fbpx
NewsTech

Snapchat sfida TikTok con la sezione Spotlight

Snapchat lancia Spotlight, una nuova sezione dedicata esclusivamente ai video virali

Il successo di TikTok sembra ingolosire le altre piattaforme. E dopo che Instagram ha lanciato Reels, ora anche Snapchat si dimostra intenzionata a competere con il colosso cinese. In queste ultime ore è stata lanciata la nuova sezione Spotlight di Snapchat, che mostrerà video verticali degli utenti più simili a meme e contenuti scherzosi.

Dimenticate quindi i video che raccontano quello che succede nella vostra giornata e immaginate di poter condividere qui video divertenti in perfetto stile TikTok. Ma scopriamo qualcosa di più sulla nuova sezione, che riserva interessanti sorprese per i suoi creator più affezionati.

Spotlight Snapchat: come funziona la nuova sezione

Se vi state chiedendo come funziona la nuova sezione Spotlight, la risposta è semplice: immaginatevi di portare TikTok dentro Snapchat. E dato che la piattaforma conosce bene la fama dell’App cinese, ha deciso di pensare ad un’iniziativa che possa invogliare gli utenti a condividere contenuti. Ogni giorno, fino alla fine del 2020, la società dividerà 1 milione di dollari tra i creator più popolari.

Questo significa che, indipendentemente dal vostro numero di follower, potete guadagnare cifre abbastanza notevoli condividendo un video che riscuota numerose visualizzazioni nel corso della giornata. La competizione sarà tra voi e gli altri creator. Chi ottiene più visualizzazioni, guadagna la parte maggiore del bottino. E se siete fortunati, il vostro video vi permetterà di guadagnare per più giorni consecutivi.

Snapchat Spotlight

Per il momento, la sezione Spotlight di Snapchat è stata resa disponibile in 11 diversi Paesi del mondo, tra cui Australia, Francia, Germania, Regno Unito e Stati Uniti. Tutti i video che finiranno in questa nuova tab dovranno avere la durata massima di 60 secondi, e non potranno essere scaricati per essere poi condivisi nel tradizionale Feed della piattaforma. Quando vi troverete a caricare un contenuto, dovrete fare quindi attenzione a toccare la voce “Spotlight” durante la condivisione, in modo tale da farlo comparire nella sezione.

Spotlight vs TikTok

Per quanto Spotlight sia nata con l’idea di competere con TikTok, non possiamo certo dire che le due piattaforme siano davvero identiche. Anzitutto, gli snap della nuova sezione non hanno abilitati i commenti pubblici, il che già si dimostra una bella differenza. E non solo. I profili degli Snapchatter rimangono privati per impostazione predefinita. Questo significa che possono continuare a creare contenuti pur senza rivelare mai la propria identità. Un dettaglio piuttosto interessante se consideriamo quanto invece siano visibili e noti i creator di TikTok.

Snapchat Spotlight

Nonostante queste piccole differenze, appare evidente che Spotlight sia stata progettata da Snapchat per essere dedicata esclusivamente ai contenuti video virali. E ci fa un po’ sorridere la mossa della piattaforma. Basta pensare che fino a qualche tempo fa Snapchat è stata l’innovazione del settore grazie all’introduzione delle Stories, che sono poi state riprese da tutti i social più noti. Ora invece è la piattaforma a riprendere l’idea di altri, ossia quella dei video virali di TikTok.

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button