fbpx
CulturaFeatured

Smart TV e 5G: come sta cambiando la televisione?

Se pensate che i giovani non la guardino più, vi sbagliate di grosso

Sempre più persone affermano di non guardare la televisione e di non possederne una. In realtà fare binge watching della nostra serie preferita o scegliere un film on-demand vuol dire a tutti gli effetti guardare la televisione. Vi siete mai chiesti come sta cambiando la tv al giorno d’oggi?

Dallo zapping al binge watching

La sua invenzione cambiò radicalmente il mondo dell’intrattenimento e dell’informazione negli anni ’40, e a sua volta il digitale sta rivoluzionando le nostre vite e ha inevitabilmente modificato anche i mezzi di comunicazione tradizionali. La TV è in assoluto e ancora oggi uno dei mezzi di comunicazione di massa più diffusi al mondo, perché costa poco ed è facile da usare. Nel corso degli ultimi decenni però ha subito numerose trasformazioni, dovute soprattutto all’avvento del digitale e poi di piattaforme di streaming come Netflix e Amazon Prime Video.

Come sta cambiando la televisionePrima, chi accendeva la televisione non aveva modo di interagire con il programma e aveva pochissimo controllo (al massimo, infatti, poteva cambiare canale). Oggi non è più così. Non a caso quest’anno l’”HDFI Innovation Day 2020”, evento organizzato dall’HD Forum Italia,  è stato intitolato “La TV corre in un vortice di innovazione” e ha affrontato varie tematiche d’attualità su come sta cambiando la tv: dal 5G broadcast alla televisione lineare via internet e via satellite, dal Next Generation Audio (NGA) alle nuove tecnologie streaming, fino all’uso dell’intelligenza artificiale nella distribuzione televisiva.

Oggi la televisione è diventata perlopiù on-demand, ovvero è lo spettatore a scegliere cosa guardare e quando guardarlo. Anche il mercato pubblicitario si sta dirigendo verso questa direzione. Il 52% dei media buyer sostiene che l’acquisto di TV lineare e digitale è ormai combinato, al punto che editori e concessionarie stanno abilitando un sempre maggior numero di opportunità di vendita che prevedono entrambe le opzioni.

Come sta cambiando la tv col 5G

Con la pandemia il processo di trasformazione è diventato ancora più urgente. Il covid-19 “ha determinato un’incredibile accelerazione dei processi evolutivi dell’impiego delle tecnologie, che oggi dobbiamo rendere obbligatoriamente operative per sostenere il nostro futuro”, ha dichiarato Benito Manlio Mari, presidente di HDFI. “L’arrivo del 5G renderà possibile la diffusione della televisione lineare e dei contenuti ‘on demand’ soprattutto sui dispositivi mobili, con affidabilità e qualità, innalzando l’esperienza dei consumatori da cui scaturisce una vera e propria personalizzazione delle modalità di fruizione”, ha aggiunto.

Guarda la tv dallo smartphoneMa chi è che guarda ancora la tv?

Lo stravolgimento della modalità di fruizione della televisione, tuttavia, non ha investito allo stesso modo tutte le fasce della popolazione. Spesso pensiamo che la generazione Z (i nati tra il 1995 e il 2010, gli adolescenti di oggi, per capirci), non guardi più la tv tradizionale. In realtà sono quelli che riescono a conciliare meglio la “vecchia” e la “nuova” televisione.

Da uno studio di Havas Media e ZooCom è emerso che la tv è ancora tra i mezzi di comunicazione più utilizzati dai giovani. Si legge infatti che “i più giovani guardano ancora la tv, ma la loro fruizione è completamente cambiata rispetto ad altre generazioni, intrecciandosi con l’on demand”. Streaming, commenti in real time sui social, possibilità di fruire la TV da computer o da smartphone in qualunque luogo ci si trovi: ecco come sta cambiando la tv . La domanda è: sapranno le emittenti, i produttori e l’industria adattarsi al cambiamento?

E’ quello a cui cerca di dare risposta l’“Ultra HD Book 2.0”, la nuova pubblicazione sui requisiti di base per i ricevitori TV del mercato italiano. Si tratta del diciannovesimo volume di una collezione nata nel 2004 e curata dall’associazione HDFI sin dal 2006. Questo nuovo volume intende guardare con lungimiranza alla tv 4.0 per delineare i punti cardine del broadcasting del prossimo decennio 2020-30.

Hisense H32BE5500 Smart TV LED HD 32", USB Media Player,...
  • Hdtv con dimensioni dello schermo 80 cm (32 pollici)
  • Risoluzione e immagine: 1.366 x 768 pixel (risoluzione hd), numerose modalità immagine, tecnologie di miglioramento del...
  • Ricezione e connettività: triplo sintonizzatore per dvb-c, dvb-s2, dvb-t2 HD (codec h.265), slot ci +, wifi, ethernet,...

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button