso di essi.

Inoltre gli automobilisti possono pagare il parcheggio tramite l'app ed eventualmente prolungare la loro sosta, in caso di imprevisti. Per loro sarà più semplice pagare e la tariffa sarà anche più corretta poiché pagheranno i minuti effettivamente utilizzati. Sempre a San Francisco il SFPark è attivo dal 2011 ed è costato 20 milioni di dollari: questo però ha ridotto il traffico "parassitario" del 50%!

Kapsch TrafficCom sta già promuovendo progetti in questa linea negli Stati Uniti e si sta attivando anche in Italia, attraverso una sperimentazione all’interno del
progetto Torino Living Lab che prevede il testing di un sistema di monitoraggio dello stato di occupazione dei parcheggi per disabili e per il carico-scarico merci.

 

Tags

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker