fbpx
AttualitàCulturaNews

Riprendono i consumi in Europa: lo conferma N26

Secondo una ricerca della Mobile Bank N26, riprendono i consumi in Europa. Tra gli intervistati, dopo il difficile momento economico dato dalla pandemia, prevale la voglia di riprendere a spendere. Ecco tutti i dati forniti da N26.

Uno studio di N26 conferma che riprendono i consumi in Europa

Le conseguenze delle restrizioni dovute dalla pandemia Covid-19 si sono fatte sentire sui cittadini europei. Tuttavia, superato un primo periodo di totale sfiducia, una nuova ricerca della Mobile Bank N26 segnala una netta inversione di tendenza. Lo studio condotto, infatti, dimostra che in Europa sta crescendo un clima di crescente ottimismo tra i consumatori. Secondo il sondaggio i consumatori europei hanno risparmiato, in media, 145,91 € al mese durante l’emergenza pandemica. Si prevede che i risparmi medi aumentino ulteriormente a 158,30 € al mese una volta che le restrizioni saranno completamente eliminate. Sembrerebbe quindi che in molti, risparmiando durante la pandemia, siano ora più fiduciosi nello spendere.

I dati parlano chiaro: consumi in ripresa nel prossimo trimestre

Due europei su cinque (41%) hanno in programma di acquistare nuovi capi d’abbigliamento nei prossimi tre mesi. Anche i viaggi sono in cima alla lista dei desideri, con il 30% che pensa di organizzare un soggiorno in una località non lontana da casa. Uno su cinque (22%) pianifica acquisti in nuove tecnologie, come televisori e console di gioco. Gli europei sono ottimisti anche per quanto riguarda tutte le attività che favoriscono la socialità: la metà (48%) è sicura di poter andare in vacanza, desidera incontrare amici o familiari (47%) e prevede di riprendere a mangiare a ristorante o concedersi un aperitivo al bar (47%). Anche se permangono alcuni ostacoli alla completa ripresa, come, ad esempio, l’incertezza sul completamento delle campagne vaccinali e la preoccupazione per le varianti del virus COVID-19, con la progressiva diminuzione delle restrizioni in tutti i mercati, i sentimenti dominanti sono l’ottimismo e la fiducia nel futuro.

La spinta arriva dai giovani: un occhio al fattore demografico

La ricerca suggerisce anche che le generazioni più giovani stiano dando una spinta decisiva per la ripresa. Solo il 7% dei 25-34enni dichiara di non avere intenzione di fare acquisti nei prossimi tre mesi, contro quasi un terzo (31%) degli over 65. Ci sono anche evidenze che mostrano come la pandemia abbia indotto i consumatori a ponderare più attentamente le proprie spese. Tre su cinque tra gli intervistati in Germania, Olanda e Irlanda affermano che la pandemia li ha resi più consapevoli dell’importanza di fare acquisti presso aziende e negozi locali (59%). Allo stesso tempo, un terzo (33%) dei consumatori in Francia, Spagna e Italia afferma di essere più attento a come spende in generale.

Riprendono i consumi in Italia?

Il sondaggio ha coinvolto oltre 1.000 consumatori italiani e ha consentito di delineare un quadro nazionale. Questo, che poco si discosta da quello europeo, rivela alcuni aspetti specifici che caratterizzano il nostro paese.In particolare, prima dell’emergenza pandemica gli italiani dichiaravano che i loro risparmi mensili ammontavano in media a circa € 144,13, con una differenza tra i €165.08 degli uomini e i €121.17 per le donne. Questa differenza si è confermata anche durante il lockdown, quando sono stati sempre gli uomini a risparmiare di più. In generale, la maggioranza del campione prevede di risparmiare maggiormente dopo la fine delle restrizioni sanitarie (80%).

La digitalizzazione come via d’uscita da una fase critica

In merito alle abitudini degli italiani, Andrea Isola, General Manager di N26 per l’Italia e Southeast Europe, commenta:

In questo momento il nostro compito è favorire il consolidamento della fiducia dei clienti supportandoli nella pianificazione e gestione delle proprie spese, attività che possono diventare più semplici e immediate anche grazie ad alcune delle funzionalità che offriamo ai clienti – come Statistiche per categorizzare le abitudini di spesa o Regole per trasferire automaticamente denaro dal conto principale agli Spazi di risparmio. Siamo convinti che la digitalizzazione dei pagamenti e dei servizi bancari sarà uno dei fattori chiave per la ripresa dei livelli di spesa. Il digital banking diventerà un nuovo modo di fruire dei servizi finanziari, che riduce costi e tempi e migliora l’esperienza d’uso.’’

Le abitudini dei consumatori italiani

Una volta tornati alla piena normalità, si pensa infatti anche a quali acquisti effettuare. Interrogati a tal proposito, 2 italiani su 5 rinnoveranno il proprio guardaroba nei prossimi tre mesi (42%), il 29% prevede di effettuare spese legate a tecnologia e gaming come, ad esempio, una nuova console o una nuova TV, il 15% intende acquistare una nuova macchina e, infine, il 13% ha in programma di saldare i propri debiti.Per quanto riguarda le attività ricreative, il 51% è desideroso di poter frequentare di nuovo ristoranti e incontrare gruppi di amici, seppur all’aperto. Se poi la metà degli italiani dichiara di non avere timore di tornare in ufficio, rimane invece ancora qualche remora a incontrare amici e familiari all’interno di ambienti chiusi (34%) e ad andare al cinema.

Interrogati circa i piani per l’estate, il 35% ha intenzione di andare in vacanza in una località non distante da casa nei prossimi tre mesi e il 23% sta pianificando un soggiorno all’estero. Per le vacanze ‘domestiche’ prevale la fiducia (54%), che scende invece per i viaggi all’estero (31%). Tra le cause principali, la paura per le varianti COVID-19 (32%) e l’incertezza circa l’avanzamento dei piani vaccinali (22%). Proprio per andare incontro al desiderio di ripartenza degli italiani, rispondendo anche all’esigenza di maggior sicurezza, dal 5 giugno al 9 luglio 2021 N26 offre ai nuovi clienti un anno gratuito di N26 You, il conto corrente premium con copertura viaggio Covid inclusa e prelievi gratis in tutto il mondo, funzionalità avanzate per risparmiare e Supporto Clienti 7 giorni su 7.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button