fbpx
AttualitàNews

Spotify lancia Music + Talk, i brani accompagnati dai commenti dei creator

Spotify collabora con Anchor per i contenuti audio

Spotify, dopo un periodo di sperimentazione, ha deciso di lanciare i contenuti Music + Talk. In questo modo sarà possibile ascoltare i brani in un modo del tutto nuovo, ovvero con i commenti dei creator in sottofondo. Si tratta di certo di una novità interessante, in grado di farci ascoltare i nostri pezzi preferiti con un altro punto di vista.

I nuovi contenuti sono stati sperimentati nel 2020, e la piattaforma ha deciso di lanciarli in modo ufficiale e per tutti. Arriveranno inizialmente su 15 nuovi mercati, e l’Italia è inclusa nella lista. La funzione è realizzata in collaborazione con Anchor, nota e apprezzata piattaforma nel campo dei podcast digitali.

Per usufruire di Music + Talk, bisognerà infatti utilizzare Anchor. Si tratta di una possibilità molto richiesta, desiderata a gran voce dalla community dei podcaster. Si potrà attingere dalla smisurata libreria musicale di Spotify, che mette a disposizione oltre 70 milioni di brani. Si tratta di uno dei cataloghi più vasti di tutta la rete.

Music + Talk potrebbe essere l’asso nella manica di Spotify

Gli artisti ovviamente riceveranno delle royalties in funzione dell’uso che i creatori di podcast faranno dei loro brani, in modo da rendere il sistema corretto e sostenibile dal punto di vista economico. Gli utenti potranno interagire con i singoli episodi, mettendo mi piace, salvando il brano in ascolto e scoprendo nuove informazioni.

I contenuti audio, negli ultimi anni, hanno guadagnato una popolarità semplicemente incredibile. Complice la possibilità di ascoltarli mentre si eseguono altre azioni, sono in moltissimi ad usufruirne. Non sorprende che Spotify investa tempo e risorse per fornire contenuti in questo ambito.

Considerando anche la crescente concorrenza di Amazon Music, Apple Music ed altri servizi di streaming musicale, queste funzioni esclusive possono fare la differenza nel fidelizzare la propria base utenti e fare in modo che non abbandonino la piattaforma.

Source
Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button