fbpx
FeaturedNewsTech

Smartwatch di Facebook in arrivo nel 2022?

Lo rileva The Information. Il concorrente di Apple Watch dovrebbe essere pronto il prossimo anno

Facebook starebbe approntando uno smartwatch che con buona probabilità sarà lanciato sul mercato nel 2022. La notizia, data in anteprima venerdì 12 febbraio dal quotidiano statunitense online The Information, sta facendo il giro del mondo.

Smartwatch Facebook in preparazione per il 2022?

Secondo alcune indiscrezioni trapelate, il dispositivo cui sta lavorando l’azienda di Menlo Park dovrebbe essere pronto in una prima versione entro la fine del prossimo anno. Ma pare che i tecnici stiano già progettando una seconda generazione di smartwatch, che potrebbe essere lanciata sul mercato nel 2023.

Come potrebbe essere lo smartwatch Facebook

Lo smartwatch dovrebbe funzionare su Android, e a oggi non è dato di sapere se utilizzerà il sistema operativo Wear OS di Google o un sistema proprietario in via di sviluppo in casa Facebook.

Secondo quanto è stato riferito, il dispositivo avrà una connessione diretta a Internet, e non sarà quindi necessario alcuno smartphone. Oltre alle normali funzionalità di un orologio, lo smartwatch targato Facebook avrà funzioni di messaggistica attraverso una chat immediata. E sarà pensato per gli amanti del fitness. Che potranno tenere traccia degli allenamenti svolti, inoltrarli al proprio allenatore e tenere monitorato lo stato di salute attraverso una serie di parametri.

Il prezzo dovrebbe non discostarsi di molto dal costo di produzione. Ma soprattutto, il dispositivo dovrebbe potersi interfacciare con tutte le piattaforme di Facebook, e con i vari progetti hardware cui l’azienda di Mark Zuckerberg sta attualmente lavorando.

Non solo smartwatch

L’ambizione di Facebook dovrebbe essere quella di rendere questi futuri dispositivi compatibili con prodotti per la salute e il fitness di aziende big di settore. Tra cui c’è Peloton, che tra le altre cose mette a disposizione degli sportivi un allenatore virtuale.

Altro scenario altamente probabile sarà l’interazione tra lo smartwatch di Facebook e i dispositivi che l’azienda dovrebbe lanciare nei prossimi mesi, come una nuova linea di occhiali per la realtà aumentata a marchio Ray-Ban, forse già pronti entro la fine del 2021.

Lo smartwatch amplierebbe così il parco hardware di Facebook, che comprende i visori Oculus VR e i dispositivi di streaming video di Portal.

Le notizie sullo smartwatch Facebook e su altri investimenti della società in hardware di prossimo rilascio sono scarne. Anche perché i vertici della società non hanno voluto rilasciare alcuna dichiarazione al riguardo. Non hanno confermato ma, a dire il vero, non hanno neppure smentito.

facebook smartwatch

Facebook e i progetti hardware

Nonostante il silenzio dell’azienda, sappiamo che il colosso di Menlo Park ha oltre 6.000 dipendenti che lavorano su vari progetti di realtà aumentata e virtuale, sia in divisioni come Oculus e Portal che in iniziative sperimentali, nella divisione Facebook Reality Labs.

Facebook, inoltre, nel 2019 ha acquisito la startup CTRL-Labs, impegnata in interfaccia neurali. L’azienda è specializzata nella costruzione di meccanismi di input wireless, come ad esempio braccialetti in ​​grado di trasmettere segnali elettrici dal cervello ai dispositivi informatici, rendendo così superflui pulsanti e touchscreen.

È del settembre del 2020 la partnership tra Facebook e Luxottica, azienda italiana che produce e commercializza occhiali. E tra i marchi di proprietà di Luxottica c’è anche Ray-Ban, brand con cui Zuckerberg è al lavoro per il lancio di un paio di occhiali per la realtà aumentata.

apple watch

Perché lo smartwatch Facebook

Non sarà facile, per l’orologio di casa Facebook, aggredire un mercato già piuttosto affollato. Dove il rivale numero uno è naturalmente costituito da Apple Wtach. Lo smartwatch di Cupertino ha già cento milioni di utenti, e l’azienda è costantemente impegnata a rilasciare nuove funzionalità per il benessere e il fitness.

C’è addirittura chi ipotizza l’incursione di Facebook nell’universo smartwatch per aumentare il recupero dei dati personali degli utenti, che in questo caso potrebbero comprendere anche diversi parametri sanitari.

È certamente più realistico pensare al desiderio del CEO Mark Zuckerberg di aggredire quote di mercato per lui ancora inesplorate. D’altronde è recentissima la notizia secondo cui la sua breve apparizione su Clubhouse sarebbe stata tutto fuorché casuale: Zuckerberg starebbe già pensando al lancio di una piattaforma rivale del social del momento.

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button