fbpx
StopCovid 19 app coronavirus

StopCovid19 è l’applicazione gratuita che aiuta ad individuare i nuovi contagi


StopCovid19 è un’applicazione tutta italiana, è gratuita e dovrebbe sbarcare su App Store e Google Play Store nei prossimi giorni. La sua utilità? L’app può aiutare le autorità a ricostruire gli spostamenti e i contatti di chi è risultato positivo al Coronavirus, il che permette loro di individuare i nuovi potenziali contagi.

StopCovid19: come funziona?

L’idea nasce da un’importante necessità: quella di tracciare i movimenti delle persone contagiate per individuare nuovi possibili casi e limitare la diffusione del virus. Un compito difficile ma che può essere assolto utilizzando la tecnologia.

Ecco quindi che la Webtek SpA, società di comunicazione guidata da Emanuele Pisani, si è messa all’opera per dare alle autorità uno strumento semplice ed utilissimo. StopCovid19 infatti usa il GPS dello smartphone per raccogliere i dati relativi agli spostamenti di tutti coloro che scaricheranno l’applicazione.

I dati vengono raccolti sul server di WebTrek e messi a disposizione dell’autorità solo nel momento in cui l’utente dovesse risultare positivo al Coronavirus. A quel punto vengono estratti i luoghi frequentati dalla persona interessata e individuati gli altri utenti con cui il contagiato può avere avuto contatti.

Ma la privacy?

Niente panico. Prima di tutto se non risulterete positivi al test, i vostri dati non verranno mai condividi con le autorità né tantomeno consultati da WebTek. Le informazioni quindi rimangono totalmente private.

In caso di necessità, le autorità potranno richiedere i dati sopracitati senza però accedere alla totalità delle informazioni. Insomma, a disposizione avranno solo i dati necessari ad allertare i potenziati nuovi contagiati.

Quando arriverà StopCovid19?

Al momento non c’è una data certa ma ormai dovremmo esserci. L’applicazione infatti è pronta ma in attesa di approvazione. Questo significa che ora dobbiamo solo attendere che App Store e Play Store l’approvino, dopodiché sarà possibile scaricarla gratuitamente.

Nel frattempo l’azienda è al lavoro per offrire il medesimo servizio anche agli altri Paesi coinvolti.


Erika Gherardi

author-publish-post-icon
Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link