fbpx
NewsTech

La tastiera Apple avrà un tasto che funzionerà come mouse

La domanda di brevetto di Paul X. Wang è assolutamente insolita e innovativa

In questi giorni Apple ci sta regalando davvero grandi sorprese quanto a innovazioni e brevetti. A quanto pare, ora la compagnia di Cupertino sta studiando come estrarre un tasto dalla tastiera del MacBook Pro per poi utilizzarlo come mouse di precisione. L’idea sarebbe di Paul X. Wang, a cui si devono non poche invenzioni nel settore, tra cui il progetto – mai realizzato – di una tastiera in vetro. L’inventore avrebbe di recente presentato una domanda di brevetto con il nome “Key Mouse Deployable”, ossia una tastiera Apple con un tasto estraibile da utilizzare come mouse. Scopriamone qualcosa di più.

La tastiera Apple di Wang si trasforma in un mouse: i dettagli sulla domanda di brevetto

La domanda di brevetto di Paul X. Wang è davvero particolare. E incredibile al tempo stesso. Il progetto propone che una normale tastiera Apple, come quella di un MacBook Pro ad esempio, presenti uno speciale tasto removibile. E questo, una volta staccato dalla tastiera, potrà funzionare come mouse. Molto piccolo, sì, ma pur sempre un mouse. “Il tasto removibile può avere un sensore di posizione, [quindi] è utilizzabile come dispositivo di puntamento del computer. La struttura del tasto rimovibile può quindi consentire un comodo, portatile e preciso input del puntatore per un input del computer“, così specifica la domanda di brevetto di Wang.

tastiera Apple

Il tasto/mouse potrebbe essere utilizzato su una scrivania, così da dare all’utente un controllo ancora più preciso del cursore. E nel presentare il progetto, nella domanda di brevetto Wang ripercorre la storia di Apple, che ha reso popolare il mouse negli anni Ottanta. Poi prosegue: “negli anni successivi, il mouse del computer ha subito una serie di innovazioni, tra cui l’aggiunta di un pulsante destro e sinistro, una rotella di scorrimento, un sensore ottico, un sensore trackball, un sensore laser e la comunicazione wireless all’host del computer“.

Dal canto suo, Apple afferma: “In alcuni casi, i dispositivi di elaborazione portatili come laptop e tablet traggono vantaggio dall’utilizzo di un dispositivo di input periferico. Tuttavia, l’utente deve quindi portare il mouse separato con il computer e il dispositivo separato può essere ridondante quando il computer dispone già di dispositivi di puntamento incorporati“. L’intento della compagnia non sarebbe quello di sostituire il trackpad quindi, quanto piuttosto di aggiungere un mouse opzionale laddove fosse necessario un controllo più preciso. E questo potrebbe essere proprio un tasto della tastiera Apple, il cui funzionamento viene descritto alla perfezione nel brevetto.

tastiera Apple Wang

Tra l’altro, rendere il funzionamento del tasto/mouse possibile è davvero complesso. Questo deve poter funzionare come un tasto qualunque, ma anche avere tutte le caratteristiche di un puntatore. Una volta rimosso, deve avere capacità di rilevamento della posizione. E deve disporre di batteria e circuiti propri, così da poter funzionare alla perfezione in quanto dispositivo indipendente. Un funzionamento complesso, è chiaro. Ma è impossibile negare che l’idea di Wang sia davvero geniale.

Offerta
2020 Apple MacBook Pro con Chip Apple M1 (13", 8GB RAM,...
  • Chip M1 progettato da Apple, per un nuovo livello di performance della CPU, della GPU e del machine learning
  • Fino a 20 ore di autonomia: più di qualsiasi Mac, per fare ancora di più
  • CPU 8‐core con prestazioni fino a 2,8 volte più veloci, per sfrecciare come mai prima d’ora nei flussi di lavoro

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button