fbpx
NewsVideogiochi

Stop agli aggiornamenti automatici su Steam

Il problema della saturazione della rete colpisce anche il team e la piattaforma di Valve

Steam apporta alcune modifiche ai suoi servizi per aiutare ridurre l’utilizzo di banda durante l’epidemia di coronavirus: stop ai download automatici.

Steam, download automatici: è stop

Valve ha apportato alcune modifiche al modo in cui Steam gestisce attualmente i download di giochi al fine di ridurre l’utilizzo della larghezza di banda durante l’epidemia di coronavirus.

Sappiamo che molti di voi (come noi qui a Valve) sono bloccati a casa in questo momento e stanno cercando di lavorare o frequentare la scuola da remoto” ha scritto la compagnia, “O forse stai solo giocando a un sacco di grandi giochi su Steam. Sappiamo che con così tante persone in casa che cercano di fare le stesse cose allo stesso tempo, si può mettere a dura prova la larghezza di banda Internet di casa “.

Cosa succederà?

Tenendo presente ciò, Steam ora assegnerà le priorità e pianificherà gli aggiornamenti automatici dei giochi in modo leggermente diverso rispetto alla norma. A partire da oggi, solo i titoli che sono stati giocati negli ultimi tre giorni verranno aggiornati immediatamente. Gli aggiornamenti ai titoli giocati meno recentemente saranno programmati per le ore locali non di punta e diffusi su più giorni.

Valve fa notare che gli aggiornamenti possono ancora essere attivati ​​manualmente all’avvio di un gioco o utilizzando il Download Manager.

La società ha anche offerto una serie di suggerimenti per coloro che desiderano preservare ulteriormente la larghezza di banda della propria abitazione durante i periodi di punta, tra cui l’impostazione manuale delle finestre di aggiornamento automatico e la connessione automatica di Steam. 

L’annuncio di Valve segue la notizia della scorsa settimana riguardo la limitazione dei download da parte di Sony nel PlayStation Store , sia negli Stati Uniti che in Europa.

Livio Marino

Sangue siciliano, milanese d'adozione, mi piace essere immerso in tutto ciò che è tech. Passo le giornate dando ordini ad Alexa, Google ed al mio cane, Maverick.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button