fbpx
ShorTS-International-Film-Festival-vincitori-Tech-Princess

ShorTS International Film Festival, ecco i vincitori della 21esima edizione
L'edizione online è stata un grande successo


Domenica 12 luglio si è conclusa, con la cerimonia di premiazione, la 21esima edizione di ShorTS International Film Festival. L’edizione online ha riscosso un grande successo, vantando oltre 100mila visualizzazioni da tutta Italia. Scopriamo insieme chi sono i vincitori di questa edizione.

ShorTS International Film Festival, i vincitori

Vincitori-ShorTS-international-film-festival-Tech-Princess (1)

Tutta Italia ha partecipato a questa interessante edizione online. Al primo posto troviamo la Lombardia, seguita dal Friuli Venezia Giulia e il Veneto. I cortometraggi che non avevano la geolocalizzazione italiana, invece, sono stati visti da circa 13 paesi diversi.

Oltre all’Italia anche Algeria, Australia, Svezia, Regno Unito, Honduras, Germania, Stati Uniti, Nepal, Colombia, Argentina, Slovacchia e Canada hanno partecipato virtualmente alla manifestazione tenutasi a Trieste.

Andiamo a scoprire i vincitori della 21° edizione di ShorTS International Film Festival. Nella sezione maremetraggio il premio EstEnergy-Gruppo Hera va a “She Runs” di Qiu Yang (Cina, Francia 2019). La giuria ha sottolineato quanto  il respiro della fatica, della pressione psicologica, dei pensieri silenziosi di una giovane atleta diventino un macigno sulle sue ginocchia che non vogliono continuare la corsa.

Il regista, secondo la giuria, ha utilizzato un linguaggio sottile e poetico, permettendo al pubblico di immergersi in uno spaccato di vita quotidiana con inquadrature e movimenti di macchina che escludono il superfluo e sembrano penetrare la protagonista, carezzando i suoi stati d’animo fino a toccarne le ossa.

Una menzione speciale va a  “Exam” di Sonia K. Hadad (Iran, 2019) e “Stay Awake, be Ready” di Pham Thien An (Vietnam, Corea del Sud, USA, 2019)

Premio AcegasApsAmga

Il premio come miglior cortometraggio italiano va a “Il primo giorno di Matilde” di Rosario Capozzolo (Italia, 2019). La giuria ha apprezzato la capacità del regista di tenere alta la tensione con un certo pathos e una sottile malinconica ed ironia.

Il regista è riuscito anche ad affrontare egregiamente il delicato tema del rapporto fra padre e figli, mettendo in evidenza la crisi di identità maschile. Il corto è stato premiato per la delicatezza e l’originalità con cui vengono raccontati temi estremamente profondi, per la tecnica narrativa che accompagna lo spettatore in continue nuove prospettive e per i dialoghi che riescono a far commuovere e sorridere nell’arco di pochi minuti fino agli stessi titoli di coda.

Premio Prem1ere Film

Il premio come miglior cortometraggio non distribuito va a “Figurant” di Jan Vejnar (Francia, Repubblica Ceca, 2019).

Invece il premio AMC come miglior cortometraggio italiano se lo aggiudica “Il nostro tempo” di Veronica Spedicati (Italia, 2019). La giuria ha sottolineato la capacità della Spedicati di aver gestito, con semplicità, i diversi piani del racconto senza indulgere in compiacimenti formali.

Una menzione speciale va a “A colloquio con Rossella” di Andrea Andolina (Italia, 2019).

Infine il Premio Trieste Caffè come miglior cortometraggio votato dal pubblico di MYmovies lo vince “Lost & Found” di Andrew Goldsmith, Bradley Slabe (Australia, 2018).

Sezione Science&Society, in collaborazione con ESOF 2020

Il premio ESOF 2020 come miglior cortometraggio è di “Absence of Light” di Beatrice Aliné (Germania, 2019). La giuria ha premiato il sapiente utilizzo del montaggio e della tecnica del found footage, dove la costruzione narrativa è lasciata all’elaborazione delle sole immagini e dei suoni.

Una menzione speciale va a “Story” di Jola Bańkowska (Polonia, 2019).

Sezione Nuove Impronte

Faith-Tech-PrincessIl premio Nuove Impronte come miglior lungometraggio e il Premio ANAC come miglior sceneggiatura sono di “Faith” di Valentina Pedicini (Italia, 2019). La giuria ha apprezzato la capacità di aver saputo raccontare, in modo poetico, una storia di buio con lucente tenerezza, muovendo un intimo e appassionato dibattito.

Il Premio AGICI come miglior produzione va a Dugong Films per “Tony Driver” di Ascanio Petrini (Italia, Messico 2019).

Il Premio SNCCI come miglior lungometraggio votato dalla giuria del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani se lo aggiudica “Los fantasmas” di Sebastiàn Lojo (Guatemala, Argentina 2020). La giuria ha sottolineato la capacità della pellicola di donare al pubblico un’inquietudine sospesa che si muove tra le ombre, gli angoli e i tetti della città.

Una menzione speciale va a “The Trouble with Nature” di Illum Jacobi (Danimarca, Francia 2020).

Il Premio MYmovies come miglior lungometraggio votato dal pubblico online, infine, se lo aggiudica “The Trouble With Nature” di Illum Jacobi” (Danimarca, Francia 2020).

Sezione Shorter Kids’N’Teens

Il premio Shorter Kids come miglior cortometraggio va a “All in Good Time” di Bonnie Dempsey (Irlanda, 2018) e il premio Shorter Teens come miglior cortometraggio se lo aggiudica “Rain” di Piotr Milczarek (Polonia, 2019).

Il Premio Cinema del Presente va a Saverio Costanzo e, per concludere, il Premio Prospettiva lo vince Giulio Pranno.


Veronica Ronnie Lorenzini
Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.