fbpx
social-e-comuni-italiani-pa-facebook-anci

Social e comuni italiani, formazione gratuita per la PA


Social e comuni italiani, un rapporto difficile che dura ormai da anni. Facebook, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani e l’Associazione PA Social collaboreranno per sviluppare percorsi di formazione gratuiti ai comunicatori, portavoce e ai social media manager dei Comuni Italiani.

Comunicazione social e comuni italiani: un gap generazionale

Il percorso di formazione progettato dai tre enti nasce da una specifica necessità dei cittadini. Secondo un’indagine condotta dall’Osservatorio nazionale sulla Comunicazione Digitale (PA Social – Istituto Piepoli) il 78% degli italiani pensa che sia utile accedere a servizi e ricevere informazioni tramite i social network, inoltre questo strumento è ritenuto utile non solo dai millennials, ma anche dagli over 54 (per il 72%).

Ecco quindi che il mezzo di comunicazione delle piattaforme più note diventa uno strumento effettivamente funzionale e non un semplice rilancio mediatico propagandistico. In questi ultimi anni abbiamo assistito ad un crescente utilizzo dei social sia da parte di esponenti politici, sia da parte di amministrazioni che in entrambi i casi hanno spesso avuto un esito disastroso. Gli stessi italiani che chiedono maggior comunicazione di informazioni su portali come Facebook, sono dipendenti di strutture pubbliche che invece non comunicano in modo funzionale ed efficace sulle stesse piattaforme. Il gap generazionale che si è creato tra Pubblica Amministrazione e Cittadini denota una necessaria progressione delle strutture pubbliche di riferimento, in modo che i loro servizi recuperino la distanza dai cittadini.

36° Assemblea Annuale ANCI: il via al progetto di formazione

Il 20 Novembre si è tenuta ad Arezzo la trentaseiesima assemblea annuale ANCI che ha sancito l’inizio di questo percorso formativo con l’intervento dello stesso presidente, Antonio Decaro. I training gratuiti coinvolgeranno 8 regioni italiane con cadenza mensile toccando il Comune di Cagliari, seguito da Padova, Trieste, Palermo, Ancona, Napoli e Genova. L’obiettivo di questo triumviratum digitale è di promuovere una digitalizzazione avanzata tra i comunicatori della PA ed aiutarli a rispondere ai bisogno dei cittadini, sempre più bisognosi di un’interfaccia semplice e rapida. Sempre secondo l’indagine questo bisogno proviene dal 59% degli italiani che si aspetta dalla Pubblica Amministrazione un linguaggio colloquiale, visivo e multimediale.

LEGGI ANCHE: Podcast Roberta Cocco, l’assessore tech che ha digitalizzato il Comune di Milano

Comunicazione social e comuni italiani: master class “come comunicare alla cittadinanza”

Gli eventi si svolgeranno in due momenti: da una parte appunto la master class “Come comunicare alla cittadinanza” dove verranno condivise informazioni di base sull’uso di Facebook, dalla gestione delle pagine, alla tipologia di contenuti da condividere; dall’altra sarà incentrato sugli strumenti di advertising online con il focus orientato agli obiettivi di comunicazione, struttura delle campagne, creatività e criteri da utilizzare per la stima del budget. Ci saranno momenti dedicati ad un utilizzo consapevole di strumenti specifici come Facebook Live, Instagram Stories, Messenger e Gruppi densi di spunti utili per rendere la comunicazione con i cittadini più interattivi, stimolante e interessante con un occhio attento alla comunità locale. Al termine della giornata verranno sperimentate queste tecniche in gruppi di lavoro, in simulazioni di comunicazioni di eventi o informazioni su uno stato di emergenza.

Comunicazione social e comuni italiani: intervento di Antonio Decaro, presidente ANCI

social-e-comuni-italiani-pa-facebook-antonio-decaro“I social network avvicinano l’amministrazione comunale, che è per sua natura l’istituzione più prossima ai cittadini – dichiara Antonio Decaro, presidente dell’Anci – . Ma è fondamentale saper usare bene questi strumenti sia perché siano efficienti, quindi raggiungano tutti, sia perché, come in ogni altro contesto umano, anche sulla rete darsi delle regole è importante. Per questo abbiamo scelto di impegnarci, anche collaborando direttamente con Facebook in questo percorso di formazione, per sostenere l’approfondimento dell’uso di questi strumenti. Le pagine dei Comuni e di noi sindaci rappresentano uno sportello aperto 24 ore al giorno, al quale presentare richieste di intervento e di chiarimento, depositare lamentele e manifestare proposte. Credo quindi sia importante per tutti i professionisti impegnati nella comunicazione dei Comuni formarsi e scambiarsi buone pratiche, come è nello spirito dell’Anci”.


Alessandro Santucci

author-publish-post-icon
Videogiocatore nato, perito informatico, lettore, nerd, imprenditore digitale.. Mi piace definirmi "Apprendista": un apprendista multidisciplinare, essere apprendisti è uno stile di vita, non si smette mai di imparare.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link