fbpx
Tech

Samsung: ecco l’SSD SATA da 256 GB con oltre 100 strati di V-NAND

Più memoria in spazio ridotto: questo è lo scopo della tecnologia 3D V-NAND di Samsung per ora proposta su SSD SATA

Nonostante tutti i problemi di Samsung per quanto riguarda i ricavi ottenuti degli smartphone, le sue attività nel mercato del silicio e dell’archiviazione dei dati hanno sempre portato utili. Ci sono però dei rumors che anche questi mercati siano in sofferenza, motivo per cui l’azienda coreana si vanta della sua tecnologia di archiviazione di dati V-NAND di sesta generazione che è in grado di riempire più di cento strati di memoria 3D in una singola pila

Più memoria in meno spazio

Tralasciano gli aspetti più tecnici, tutto questo si riduce a una cosa sola è molto più semplice da capire:  più memoria in uno spazio più piccolo. Ciò è particolarmente importante quando si parla di archiviazione SSD spesso utilizzata in dispositivi con spazio limitato. Più spazio di archiviazione di dati puoi è possibile offrire nella stessa quantità di spazio, più il prodotto diventa allettante.

tecnologia-v-nand-2

Non sorprende quindi che Samsung dia enfasi della sua abilità di produzione che rende possibile tutto questo. Samsung utilizza la sua tecnologia 3D V-NAND che i pratica impila diversi strati di silicio per aggirare il problema dello spazio, estendendoli verticalmente anziché orizzontalmente.

Veloci e meno avare di energia

Questo, afferma Samsung, gli ha permesso di aumentare la capacità del 40% rispetto alla memoria di quinta generazione a 90 strati lanciata a maggio 2018. In termini di velocità, Samsung promette un aumento del 10% con una riduzione del 15% del consumo energetico.

Gli SSD SATA da 256 GB stanno entrando in produzione in serie e sono realizzati utilizzando la memoria V-NAND a 3 bit da 256 Gb (Gigabit). E questo, nelle intenzioni di Samsung, è solo l’inizio. Basandosi su questa memoria di sesta generazione, Samsung prevede di introdurre una tecnologia V-NAND a tre bit da 512 Gb per produrre dispositivi di archiviazione dei dati quali SSD e eUFS entro la fine dell’anno. Quest’ultimo sarà particolarmente importante per i futuri dispositivi mobili Samsung.

Una rassicurazione per il mercato

Il business dei semiconduttori di Samsung è stato uno dei suoi affari più stabili rispetto al mercato stagnante delle TV e al mercato fluttuante degli smartphone. Tuttavia, a causa della disputa commerciale tra Corea del Sud e Giappone, l’accesso di Samsung a materiali e prodotti chimici importanti per le sue tecnologie è stato influenzato. In un certo senso, questo annuncio, che arriva con quattro mesi di anticipo rispetta a quanto previsto, ha lo scopo di assicurare al mercato che tutto sta andando anche meglio di ogni più rosea previsione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button