fbpx
NewsTech

WhatsApp cerca di rassicurare nuovamente gli utenti sulla privacy

Ancora un tentativo da parte di WhatsApp per rassicurare gli utenti sulla privacy policy dell'App

Se la sicurezza dei vostri dati vi sta a cuore, vi farà senza dubbio piacere sapere che WhatsApp ha un nuovo piano per fornire agli utenti informazioni dettagliate sull’aggiornamento della sua privacy policy. Dopo che la piattaforma ha annunciato alcune modifiche alla gestione dei dati, le reazioni degli utenti sono state tra le più disparate. Tra queste, domina la preoccupazione latente per l’eventuale condivisione dei messaggi privati con Facebook. Proprio per questo, lo scorso giovedì la società ha spiegato agli utenti come leggere la nuova politica sulla privacy di WhatsApp. In questo modo, sarà possibile capire come vengono gestiti i messaggi aziendali e personali, che rispondono a due regolamentazioni diverse.

Privacy WhatsApp: così l’App cerca di tranquillizzare gli utenti

L’aggiornamento della privacy policy di WhatsApp riguarda per lo più la condivisione dei dati degli utenti con la società madre Facebook. Chiaramente, questo non riguarda i messaggi privati che gli utenti si scambiano tramite l’App, perchè protetti dalla crittografia end-to-end. C’è però da considerare che il servizio consente agli utenti di inviare anche messaggi agli account aziendali, e questi non sono protetti dalle medesime regolamentazioni. Effettivamente, i dati presenti all’interno di questi messaggi aziendali possono essere utilizzati per scopi commerciali, come ad esempio il targeting degli annunci su Facebook. A suo modo, l’applicazione ha cercato di spiegare questa modifica, che è però stata completamente travisata dal suo pubblico.

privacy WhatsApp

E proprio per tranquillizzare gli utenti, dopo il tentativo della funzione dello Stato di WhatsApp, la società ha deciso di inserire nell’App un banner che rimanda alla spiegazione della nuova policy. E se questo non dovesse bastare, il servizio potrebbe ricordare agli utenti di leggere la nuova policy e di accettarla per continuare ad utilizzare l’applicazione. Dal canto suo, WhatsApp ricorda che l’App è gratuita proprio perchè alcune aziende pagano per utilizzarla per raggiungere gli utenti. Ma questo non significa che i vostri dati siano dati in pasto ai grandi marchi. E per confermare che i nostri messaggi sono al sicuro, l’App ci fa notare che potrebbe essere davvero la sola piattaforma su cui questo accade.

Durante questo periodo, capiamo che alcune persone potrebbero controllare altre App per vedere cosa hanno da offrire. Abbiamo visto alcuni dei nostri concorrenti tentare di cavarsela affermando di non poter vedere i messaggi delle persone: se un’App non offre la crittografia end-to-end per impostazione predefinita, significa che possono leggere i vostri messaggi“. È un chiaro riferimento a Telegram, già criticata per la mancanza di una protezione adeguata ai messaggi. Ma, nonostante tutto, la privacy di WhatsApp sembra essere comunque debole rispetto ai competitor. Come se la caverà l’applicazione allora?

Samsung Smartphone Galaxy S21 5G, Caricatore incluso,...
  • Teleobiettivo da 64MP; Fotocamera frontale da 12MP; Fotocamera da 108MP; tutta la potenza necessaria per le migliori...
  • Smartphone con Display da 120 Hz Dynamic AMOLED 2X da 6,2 pollici: mantiene l’immagine brillante e fluida
  • Il telefono cellulare Galaxy S21 5G è dotato di batteria da 4.000 mAh, per una carica che ti accompagna tutto il giorno
Offerta
Samsung Galaxy M51 - Smartphone, Display 6.7" Super AMOLED...
  • Con la batteria da 7.000 mAh di Galaxy M51 puoi guardare un film o videochiamare i tuoi amici senza rinunce e grazie...
  • Vivi un'esperienza di visione completamente immersiva con il display da 6,7" di Galaxy M51. La tecnologia Super AMOLED...
  • Con le quattro fotocamere posteriori di Galaxy M51 puoi realizzare scatti come un vero professionista. Trasforma le foto...

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button