fbpx
Cultura

Solo: A Star Wars Story, commentiamo il primo trailer

Curioso caso quello di Solo: A Star Wars Story. Parliamo del secondo spin-off della celebre saga fantascientifica, un film che, a circa quattro mesi dalla sua uscita nelle sale, ha già diviso pubblico e critica a causa delle solite voci di corridoio.

C'è chi si è lamentato dell'improvviso cambio di regia – passata dalle mani di Phil Lord e di Chris Miller a quelle di Ron Howard – della pessima recitazione dell'attore protagonista e persino della poca fiducia riposta dagli stessi produttori. Insomma, tante chiacchiere evitabili, ma questi pregiudizi sembrano aver già segnato il destino del lungometraggio dedicato a Han Solo, screditandolo agli occhi dei fan del franchise. In ogni caso, non si può restare facilmente impassibili davanti a questo primo, spettacolare, trailer.

Avevamo scelto questo Solo per la nostra Top 3 dedicata ai film più attesi del 2018, in occasione della quale abbiamo espresso la nostra più sincera curiosità per lo spin-off e, allo stesso tempo, qualche dubbio legato ai già citati problemi di produzione. Per questo motivo non potevamo esimerci dal commentare il trailer insieme a voi, analizzando brevemente gli elementi più interessanti che compongono questo primo filmato.

"Chi è strapezzente?"

"Vivo di truffe in strada da quando avevo dieci anni", sono queste le parole del giovane Han Solo (Alden Ehrenreich) che precedono la prima inquadratura in cui lo vediamo affiancato dalla co-protagonista di questo film; è Qi'ra, interpretata da Emilia Clarke, la Daenerys Targaryen de Il Trono di Spade. I due sono a bordo di uno speeder, presumibilmente per sfuggire alle grinfie degli immancabili Stormtrooper imperiali.

Dopo essere stato cacciato dall'accademia di volo, Han non ha voluto abbandonare il suo sogno: diventare "un pilota. Il migliore della galassia". Mentre ci avviciniamo alla fine del monologo di Han, scorrono le prime immagini di un Millennium Falcon nuovo di zecca, ovvero prima che diventasse il nostro amato "pezzo di ferraglia".

Ci spostiamo successivamente su un pianeta desertico, dove il nostro eroe incontra Beckett, personaggio interpretato dal carismatico Woody Harrelson, e che dovrebbe rappresentare una sorta di mentore per l'impavido Solo.

Beckett sarebbe alla ricerca di nuovi membri per un potenziale equipaggio, membri che ci vengono mostrati attraverso una rapida carrellata di immagini: la già citata Qi'ra – accompagnata da un nuovo droide – il promettente Lando Calrissian di Donald Glover, un personaggio sconosciuto interpretato da Thandie Newton (Westworld) e una misteriosa creatura in carne e CGI. Infine c'è il duo che abbiamo imparato ad amare con i film più celebri della saga, Han Solo e Chewbacca.

Come avevamo già appreso guardando i film della trilogia originale, il primo possessore del Millennium Falcon è stato Landro Calrissian, proprio come suggerito dalle scene del trailer in cui il personaggio di Glover si trova nella cabina di pilotaggio. Con ogni probabilità, Solo: A Star Wars Story ci racconterà l'episodio in cui Lando cede l'emblematica astronave a Han, dopo aver perso a una partita di sabacc.

Parlando di giochi d'azzardo, il trailer ci porta anche all'interno di un locale decisamente appariscente in cui rivediamo il volto della bella Qi'ra, la quale si rivolge al protagonista con la seguente frase: "Forse io sono l'unica che sa quello che sei davvero".

Neanche il tempo di poter assimilare le parole della Clarke che ci vengono spiattellate in faccia diverse sequenze, in primis quella in cui Han sta per sfoderare il suo blaster contro un gruppo di nemici, che ci hanno ricordato – per la scelta dell'outfit – i Caduti di Destiny. Qualche secondo dopo, lo stesso Han sarà impegnato a pilotare una navicella in condizioni a dir poco estreme, nel disperato tentativo di sopravvivere ad un'enorme esplosione.

"E sarebbe?", ed eccolo lì, il ghigno à la Han Solo, che si materializza sul volto di Alden Ehrenreich mentre risponde alla domanda di cui sopra.

Dopo aver visto il logo del film, gli ultimi secondi del trailer sono occupati da un'altra scena d'inseguimento che, per certi versi, richiamano le atmosfere di Rogue One. L'equipaggio del Millennium Falcon cerca la manovra evasiva per sottrarsi alle forze imperiali, rappresentate qui da un colossale Star Destroyer e da una flotta di TIE Fighter. Pericolo scampato, ma un immenso alieno tentacolare sembra non pensarla allo stesso modo.

Tirando le somme, sono stati circa novanta secondi di pura azione e di svariate anticipazioni in merito ai personaggi e alle ambientazioni che scopriremo in Solo: A Star Wars Story. Tuttavia il materiale è ancora troppo scarno per permetterci di azzardare qualche opinione sui problemi accennati nelle prime battute di questo articolo, in particolare riguardo le doti recitative di Ehrenreich e le differenze stilistiche che dividerebbero le sequenze girate dal duo Lord/Miller dal lavoro svolto da Ron Howard.

Quanto visto finora, comunque, lascia ben sperare e la nostra curiosità è sempre più alta. Non ci resta che armarci di tanta pazienza e attendere l'arrivo di questo film fantascientifico nelle sale italiane, previsto per il 23 maggio 2018. Voi cosa ne pensate?

Pasquale Fusco

A metà strada tra un nerd e un geek, appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e hi-tech. Scrivo di questo e molto altro ancora, cercando di dare un senso alla mia laurea in Scienze della Comunicazione e alla mia collezione di Funko Pop.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button