fbpx

Redmi Note 9 Pro e Note 9 Pro Max ufficiali: futuro best buy?


Ormai Redmi pare essersi resa piuttosto autosufficiente nei confronti di Xiaomi. A pochi mesi di distanza dall’avvento dei fortunati Redmi Note 8T ed 8 Pro, sono stati presentati (attualmente in India) i nuovissimi Redmi Note 9, nelle varianti Pro e Pro Max. Scopriamoli insieme.

Redmi Note 9 Pro e Note 9 Pro Max

Tralasciando un attimo la scelta poco originale del nome ( 🍎), concentriamoci sul nuovo design. Abbandonato il modulo fotocamera a semaforo, sul retro troviamo una quadrupla fotocamera posta in una placca quadrata al centro della cover. Sotto di essa, un comodo flash LED e niente altro: dov’è sparito il sensore di sblocco con impronta digitale? Su uno dei bordi laterali! La back cover è stata resa più pulita, in favore di un sensore laterale come negli ultimi modelli Honor o nel Samsung Galaxy S10e.

E sulla parte frontale? Non abbiamo grosse rivoluzioni rispetto al Redmi Note 8 Pro (qui la nostra recensione), a parte la fotocamera adesso ridotta ad un piccolo foro centrale invece che nel “gotch”. Il pannello aumenta leggermente di dimensioni (da 6.53 a 6.67 pollici), e nella parte in bassa rimane il “chin” (mento), più evidente rispetto agli altri tre bordi. Ritroviamo gli amatissimo jack da 3.5mm per le cuffie ed il sensore ad infrarossi per poter comandare i nostri televisori (e fare qualche scherzo quando siamo a cena fuori in qualche locale dotato di TV).

 

9 Pro e 9Pro Max, che differenza c’è? 

In realtà non molte. Il design dei due device è il medesimo, colorazioni comprese. Anche le specifiche non sono da meno: in entrambi troviamo un chipset Qualcomm Snapdragon 720G ed una super batteria da ben 5020 mAh. Tuttavia nel 9 Pro Max sarà ricaricabile con fast charge a 33w, mentre nel 9 Pro soltanto a 18w.

La differenza principale a cui potremmo fare più caso sarà da riscontrare nei sensori del modulo fotocamera: Redmi Note 9 Pro Max (eh, una fatica sia scriverlo che pronunciarlo ogni volta) è dotato di un sensore principale da 64 MP, un obiettivo ultragrandangolare da 8 MP (FOV 119°), un sensore Macro da 5 MP ed un sensore TOF per la profondità di campo (2 MP). La selfie camera è da 32 MP.

Sul Redmi Note 9 Pro il sensore principale passa da 64 a 48 MP, nessuna variazione sugli altri tre. Mentre la selfie camera frontale scende dai 32 ai 16 megapixel.

Unica altra differenza risiede nella memoria RAM a disposizione dei due modelli: nel 9 Pro avremo 4 o 6 GB di RAM, nel 9 Pro Max 6 o 8 GB.

Offerta
Xiaomi Redmi Note 8 Pro Smartphone,6GB RAM 128GB ROM...
  • Schermo da 6,53 "FHD + Protezione dagli schizzi Corning Gorilla Glass 5 Protegge il telefono da schizzi e schizzi...
  • Il primo smartphone in Spagna con una fotocamera quad da 64 MP 64 MP e 4 fotocamere di punta. Telecamera selfie da 20 MP...
  • Carica del 100% in 2 ore * Batteria da 4500 mAh di grandi dimensioni (tipo), compatibile con ricarica rapida 18 W...

Prezzo e disponibilità

Come sempre, il prezzo di questi device medio gamma non è mai alto, anzi, il titolo di best buy proviene proprio dall’alto rapporto qualità prezzo. Anche nella serie 9, Redmi non si comporta diversamente.

Troviamo infatti Redmi Note 9 Pro Max a partire da 14.999 rupie (circa 179€ ) per il modello da 6/64 GB; seguono il modello da 6/128 GB a 16.999 rupie (circa 202€) e quello da 8/128 GB a 18.999 rupie, circa 226€.

Con Redmi Note 9 Pro scendiamo ovviamente di prezzo, trovando il modello da  4/64 GB  a 12.999 rupie (circa 155€), ed il taglio da 6/128 GB a 15.999 rupie, circa 191€

Il 9 Pro sarà in vendita nel mercato asiatico a partire dal 17 marzo, il 9 Pro Max invece dal 22.

I prezzi italiani subiranno ovviamente un leggero aumento, consideriamo infatti il prezzo attuale di 229€ per il Redmi Note 8 Pro 6/128 GB. A breve seguiremo anche la presentazione in streaming per aggiornarvi con eventuali ulteriori dettagli sui due device, per cui stay tuned!


Livio Marino

author-publish-post-icon
Sangue siciliano, milanese d'adozione, mi piace essere immerso in tutto ciò che è tech. Passo le giornate dando ordini ad Alexa, Google ed al mio cane, Maverick.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link