!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js');
perseverance nasa marte

Un particolare curioso su Perseverance della NASA
Perseverance, della NASA, è pronto a partire per Marte e porterà con sé una roccia antica e preziosa appartenente al Pianeta Rosso.


Tra pochi giorni la NASA lancerà il suo rover Perseverance su Marte. Il lancio della missione Mars 2020 è fissato per il 30 luglio, tra le 13:50 e le 15:50 italiane.  Perseverance è dotato di molti strumenti, tra cui dei radar che analizzano i materiali circostanti. Ma la curiosità più grande della missione è che il rover riporterà indietro una roccia su Marte. Scopriamo perché.

Perseverance si calibrerà su Marte grazie alla roccia che ha con sé

Perseverance riporterà una roccia sul Pianeta Rosso che gli scienziati ritengono abbia avuto origine su Marte circa dai 600.000 ai 700.000 anni fa, come riporta la BBC. Il tutto per un affascinante motivo scientifico. La roccia, scoperta per la prima volta nei deserti dell’Oman nel 1999, è uno dei nove materiali che il rover della NASA porterà con sé. Questi materiali, alloggiati all’interno di un dispositivo sul rover chiamato Sherloc, serviranno a calibrare il radar e lo spettrometro di Perseverance.

Le proprietà conosciute della roccia fungeranno da calibrazione per confrontare il funzionamento del rover. Darà maggiore fiducia a tutte le scoperte che il robot potrebbe fare. Ciò sarà particolarmente importante se Perseverance si imbatterà in qualcosa che suggerisca la presenza della vita passata sul pianeta – una delle grandi ricerche della missione. Praticamente sarà la prova del nove, un confronto sicuro e affidabile per Perseverance.

“Controlleremo la calibrazione i primi 60-90 giorni e forse dopo non lo faremo più per sei mesi perché pensiamo che lo strumento sia davvero molto stabile.” ha detto alla BBC Luther Beegle, ricercatore principale di Sherloc al Jet Propulsion Laboratory della NASA.

L’obiettivo finale è quello di raccogliere rocce e materiali interessanti e sigillarli in un piccolo tubo. Perseverance è infatti dotato di 43 tubi da riempire con i materiali raccolti. Ogni tubo, una volta pieno, sarà depositato sulla superficie di Marte. Infatti questa missione non comprenderà il recupero dei materiali, Perseverance si limiterà a raccoglierli e immagazzinarli. Il recupero verrà effettuato in una futura missione, ancora in fase embrionale.

Nasa Circle Logo Cappuccio, Grigio (Grey Marl Spo), Medium...
  • Prodotto ufficiale Nasa.
  • Stile: felpa con cappuccio da uomo.

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link