fbpx
NewsTech

AirTag, le batterie con il rivestimento a prova di bambino potrebbero non funzionare

Il rivestimento amaro che previene l'ingoio potrebbe impedire il funzionamento della batteria

Poiché gli AirTag sono stati lanciati all’inizio di quest’anno, e dovrebbero avere una durata della batteria di un anno, potrebbe volerci ancora del tempo prima che gli utenti abbiano bisogno di una batteria sostitutiva. Ma Apple, portandosi avanti, ha avvisato i clienti che alcune batterie dotate di un rivestimento amaro potrebbero non funzionare.

Apple invita gli utenti a non usare la batteria con rivestimento amaro per gli AirTag

Gli AirTag‌ utilizzano batterie CR2032 a forma di moneta, che sono di dimensioni facili da ingoiare. Alcuni produttori di batterie come Duracell hanno iniziato a mettere un rivestimento amaro sulle batterie CR2032 per impedire ai bambini di deglutirle. Secondo Duracell, centinaia di batterie a bottone al litio vengono ingerite accidentalmente dai bambini ogni anno e possono causare una reazione chimica dannosa. Il rivestimento amaro non tossico reagisce con la saliva e ha lo scopo di scoraggiare la deglutizione.

Batteria AirTag baby secure
Photo: Duracell.

Come sottolinea The Loop, il documento di supporto per la sostituzione della batteria AirTag di Apple che è stato pubblicato all’inizio di questo mese mette in guardia specificamente contro il rivestimento amaro. Afferma infatti che potrebbe impedire il funzionamento della batteria.

“Le batterie CR2032 con rivestimento amaro potrebbero non funzionare con AirTag o altri prodotti alimentati a batteria, a seconda dell’allineamento del rivestimento rispetto ai contatti della batteria.” scrive Apple.

Apple farebbe intendere che il rivestimento, infatti, se non ben allineato potrebbe non far funzionare più i contatti della batteria. E, di conseguenza, il dispositivo. Quindi, in pratica, dice agli utenti che possono usare questo tipo di batterie a proprio rischio e pericolo.

Le problematiche in Australia

L’uso della batteria CR2032 da parte di Apple è stato un problema in Australia e alcuni rivenditori australiani si sono rifiutati di vendere gli ‌AirTag‌ a causa del facile accesso alla batteria. La Commissione Australiana per la Concorrenza e i Consumatori ha inviato un comunicato stampa esortando i genitori a tenere gli AirTag fuori dalla portata dei bambini. La motivazione? Secondo l’ACCC ci sarebbero problemi di sicurezza relativi all’ “accessibilità e sicurezza della batteria a bottone all’interno del prodotto”.

La batteria dell’AirTag è accessibile premendo e ruotando l’accessorio per aprirlo. Cosa che l’ACCC ritiene sia abbastanza semplice da capire per i bambini. Il nostro consiglio è quello di provare ad acquistare quelle con rivestimento amaro, quindi a prova di bambino; e nell’eventualità in cui non funzionino utilizzare le batterie normali tenendo l’AirTag assolutamente fuori dalla portata dei più piccoli.

Offerta
Duracell - 2032, Batteria Bottone al litio 3V, confezione da...
  • Le batterie Duracell 2032 a moneta al litio, possono essere usate in chiavi per auto, piccoli telecomandi, bilance,...
  • Tecnologia Baby Secure: per scoraggiarne l'ingestione da parte di neonati e bambini, il retro della batteria è...
  • Batterie Duracell 2032 a moneta al litio: fino al 50% di energia in più* (*rispetto alla durata media minima nel test...
Source
Mac Rumors

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button