fbpx
Porsche Panamera

Porsche Panamera, con il restyling aumenta anche la potenza
La berlina e la GTS del marchio tedesco si aggiornano soprattutto dal lato dell'ibridazione... e delle prestazioni


Quattro anni dopo la sua uscita, la seconda generazione della Porsche Panamera offre un (leggero) aggiornamento. Come riconoscere questa versione 2021? Ora tutti i modelli montano di serie il frontale Sport Design, prima disponibile solo su richiesta, caratterizzato da distintive griglie delle prese d’aria, grandi aperture di raffreddamento sui lati e proiettori dal design monolinea. Nella parte  posteriore ridisegnata scorre ora senza soluzione di continuità sopra il portellone una fascia luminosa che segue un profilo opportunamente adattato e collegando in modo fluido i due gruppi ottici posteriori a LED dal design rinnovato. A questo si aggiungono cerchi più lusinghieri e due nuove vernici (ciliegia e marrone tartufo).

Porsche Panamera, debutta la versione Turbo S

Porsche Panamera
Panamera Turbo S

 La versione Turbo, che fino ad ora ha dominato il campo termico, scompare dal catalogo, a favore di una versione Turbo S. Questa adotta un nuovo scudo con luci di marcia diurna ad effetto 3D. Ma è sotto il cofano dove gli ingegneri di Zuffenhausen hanno lavorato di più. Hanno infatti scelto nuova turbina Borg-Warner e hanno rielaborato il motore. Il V8 da 4 litri che trasmette ora 630 cavalli a tutte e quattro le ruote tramite il cambio robotizzato PDK8, che vuol dire 80 CV in più rispetto a prima. La Turbo S accelera da 0 a 100 km/h in soli 3,1 secondi in modalità Sport Plus.

Porsche Panamera
Panamera 4S E-Hybrid, Sport Turismo

Anche la Panamera GTS ha visto aumentare la sua potenza, passando da 440 a 460 CV. Il V6 entry-level da 3 litri (330 CV) rimane invariato.

Novità anche nell’ibrido

Tra la E-Hybrid (462 CV) e Turbo S E-Hybrid (680 CV) ora entra la nuova 4S E-Hybrid data per 560 CV . Il trio offrirà un’autonomia in modalità 100% elettrica aumentata di quasi un terzo, circa 40 chilometri secondo lo standard WLTP. E grazie alla gestione elettrica ottimizzata, la Panamera ibrida sarà offerta in configurazione a zero emissioni. Per ottenere questi risultati, la berlina tedesca è dotata di una nuova batteria, sempre posizionata sotto il bagagliaio. La capacità degli accumulatori va da 14,1 a 17,9 kWh a parità di taglia. Solo il peso sale poco meno di 10 chili. La velocità massima arriva a 298 km/h.

All’interno, nessun cambiamento importante, ma un leggero profumo di 911 . La sportiva trasmette alla Panamera il volante e la gestione del servosterzo, che dovrebbero offrire sensazioni più precise. Anche le sospensioni pneumatiche sono state ottimizzate.

Porsche PanameraNovità anche nell’infotainment: lo schermo, sempre da 12 pollici, vede aumentare la sua risoluzione, ma soprattutto,  ora può contare su un nuovo processore più potente per rendere la navigazione più fluida mentre il controllo vocale risponde meglio alle richieste dei (fortunati) proprietari. Ci sono anche nuove tecnologie disponibili tra cui Voice Pilot, Risk Radar, Porsche InnoDrive e wireless CarPlay.

Prezzi e disponibilità

La nuova Porsche Panamera può già essere ordinata e arriverà nelle concessionarie ad ottobre. In Italia, il prezzo di vendita parte da 97.080 euro per la Panamera con trazione posteriore. Tutti gli altri modelli sono a trazione integrale e saranno proposti a prezzi che partono da 101.228 euro per la Panamera 4, da 134.412 euro per la Panamera 4S E-Hybrid, da 145.026 euro per la Panamera GTS e da 190.044 euro per la Panamera Turbo S. 


Carlo Moiraghi