fbpx
NewsTech

Il supercomputer Fugaku prevede le inondazioni da tsunami grazie all’IA

I laboratori Fujitsu hanno sviluppato un modello di AI per prevedere le inondazioni da tsunami nelle aree costiere

Il supercomputer Fugaku raggiunge un ultimo importante traguardo. Grazie alla potenza di calcolo di Fugaku, i laboratori Fujitsu hanno sviluppato un nuovo modello di intelligenza artificiale capace di prevedere le inondazioni da tsunami nelle aree costiere.

Il supercomputer Fugaku ora può prevedere le inondazioni grazie all’AI

Dalla collaborazione con due prestigiose università giapponesi, Fujitsu ha contribuito a mettere a punto un sistema predittivo che si basa sull’elaborazione di 20.000 possibili scenari di inondazione ad alta risoluzione. In questo modo si può fornire rapidamente a tutti i team che si occupano di gestione delle catastrofi dati accurati sulle migliori misure di mitigazione ed evacuazione da adottare. Essendo il Giappone soggetto ad un alto grado di attività sismica, questi eventi naturali rappresentano una minaccia costante e molto pericolosa.

Così l’International Research Institute of Disaster Science presso la Tohoku University, l’Earthquake Research Institute presso l’Università di Tokyo e Fujitsu Laboratories hanno annunciato oggi lo sviluppo di un modello di intelligenza artificiale che consentirà ai team di gestione delle catastrofi di prevedere le inondazioni dello tsunami nelle aree costiere quasi in tempo reale. Il modello sfrutterà la potenza di calcolo del supercomputer più veloce del mondo, Fugaku, sviluppato congiuntamente da RIKEN e Fujitsu.

In caso di un vero terremoto, l’inserimento dei dati della forma d’onda dello tsunami al largo consentirà di prevedere le condizioni di allagamento nelle aree costiere. Ciò consentirà di ottenere in modo più accurato e rapido dati dettagliati sulle previsioni di allagamento per aree specifiche. Il tutto con approfondimenti critici sugli effetti delle onde localizzate sulle infrastrutture circostanti come edifici e strade nelle aree urbane costiere.

supercomputer fugaku previsione inondazioni tsunami
Confronto tra le inondazioni previste (modello sorgente di tsunami creato dal Cabinet Office of Japan) del terremoto di Nankai Trough Megathrust e i risultati di previsione dell’IA di nuova concezione.

Il modello sarà eseguibile anche sui normali PC

Inoltre, il modello AI, addestrato in anticipo con Fugaku, può essere eseguito in pochi secondi su normali PC. Sarà quindi molto più semplice costruire sistemi pratici di previsione delle inondazioni in tempo reale, che in precedenza richiedevano supercomputer. In definitiva, questa tecnologia offre ai team di gestione dei disastri il potenziale per attuare misure di mitigazione ed evacuazione dei disastri quasi in tempo reale e basate sui dati.

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button