fbpx
rubato-accesso-zoom-trend-micro zoom sicurezza

Cosa faccio se mi hanno rubato i dati di accesso di Zoom?
Negli ultimi giorni è emersa una criticità in merito al servizio di videoconferenze, che sta preoccupando molti


Nelle ultime settimane sono emerse criticità in merito al software di videoconferenze Zoom. Questa piattaforma, puntando alla semplificazione massima dell’esperienza utente, ha mostrato il fianco ad attacchi hacker e ora tanti account sono a rischio. Come comportarsi quindi in questi casi? Come procedere alla difesa dei propri dati? Insomma, cosa fare se ci hanno rubato le credenziali di accesso?

Mi hanno rubato i dati di accesso, ecco cosa consiglia Trend Micro

Ne ha parlato in merito Gastone Nencini, Country Manager di Trend Micro Italia, una società leader nella cybersecurity a livello globale. Il suo commento è partito dal sottolineare che per chi ha preso le giuste precauzioni in passato non ci sono problemi:

Nel caso di utenti aziendali per i quali il dipartimento IT ha predisposto un’autenticazione a 2 fattori, non dovrebbero esseri preoccupazioni perché lo username o la password non garantiscono accesso alla piattaforma ma è necessario un ulteriore codice inviato al telefono dell’utente“.

Dopodiché ha proseguito ricordando l’importanza di cambiare la password per i diversi servizi, magari sfruttando un buon password manager:

Per gli utenti privati, invece, consigliamo fortemente di cambiare la password non solo di Zoom ma di tutti quei servizi che utilizzano la stessa combinazione di username e password. Non è ideale utilizzare la stessa password per diversi siti o applicazioni, ma a volte è difficile e in questi casi si può utilizzare un buon Password Manager che funzioni sia su PC che sui dispositivi mobili“.

Infine ha evidenziato come le mosse effettuate da Zoom in seguito alla crisi hanno ridotto i rischi. Tuttavia, è ancora difficile sapere con sicurezza se ci hanno rubato l’accesso, per cui è il caso di prendere qualche cautela aggiuntiva:

Grazie alle nuove misure di sicurezza introdotte da Zoom e ad altre impostazioni come l’utilizzo di un sistema che generi meeting id e password, non dovrebbero esserci problemi nell’utilizzo della piattaforma. Oggi capire al 100% se le proprie credenziali sono state rubate o rivendute è difficile, soprattutto finché non vengono condivise online. Il consiglio è di cambiare immediatamente la password dei propri social media, del conto bancario online e altre applicazioni critiche.

Nel caso di applicazioni nelle quali non si riesce più a entrare perché magari è stata cambiata la password è bene avvertire subito il produttore, in quelle invece dove è possibile accedere consigliamo di verificare le impostazioni e la cronologia delle attività per capire se è stata apportata qualche modifica o effettuata qualche transazione“.

E voi? Siete al sicuro con le vostre password?


Team di redazione

author-publish-post-icon
L'account della redazione di Tech Princess e Tech Business.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link