fbpx
FeaturedGuideLe Guide di Tech PrincessTech

Telegram: cos’è, come funziona, come si usa e tutto quello che bisogna sapere – Le Guide di Tech Princess

Conosciamo meglio l'app di messaggistica sempre più apprezzata dagli utenti di tutto il mondo

Telegram Messenger è una delle applicazioni in maggiore crescita negli ultimi anni. Un’app di messaggistica che si propone come alternativa a quelle più diffuse, a partire da WhatsApp, offrendo funzioni aggiuntive di ogni tipo. È tempo quindi di scoprirle tutte, partendo da cos’è Telegram e andando nel profondo di come funziona e come si usa l’app. In questa Guida Telegram, infatti, troverai tutte le risposte alle domande che puoi avere, da quelle più generali a quelle più specifiche. Ci sono, inoltre, tantissime funzioni che potresti non conoscere ma che potrebbero interessarti sul serio. Ad esempio potresti voler scoprire se esiste una versione di Telegram web, come usarlo con un’app su PC desktop, se è disponibile in Italia, dove si effettua il download, cosa sono i Gruppi, i Canali e i Bot e molto altro. Non perdiamo quindi altro tempo e andiamo alla scoperta di questo servizio sempre più famoso. Usa l’elenco qui di seguito per orientarti al meglio.

telegram-app-messenger-schermata

Cos’è Telegram?

Telegram è di base un servizio di messaggistica istantanea, con cui è possibile rimanere in contatto con i propri conoscenti. Similmente ad app come WhatsApp offre anche la possibilità di inviare file, immagini, messaggi vocali e molto altro ancora. Integra poi una serie di funzioni più vicine al mondo dei social network (come Canali e Gruppi) e la possibilità di utilizzare e creare programmi al suo interno per aggiungere ulteriori funzionalità.

A cosa serve Telegram

La funzione principale di Telegram è quella di scambiarsi messaggi. Al contrario dei cari vecchi SMS e come il servizio concorrente WhatsApp, gli utenti comunicano tra loro tramite il web. Per questo motivo i messaggi inviati e ricevuti tramite l’app sono gratuiti, andando a incidere (in maniera minima se si parla di semplice testo) solo sul traffico dati.

Oltre a questo Telegram Messenger offre un’ampia serie di servizi aggiuntivi. Tramite i Canali e i Gruppi Telegram è infatti possibile avere esperienze più vicine al mondo dei social network più tradizionali. Questi strumenti permettono di seguire gli aggiornamenti di pagine e influencer oppure di entrare in contatto con altre persone con cui si condividono passioni.

Cosa differenzia Telegram da WhatsApp e altre app di messaggistica

Non bisogna pensare a Telegram come una semplice alternativa a WhatsApp. Questo servizio infatti ha sviluppato molto di più alcune caratteristiche comuni a entrambe le applicazioni, come i Gruppi e i Canali, rendendoli strumenti molto più evoluti che vanno oltre il tenere i contatti con amici e conoscenti.

Telegram è inoltre basato su un sistema cloud, motivo per cui può essere facilmente utilizzato su più dispositivi differenti rispetto al concorrente. Infine, in molti apprezzano la possibilità offerta da quest’app di entrare in contatto con altri utenti senza la necessità di scambiarsi il numero di telefono ma solo un nickname, insieme alla maggiore attenzione che sembra esserci su temi come la privacy e la sicurezza dei dati all’interno dell’app.

  • Qual è il target di Telegram?

Il pubblico di Telegram è teoricamente totale. Chiunque voglia restare in contatto gratuitamente con amici, parenti e conoscenti che sia per messaggio, telefonata o videochiamata può utilizzare questa applicazione. Anche le funzionalità più avanzate, come Gruppi, Canali e Bot, possono interessare chiunque offrendo contenuti e strumenti molto variegati. Esplorando l’applicazione si possono quindi trovare ragioni di interesse per tutti.

  • Quanti sono gli utenti di Telegram?

A gennaio 2021 Telegram ha superato la soglia dei 500 milioni di utenti. Il traguardo precedente è stato quello dei 400 raggiunto ad aprile dell’anno precedente.

Telegram è gratis o a pagamento?

Telegram è assolutamente gratuito. I fondatori del servizio hanno annunciato che nel prossimo futuro introdurranno alcune funzioni a pagamento, oltre che un nuovo sistema di pubblicità. Si tratta di una mossa per poter sostenere i crescenti costi di manutenzione e al contempo mantenere la propria indipendenza. Tuttavia, hanno già promesso che gli annunci e le funzionalità aggiuntive non toccheranno le funzioni di messaggistica uno a uno, che resteranno per sempre gratuite.

come funziona telegram chat contatti

Come funziona Telegram

Il funzionamento di Telegram è molto semplice ed assomiglia molto a quello delle altre app di categoria. Se utilizzi già un servizio di messaggistica istantanea, troverai l’interfaccia e le modalità d’uso di Telegram molto intuitive

Interfaccia principale

L’interfaccia mobile è essenziale e si compone di tre sezioni principali: la schermata delle chat, in cui trovi la lista delle tue chat attive, la schermata del menu, accessibile tramite l’icona a forma di “panino” posta a sinistra nella barra in alto (tre righe orizzontali una sopra l’altra), e la sezione di ricerca, che si apre cliccando sulla lente di ingrandimento posta in alto a destra. Nella versione web, la barra di ricerca è posta immediatamente sopra alla lista delle chat attive.

Aprendo il menu, potrai gestire la maggior parte delle funzioni di Telegram. Nell’app mobile, troverai infatti le seguenti voci del menu:

  • Nuovo gruppo
  • Contatti
  • Chiamate
  • Persone vicine
  • Messaggi salvati
  • Impostazioni
  • Invita amici
  • FAQ Telegram

Nella versione web le voci sono le seguenti:

  • Nuovo gruppo
  • Contatti
  • Impostazioni
  • Domande frequenti
  • Info

Dopo aver visto velocemente come funziona l’interfaccia principale di Telegram, vediamo insieme alcune informazioni e funzionalità aggiuntive a tua disposizione.

“Ultimo accesso di recente”: cosa significa

Quando apri una conversazione con un utente puoi controllare i suoi accessi Telegram, ossia puoi vedere se il contatto è online o, in caso contrario, quando è stato attivo l’ultima volta sull’app, Non troverai però un’indicazione precisa, con una data dettagliata, ma un’informazione di massima. Nello specifico le opzioni, con rispettivo significato, sono le seguenti:

  • Di recente” – l’accesso è avvenuto negli ultimi tre giorni
  • Entro una settimana” – l’accesso è stato effettuato più di tre giorni fa, ma entro i sette
  • Entro un mese” – si tratta di un accesso di oltre sette giorni fa, ma meno di trenta
  • Molto tempo fa” – ultimo accesso effettuato da più di trenta giorni

In questo modo puoi sapere se la persona è attiva o meno su Telegram, senza però poter controllare troppo nel dettaglio le sue abitudini.

Come trasferire chat Whatsapp e di altre app su Telegram

Ti sei innamorato talmente tanto di Telegram che vuoi usarlo come app di messaggistica principale, ma non vuoi che tutte le conversazioni passate restino altrove? Niente paura, Telegram ti consente di importare le chat da altre app molto facilmente. Per farlo basta:

  • andare nell’applicazione di partenza;
  • sfruttare lo strumento di esportazione nativo;
  • condividere tutti i dati esportati con Telegram.

Se ad esempio vuoi trasferire una conversazione di WhatsApp su Telegram, inizia aprendola. Poi:

  • clicca sui tre puntini in alto a destra e su “Esporta chat“;
  • scegli se includere o meno i media;
  • seleziona Telegram.

A questo punto tutta la tua conversazione sarà all’interno della nuova app.

Come funziona Telegram: le spunte dei messaggi

Quando invii un messaggio su Telegram, questo è accompagnato da due spunte. La prima compare quando arriva al cloud del servizio e di conseguenza il tuo interlocutore riceve una notifica. La seconda spunta compare quando questo ha aperto la chat e visto il tuo messaggio. Insomma, una spunta per “Consegnato”, due per “Letto”.

  • Posso disattivare le spunte?

Purtroppo no, non ci sono opzioni per impedire che Telegram mostri ai tuoi interlocutori se hai visualizzato i loro messaggi o meno.

 

telegram icona iphone registrarsiGuida Telegram: come registrarsi e creare un account

L’iscrizione a Telegram è molto semplice. È sufficiente che tu apra l’applicazione per la prima volta e inserisca il tuo numero di telefono. A quel punto riceverai un messaggio con un codice da digitare per confermare che quel numero è il tuo. In caso non dovesse arrivare il messaggio, Telegram effettuerà una telefonata per dettarti il codice in questione.  A questo punto l’app ti chiederà di inserire il tuo nome e cognome e una foto profilo, ma sono tutti passaggi facoltativi. Che tu li inserisca o meno, sei ufficialmente iscritto a Telegram!

  • È possibile creare un account Telegram senza numero di telefono?

No, è necessario un numero di telefono per iscriversi a Telegram. Dato che, una volta creato il profilo sarà utilizzato raramente, puoi provare ad attuare soluzioni alternative. Ad esempio potresti sfruttare un vecchio numero che non usi più o cercare un servizio online che fornisca numeri ‘usa e getta’ a questo scopo. A prescindere da ciò, resta necessario fornire almeno un numero di telefono.

  • Cosa devo inserire nel profilo?

L’unico dato necessario è il numero di telefono. Questo serve per verificare la tua identità e contenere la creazione di account fasulli. Hai anche la possibilità di aggiungere il tuo nome e cognome e un’immagine del profilo per personalizzare il tuo account, ma si tratta di informazioni facoltative. Inoltre puoi definire un tuo username, che servirà per permettere alle persone di trovarti senza necessità di fornire loro il tuo numero di telefono.

  • Posso avere più di un account Telegram attivo?

Sì, puoi effettuare il login in fino a quattro account Telegram differenti sullo stesso dispositivo. Questo vale sia sull’app mobile che su quella per computer, ma non per la versione web del servizio. Per farlo, clicca sulle tre righe orizzontali in alto a sinistra, poi sulla freccia verso il basso e infine su “Aggiungi Account“.

telegram desktop su pc app

Come scaricare e installare Telegram su PC desktop e smartphone

Telegram è disponibile primariamente per smartphone e sono disponibili versioni dell’applicazione sia per Android che per iOS e anche Windows Phone. Inoltre, sono disponibili anche sia un client web accessibile direttamente da browser, sia un software desktop per i diversi sistemi operativi.

La versione web non richiede la presenza dello smartphone nelle vicinanze, sfruttando semplicemente la sincronizzazione cloud del servizio. Rispetto alla versione mobile, Telegram Web offre alcune funzioni in meno. Per chi desidera una replica perfetta dell’esperienza mobile è disponibile un’applicazione a parte per PC Windows, Mac e Linux.

Scaricare Telegram mobile e desktop

L’app di Telegram per smartphone è disponibile per i principali sistemi operativi mobile. È sufficiente andare nello store Android, iOS o Windows Phone per effettuare il download dell’app Telegram Messenger e avviare l’installazione.

Se vuoi usare Telegram su PC, puoi sfruttare il client web oppure le applicazioni dedicate, disponibili per i principali sistemi operativi. In questo caso, scarica la versione più adatta a te dal link che ti abbiamo appena dato, apri il file e procedi con l’installazione. Una volta completata questa fase dovrai solo fare l’accesso con il tuo numero di telefono e sarai pronto a usare Telegram su desktop.

  • Che differenza c’è tra Telegram web e Telegram desktop?

La prima è facilmente accessibile, direttamente da Internet. Basta andare sul sito apposito e fare il login con il numero di telefono, senza necessità di scaricare nulla. Tuttavia rispetto all’applicazione desktop di Telegram (e anche a quella per smartphone) è dotata di meno funzionalità. L’organizzazione in cartelle, gli sticker animati, la personalizzazione e molto altro ancora mancano al momento.

Insomma, la prima è una versione più leggera e agile, che però non offre tutte le possibilità della seconda. Valuta tu i pro e i contro quando le devi utilizzare.

Come si usa Telegram: la chat

Telegram è estremamente semplice e intuitivo da utilizzare. Nelle sue funzionalità di base non è molto diverso da una qualsiasi altra applicazione di messaggistica istantanea. Anche le sue feature più avanzate restano comunque molto accessibili, offrendo un’esperienza utente davvero piacevole.

Come inviare messaggi e chattare

Per mandare un messaggio su Telegram devi innanzitutto scegliere dalla lista di conversazioni aperte il destinatario. Se non vedi il nome che cerchi, puoi digitarlo nella barra di ricerca che compare cliccando sulla lente d’ingrandimento in alto per trovarlo tra i tuoi contatti. A questo punto devi solo scrivere il tuo messaggio nel riquadro in basso e poi premere sull’icona a forma di freccia sulla destra per inviarlo.

Inserire emoji o GIF

Telegram è compatibile sia con le emoji che con le GIF e gli sticker. Questo significa che puoi aggiungere faccine, immagini animate e adesivi nei tuoi messaggi.

  • Per inserire una emoji, clicca sull’icona a forma di Smiley sulla sinistra e scegli la faccina che vuoi aggiungere.
  • Se invece vuoi inviare una GIF, dopo aver cliccato sull’icona a forma di Smiley vai sul piccolo riquadro con scritto appunto “GIF“. Troverai una selezione di immagini già pronta. Cliccando su una delle emoji potrai trovare alcuni suggerimenti legati alla sensazione che quella faccina rappresenta. Se invece hai una richiesta più specifica, puoi sfruttare la barra di ricerca con scritto “Cerca GIF“.
  • La terza icona a fianco del riquadro con “GIF” rappresenta gli Sticker. Questi sono una feature caratteristica di Telegram e sono una sorta di emoji personalizzate, più grandi del normale e a volte anche animate. Non si accompagnano a messaggi di testo, ma vengono inviate da sole. Per saperne di più sugli sticker, dai un’occhiata alla sezione dedicata.

Come mandare messaggi vocali

Come ormai tutte le app di messaggistica, anche Telegram è dotata di un servizio di messaggi vocali. Per mandare un audio, basta tenere premuto sull’icona del microfono di fianco al riquadro per digitare il proprio messaggio.

Ci sono due aspetti peculiari di Telegram riguardo ai messaggi vocali. Il primo è relativo alla riproduzione automatica. Quando si ascolta un messaggio infatti, una volta completato si avvierà immediatamente quello successivo, fino ad arrivare alla fine della chat, a meno che non si scelga di metterlo in pausa. Una gran comodità per chi ha amici abituati a mandare serie di brevi note vocali.

Telegram poi viene in aiuto anche di chi non sopporta i messaggi vocali. Cliccando sul riquadro con scritto “2X” subito sotto il nome durante la riproduzione di una nota di questo tipo, questa andrà al doppio della velocità. Il messaggio resterà comunque comprensibile nella maggior parte dei casi, ma si dimezzerà la sua durata. Un bel risparmio di tempo per chi ha amici un po’ troppo logorroici!

Messaggi video: cosa sono e come mandarli

Oltre ai tradizionali messaggi vocali, Telegram offre anche la possibilità di mandare dei messaggi video. Si tratta di brevi clip, simili nello spirito alle note vocali, ma che contengono anche le immagini. Per inviarne uno basta toccare rapidamente l’icona del microfono di fianco al riquadro per i messaggi di testo per trasformarla in una fotocamera stilizzata. A questo punto tieni premuto su di essa e inizia il tuo video. Una volta tolto il dito, lo invierai nella chat.

Che cosa sono gli Sticker Telegram

Gli Sticker sono una funzione introdotta da Telegram fin dai suoi esordi. Sono delle immagini particolari che si inviano per esprimere un sentimento, come si farebbe con una faccina. Tuttavia nelle chat sono visualizzati più in grande e soprattutto ne esiste una varietà grandissima.

Ogni utente di Telegram ha infatti la possibilità di creare il proprio set di Sticker e questo ha permesso la nascita di tantissimi tipi diversi di questi strumenti. Esistono pacchetti che riproducono personaggi di film, serie TV, programmi televisivi, ma anche cartoni animati, fumetti e molto altro ancora. In questo modo potrai esprimere le tue emozioni in maniera più simpatica e originale.

Per inviare uno Sticker devi cliccare sull’icona a forma di Smiley alla sinistra del box del messaggio. Dopodiché seleziona la terza icona in basso (il riquadro con una faccina all’interno) e avrai accesso a tutta la tua libreria. Sopra gli Sticker trovi anche una serie di icone che permette di navigare tra i diversi pacchetti che hai salvato, così da aiutarti a scegliere il più adatto.

In alternativa, se il tuo messaggio è costituito da una sola emoji, Telegram farà comparire una finestra con alcuni suggerimenti di Sticker correlati a quella ‘faccina’. Basta cliccare su quello che ti piace di più per inviarlo.

Dove trovare altri set di Sticker Telegram

Un modo per procurarsi nuovi pacchetti di Sticker Telegram è semplicemente ‘copiarli’ dagli amici. Per farlo, tieni premuto sullo Sticker che ti è stato inviato e dopodiché seleziona il comando “Aggiungi Sticker“. In questo modo avrai accesso a tutti gli adesivi presenti nel pacchetto.

In alternativa, apri una conversazione, clicca sull’icona a forma di Smiley in basso a sinistra e poi sul riquadro con una faccina al suo interno in basso. Troverai una fila di icone che indicano i diversi pacchetti di adesivi che hai già. Sulla stessa linea, sulla sinistra, clicca sull’icona a forma di “+“: ti si aprirà un elenco di nuovi set che puoi comodamente aggiungere alla tua libreria, premendo il tasto “Aggiungi“.

E ancora, sul web troverai un gran numero di piattaforme che raccolgono pacchetti di Sticker Telegram di ogni tipo. Anche il fondatore del servizio ha spesso suggerito alcuni dei suoi preferiti. Se però vuoi diventare il vero Maestro degli Sticker ti conviene installare il Bot dedicato del servizio. Una volta attivato (basta cliccare “Avvia” nella conversazione che si aprirà), ogni volta che scriverai in una chat “@sticker” seguito da un emoji, riceverai suggerimenti di ogni tipo correlati a quella emoji. Inoltre, sempre tramite questo Bot hai anche la possibilità di creare i tuoi Sticker, in maniera facile e veloce.

Come creare sticker Telegram

Certo e il processo è estremamente semplice e accessibile. Per prima cosa devi avviare il Bot di Telegram dedicato agli Sticker, cliccando “Avvia“. Una volta compiuta questa operazione, manda il messaggio “/start” per ricevere la lista dei comandi disponibili.

A questo punto, puoi digitare “/newpack” o cliccare sulla scritta per avviare la procedura guidata di creazione del nuovo set. Ti chiederà di dare un nome al pacchetto e di inviare nella chat le immagini che vuoi ne facciano parte. Sarà il Bot a guidarti comunque passo passo, fino alla creazione del tuo set di Sticker Telegram personalizzato!

Come si usa Telegram: gestire i messaggi

Come rispondere a un singolo messaggio

Per gestire meglio una conversazione, che sia con un interlocutore singolo o all’interno di un gruppo, è comodo usare la funzione di risposta a un messaggio. Questo permette di segnalare chiaramente il messaggio a cui si fa riferimento, rendendo più semplice seguire il discorso. Per farlo, basta:

  • Tenere premuto sul messaggio a cui si vuole rispondere (che può essere sia nostro che di altri) e cliccare in basso a sinistra su “Rispondi“.
  • La stessa voce è accessibile anche toccando rapidamente il messaggio, nel menù che compare.
  • Un altro modo per farlo è semplicemente trascinare verso sinistra il messaggio a cui vogliamo rispondere.

Come inoltrare un messaggio in un’altra conversazione

Se vuoi mandare un messaggio da una conversazione a un’altra ti basta tenere premuto su di esso. Dopo circa un secondo comparirà in basso a destra il tasto “Inoltra“. Questa opzione è disponibile anche nel menù che si apre toccando brevemente il messaggio. Seleziona la chat in cui vuoi mandare il messaggio (con il nome del mittente originale) e lo avrai inviato.

Come fissare un messaggio in alto nella chat

Telegram offre la possibilità di bloccare un messaggio nella parte superiore della conversazione di modo da metterlo in evidenza e renderlo sempre accessibile. Questa funzione è più utile nei Gruppi, dove tipicamente si utilizza per le regole della community, ma può servire anche in conversazioni singole. In ogni caso, il procedimento è identico: tocca il messaggio che vuoi fissare in alto e scegli dal menù che compare l’opzione “Fissa“. A questo punto potrai scegliere se mettere il messaggio in alto anche per il tuo interlocutore o solo per te. Se invece sei in un Gruppo ti verrà chiesto se inviare una notifica della modifica ai vari membri. Fai la tua decisione e conferma per fissare in alto il messaggio.

Modificare o cancellare un messaggio inviato

Telegram offre la possibilità di cancellare i messaggi inviati e, con alcune limitazioni, di modificarli. Per procedere basta:

  • Toccare il testo in questione e scegliere la voce “Modifica” o “Elimina“, a seconda delle necessità.
  • Un altro modo è tenere premuto sul messaggio e selezionare in alto le icone corrispondenti (rispettivamente la matita e il bidone della spazzatura).

La modifica è possibile solo entro 24 ore dal primo invio, dopodiché non si potrà più effettuare correzioni. Inoltre, il messaggio sarà accompagnato da un’etichetta “modificato” che indica che ci sono state delle variazioni.

È possibile invece eliminare un messaggio in qualsiasi momento e senza lasciare traccia. Anche cancellandolo per entrambi gli interlocutori, non resterà un boxQuesto messaggio è stato eliminato” o simili come avviene per altri servizi di messaggistica.

Messaggi salvati: come salvarli e dove si trovano

È molto semplice salvare i messaggi su Telegram. Basta toccarlo, selezionare “Inoltra” dal menù che comparirà e poi scegliere “Messaggi salvati“. Questa è una sorta di chat con te stesso, in cui puoi raccogliere tutti i messaggi che ritieni importanti e a cui vuoi avere accesso rapidamente. Puoi ritrovarli infatti sia cercando “Messaggi salvati” tra le tue conversazioni aperte, sia cliccando sulle tre righe orizzontali in alto a sinistra e poi su “Messaggi salvati”. Toccando la freccia a fianco di ciascuno dei messaggi sarai portato direttamente alla chat originale nel punto da cui era stato preso.

Come inviare allegati

Oltre a messaggi di testo, audio e messaggi video, Telegram consente di inviare diversi tipi di allegati: dalle immagini ai file di varia estensione, fino a posizione e molto altro ancora.

Come inviare foto e immagini

Per inviare una foto o un’immagine su Telegram devi innanzitutto cliccare sul simbolo a forma di graffetta sulla destra. Ti si aprirà una finestra con tutte le tue immagini recenti. La prima icona a sinistra rappresenta invece la fotocamera, nel caso tu voglia scattare una foto sul momento.

  • Seleziona una o più foto che vuoi inviare.
  • Cliccando su ciascuna puoi aggiungere una didascalia oppure modificarla, aggiungendo scritte, Sticker o disegnandoci sopra.
  • Una volta completato tutto, clicca sul cerchio azzurro con una freccia bianca in basso a destra per inviare.

Inviare altri tipi di file

Come anticipato, Telegram permette di condividere diversi tipi di file in chat. Per inviarne uno basta cliccare sull’icona a forma di graffetta sulla destra e poi sul tasto “File” in basso. Si aprirà l’archivio di File presenti sul dispositivo e potrai sfogliarlo fino a trovare quello che ti interessa mandare.

Come mandare la posizione su Telegram

Condividere la propria posizione su Telegram può essere molto utile, magari per riuscire a trovarsi con gli amici dando loro indicazioni in maniera comoda e veloce. Per farlo, clicca sull’icona a forma di graffetta sulla destra e poi sul tasto “Posizione” in basso al centro.

Di base Telegram ti proporrà (se hai fornito gli accessi agli strumenti di localizzazione) di inviare la tua posizione attuale, cliccando sulla scritta apposita. Scorrendo con il dito sulla mappa però puoi modificare le coordinate da inviare. Nella parte inferiore puoi trovare una lista di luoghi già con la posizione preimpostata, per facilitare l’invio.

In aggiunta puoi inviare la tua posizione aggiornata in diretta. Questo significa che il tuo interlocutore potrà non solo vedere dove ti trovi in questo momento, ma anche seguire i tuoi eventuali spostamenti utilizzando il GPS. Puoi condividere la tua posizione aggiornata per uno tra tre intervalli di tempo: 15 minuti, un’ora o otto ore.

Condividere le informazioni di un contatto

L’app consente anche di condividere le informazioni di un contatto. Nello specifico, puoi inviare un Contatto direttamente dalla tua Rubrica. In questo modo puoi passare facilmente numeri di telefono, e-mail e altre informazioni quando serve. Per farlo:

  • Clicca sulla graffetta a destra, poi in basso su “Contatto“.
  • Scorri fino a trovare quello che ti interessa o usa la barra di ricerca per trovarlo più rapidamente.
  • Clicca sul nome e scegli quali delle informazioni vuoi inviare.
  • Infine clicca su “Condividi contatto” e il gioco è fatto.

Inviare file musicali

Tra i diversi tipi di file che puoi inviare su Telegram ci sono anche gli mp3 e gli audio in generale. Per condividerne uno clicca sulla graffetta sulla destra, dopodiché in basso a destra sul tasto “Musica“. A questo punto avrai a disposizione l’elenco completo dei file tra cui scegliere per inviarlo.

Cos’è una Chat Segreta Telegram?

Telegram pone grande attenzione alla sicurezza e alla privacy. Se però sei in cerca di un grado di riservatezza ancora superiore, puoi creare una Chat Segreta. Questa è una conversazione in incognito che viene crittografata con un metodo end-to-end, cioè legato al singolo dispositivo. In pratica, i messaggi di questa chat si potranno leggere solamente sul telefono o computer da cui sono stati mandati e su quello che li ha ricevuti. Nessun altro, nemmeno Telegram stessa, può visualizzare il contenuto (testo o file) di una Chat Segreta.

In caso l’utente dall’altra parte faccia uno screenshot della conversazione inoltre, riceverai una notifica per avvisarti. In aggiunta, nelle chat segrete non è possibile inoltrare i messaggi in altre conversazioni e l’anteprima delle notifiche sul telefono non contiene il messaggio, proprio perché visualizzabile solo all’interno dell’app.

Come detto, le Chat Segrete di Telegram sono salvate solamente sul dispositivo e non passano dal cloud del servizio. Questo significa che, contrariamente ad altre conversazioni, non è possibile visualizzarle su device differenti (ad esempio sia su smartphone che sul client web). Per lo stesso motivo, se ti disconnetti da Telegram su quel dispositivo, perderai tutte le tue Chat Segrete e il loro contenuto.

Come avviare una Chat Segreta

Se vuoi avviare una Chat Segreta devi andare nella conversazione con l’utente con cui vuoi parlare. A questo punto clicca sul suo nome, dopodiché sui puntini in alto a destra e infine su “Avvia chat segreta“. Conferma la tua scelta cliccando su “Avvia“.

In alternativa, clicca sul simbolo della matita in basso a destra e poi su “Nuova chat segreta“. Seleziona quindi il tuo interlocutore e sarai pronto per partire.

Come creare messaggi che si autodistruggono

Telegram offre la possibilità di creare messaggi che scompaiano dopo un certo periodo di tempo, che può andare da un secondo a una settimana. Un vero e proprio timer di autodistruzione, come nella serie di Mission: Impossible (ma senza l’esplosione per fortuna). Puoi attivare questa funzionalità sui singoli media inviati nelle chat normali e su tutti i messaggi di una Chat Segreta.

Nel primo caso, quando invii una foto trovi in basso a destra l’icona di un orologio. Cliccandoci sopra puoi scegliere per quanto tempo resterà disponibile l’immagine prima di scomparire da entrambi i device. Nel secondo caso invece, dopo aver avviato la Chat Segreta, clicca sui tre puntini in alto a destra, poi su “Timer di autodistruzione” e infine su “Fatto“. Il periodo di tempo sarà indicato anche nell’icona del tuo interlocutore in alto a sinistra.

Attenzione: il timer non si avvierà nel momento in cui invii il messaggio, ma dalla prima visualizzazione da parte del destinatario.

Guida alle chiamate e videochiamate Telegram

Oltre a chattare, Telegram ti da la possibilità di chiamare o videochiamare i tuoi contatti. Il tutto avviene via web e non sulla rete telefonica. Questo significa che consumerai solo il tuo traffico dati e non quello delle chiamate del tuo abbonamento. Una funzione che torna particolarmente utile quando vuoi parlare con qualcuno dall’estero (ma controlla di avere una connessione Wi-Fi!) senza costi esorbitanti.

Per avviare una chiamata o una videochiamata Telegram ti basta andare nella conversazione del tuo interlocutore, cliccare sui tre puntini in alto a destra e scegliere rispettivamente “Chiama” o “Videochiama“.

Come cercare persone su Telegram e trovare nuovi contatti

Di base Telegram ti permette di importare tutti i tuoi contatti della rubrica telefonica che sono già iscritti al servizio. Inoltre riceverai un messaggio ogni volta che uno di loro si aggiungerà all’applicazione. Se però vuoi trovare nuove persone con cui parlare, puoi sfruttare strumenti come la barra di ricerca in alto per navigare via nickname oppure la funzione Persone Vicine, per visualizzare gruppi e contatti nei tuoi dintorni geografici.

Come funziona la ricerca di Telegram

Nella parte superiore dell’app trovi una lente d’ingrandimento che apre una barra di ricerca. Qui puoi digitare quello che ti interessa, scorrendo i profili per nickname. I risultati sono suddivisi in tre sezioni: nella prima parte troverai i tuoi contatti che corrispondono ai termini cercati, nella seconda invece ci sono Canali, Gruppi e utenti dalla totalità di Telegram e infine nella terza sono presenti i messaggi delle tue conversazioni.

La ricerca di Telegram è uno strumento che permette quindi di mettersi in contatto con persone senza la necessità di scambiare il numero di telefono. Se vuoi che qualcuno ti scriva su Telegram ti basta dargli il tuo nickname e dirgli di cercarlo all’interno dell’app.

Inoltre, puoi anche utilizzarla per cercare Gruppi e Canali interessanti in cui eventualmente fare nuove amicizie. Prova a digitare qualcosa legato ai tuoi interessi e passioni ed esplora i risultati!

Che cos’è la funzione Persone Vicine?

Se concedi a Telegram l’accesso ai servizi di localizzazione, puoi conoscere persone e Gruppi nei tuoi dintorni. Clicca sulle tre linee in alto a sinistra e poi su “Persone vicine“. Visualizzerai un elenco di contatti a una certa distanza dalla tua posizione e subito sotto dei Gruppi locali. Se vuoi che anche altre persone possano contattarti in questa maniera, clicca su “Rendimi visibile” e poi conferma la tua scelta cliccando su “OK”.

Link di invito Telegram: cos’è e dove si trova

Un modo ancora più rapido per dare il via a una conversazione su Telegram è il link di invito. Per averne uno devi innanzitutto impostare uno username. Per farlo (o modificarlo) clicca sulle tre linee in alto a sinistra sulla home dell’app, poi sulla tua icona del profilo e infine sulla sezione “Username“. Digita il soprannome che vuoi che ti identifichi e conferma con la spunta in alto a destra.

Ora le persone potranno trovarti senza bisogno del tuo numero di cellulare, semplicemente digitando il tuo username nella barra di ricerca. Se vuoi fare ancora più in fretta però, puoi dargli direttamente il link t.me/… sostituendo il tuo username ai tre puntini. Cliccandoci sopra, l’utente si ritroverà immediatamente nella chat di Telegram con te.

logo telegram personalizzazione

Come personalizzare Telegram Messenger

Telegram ti offre tante possibilità di adattare graficamente il servizio ai tuoi gusti. Se vuoi cambiare sfondo, colori e in generale l’aspetto di Telegram, clicca innanzitutto sulle tre righe in alto a sinistra nella home, poi su “Impostazioni” e infine su “Impostazioni chat“. Qui troverai una lunga lista di possibilità per abbellire il tuo Telegram.

Puoi ad esempio impostare uno sfondo personalizzato per le tue chat, cambiare il tema vagliando tra varie opzioni, scegliere il colore di quel tema (ed eventualmente tenendo premuto sui cerchi aprire innumerevoli possibilità ulteriori di tonalità tra cui scegliere), indicare le dimensioni del testo e molto altro ancora.

Se invece vuoi semplicemente passare dalla modalità chiara/giorno a quella scura/notte e viceversa, clicca sulle tre righe e poi sul simbolo della Luna o del Sole che trovi sulla destra.

Come riordinare e organizzare i contenuti  Telegram

Chat, Gruppi, Canali, Bot… A volte la home dell’applicazione può davvero essere caotica. Per fortuna Telegram offre la possibilità di organizzarla al meglio, suddividendo tutto in diverse cartelle. Clicca sulle tre linee orizzontali in alto a sinistra, poi su “Impostazioni” e infine su “Cartelle“.

Da qui puoi creare delle categorie che compariranno nella home, in cui sono presenti le tue conversazioni a seconda della suddivisione. Cliccando su “Crea nuova cartella” potrai dare il nome a ciascuna e scegliere quali chat includere e quali escludere. In entrambi i casi puoi scegliere sia singole conversazioni/Gruppi/Canali, sia dare un’indicazione generale come ad esempio “Tutti i Gruppi“.

Guida Telegram: le impostazioni

Quando si approccia un nuovo social network, anche uno leggermente atipico come Telegram, è bene essere a conoscenza di dove sono le impostazioni ed esplorarle. Questo per adattare lo strumento da subito alle nostre necessità, con la possibilità di cambiare in seguito, e controllare la nostra privacy sulla piattaforma.

Per Telegram, le impostazioni sono accessibili direttamente da dentro l’applicazione. Dalla home clicca sulle tre righe nella parte superiore sinistra e poi su “Impostazioni” e troverai tutto.

Come cambiare la lingua

Se per un qualsiasi motivo vuoi utilizzare Telegram in un’altra lingua, clicca sulle tre linee orizzontali nella home dell’app, poi su “Impostazioni” e infine su “Lingua“. Qui sceglierai il linguaggio a disposizione tra 19 scelte possibili, fra cui russo, spagnolo, inglese, coreano, tedesco, olandese e italiano.

Come modificare le informazioni del profilo

Quando ti iscrivi a Telegram inserisci una serie di dettagli su di te. Alcuni sono necessari, come il numero di telefono, altri sono facoltativi, come l’immagine del profilo. Tutti questi però si possono modificare successivamente.

Per prima cosa clicca sulle tre linee orizzontali in alto a sinistra nella home e poi su “Impostazioni” e poi procedi come segue a seconda del dato che vuoi cambiare:

  • Nome – Clicca sui tre puntini verticali in alto a destra e poi su “Modifica nome
  • Immagine del profilo – Clicca sul cerchio con una macchina fotografica e scegli la tua nuova foto. Puoi anche scattarne rapidamente una nuova cliccando sul riquadro in alto a sinistra nell’elenco. Posizionala al meglio (puoi anche zoomare se lo desideri) e conferma
  • Numero di telefono – Clicca sul tuo numero di telefono attuale, conferma la tua scelta e inserisci quello nuovo. Riceverai un SMS per verificare che si tratti effettivamente del tuo numero. Con questo processo, tutte le tue chat e informazioni saranno trasferite dal vecchio numero a quello nuovo
  • Username – Clicca sul tuo username attuale e imposta quello nuovo, controllando che sia ancora disponibile. Conferma infine cliccando sulla spunta in alto a destra.
  • Bio – Clicca sulla tua bio attuale e modificala

Come modificare le impostazioni di notifica di Telegram

Clicca innanzitutto sulle tre righe orizzontali in alto a sinistra nella home dell’app e poi su “Impostazioni“. Da qui vai in “Notifiche e suoni” dove troverai tutte le opzioni riguardo a questo aspetto di Telegram. Puoi scegliere ad esempio di attivare o disattivare gli avvisi per i Gruppi o i Canali, impostare una suoneria speciale per le chiamate con quest’app, scegliere che suoni mantenere attivi all’interno del servizio e molto altro ancora.

Impostare un reminder per le notifiche

Una funzione molto utile di Telegram è quella dei reminder delle notifiche. In sostanza se ti arriva un messaggio, ma ti perdi il primo avviso per qualsiasi ragione, puoi chiedere all’app di mandartene uno nuovo dopo un certo tempo. In questo modo puoi essere sicuro di non lasciare indietro nessuna comunicazione importante.

Per attivare questa funzionalità ed eventualmente modificare l’intervallo per gli avvisi successivi, clicca sulle tre linee orizzontali nella home e poi su “Impostazioni” e “Notifiche e suoni“. Ora scendi fino a “Ripeti notifiche“, cliccaci sopra e scegli l’intervallo che preferisci (“No” disattiva la feature).

Controllare la privacy su Telegram

Uno dei cavalli di battaglia di Telegram è proprio la sua attenzione alla privacy dei suoi utenti. Questo si traduce sia in strumenti altamente protetti come le Chat Segrete, sia in un sistema di impostazioni della privacy particolarmente granulare. Puoi infatti verificare tantissimi dettagli della tua presenza sull’applicazione.

Dalla home di Telegram clicca sulle tre linee orizzontali in alto a sinistra, poi su “Impostazioni” e infine su “Privacy e sicurezza“. Qui trovi tutte le voci che puoi modificare. Puoi ad esempio decidere chi può visualizzare il tuo numero di telefono, il tuo ultimo accesso o la tua foto del profilo ma anche se inserire un link al tuo profilo quando qualcuno inoltra un tuo messaggio e chi può aggiungerti a gruppi o canali. Il consiglio è quello di esplorare a fondo questa sezione, per essere consapevole di ciò che condividi con l’applicazione e gli altri utenti.

Come rendere più sicuro l’accesso all’account Telegram

Con Telegram hai due possibilità molto utili per rafforzare la sicurezza del tuo profilo. Per attivarle clicca sulle tre linee in alto a sinistra nella home, poi su “Impostazioni” e infine su “Privacy e sicurezza“. Ora scorri fino alla sezione “Sicurezza” dove potrai verificare quali sono le sessioni attive in questo momento (cioè, i luoghi e dispositivi in cui hai attualmente un accesso attivo all’account ed eventualmente disattivarle tutte) e rafforzare la protezione.

Un primo strumento è il “Codice di blocco“. Attivandolo ti chiederà di inserire una password che servirà a proteggere la tua app da occhi indiscreti. Nella home comparirà un lucchetto in alto a destra e cliccandoci sopra potrai ‘chiudere’ le tue chat. Chiunque voglia accedervi dovrà inserire il codice che hai impostato, altrimenti resteranno bloccate. Puoi anche fare in modo che la protezione si attivi in automatico dopo un certo intervallo di tempo e attivare o disattivare la possibilità di sostituire al codice la tua impronta digitale.

Parallelamente a questo puoi impostare la  “Verifica in due passaggi“. Cliccando sopra questa opzione ti sarà chiesto di inserire una password, reinserirla per conferma, aggiungere un suggerimento in caso te la dimentichi, una mail (facoltativa) per il servizio di recupero e il codice di conferma per quest’ultima. Effettuati tutti questi passaggi avrai attivato una verifica più rigida per gli accessi al tuo account. Se qualcuno vorrà accedere al tuo profilo Telegram (ad esempio tramite il client web) avrà bisogno sia del tuo numero di telefono a cui riceverà il codice, sia della tua password. Insomma, è come avere due lucchetti sulla bici!

Autodistruzione account Telegram

Non solo puoi, ma da un certo punto di vista, devi. Telegram infatti per una questione di contenimento dei costi, ha una politica di cancellazione degli account inattivi. Questo significa che se non accedi al tuo account per un certo periodo di tempo, questo sarà eliminato. Per quanto tempo esattamente? Beh, questo sta a te deciderlo.

Se clicchi sulle tre linee orizzontali in alto a sinistra nell’app, poi su “Impostazioni“, “Privacy e Sicurezza” e infine “Se lontano per” potrai indicare dopo quanto tempo di inattività il tuo account sarà cancellato. Si va da un minimo di un mese, fino a un anno. Ricordati quindi di tornare a controllare periodicamente la tua app per non perdere tutti i tuoi dati!

Come ottimizzare il consumo dati di Telegram

È importante tenere sotto controllo il consumo di traffico delle nostre applicazioni. È facile infatti che senza un’attenta manutenzione delle impostazioni, questo schizzi alle stelle, con conseguenze non indifferenti sulle bollette. Per controllare questo lato di Telegram, puoi cliccare sulle tre linee orizzontali in alto a sinistra sull’app, poi su “Impostazioni” e infine su “Dati e archivio“.

Qui è disponibile una serie di opzioni da definire per proteggere il tuo consumo di dati. Il consiglio principale che possiamo darti è quello di disattivare ilDownload automatico media” almeno per la rete cellulare e in roaming. Potrai comunque vedere immagini e video e altri file inviati, ma ne avrai il controllo completo, decidendo se e quando scaricarli. Nessun rischio di finire i Giga inconsapevolmente quindi!

Che cosa sono i Gruppi Telegram

Un Gruppo Telegram è una grande conversazione che invece di essere uno-a-uno coinvolge più persone. Questa applicazione permette di crearne di decisamente ampi, con un limite massimo fissato a ben 200.000 membri. Sono un modo interessante per dare a una community la possibilità di confrontarsi in maniera diretta e chiacchierare in libertà. Ne esistono di tantissimi tipi differenti, dedicati a innumerevoli temi, da quelli delle singole città a quelli per appassionati di serie TV fino ovviamente a quelli privati creati tra amici.

Come creare un Gruppo Telegram

Il modo più semplice per creare un Gruppo Telegram è cliccare sulle tre righe orizzontali in alto a sinistra, poi su “Nuovo gruppo“. Seleziona i membri che vuoi aggiungere, clicca sulla freccia in basso a destra, inserisci nome ed eventuale immagine profilo del gruppo e a questo punto avrai il tuo Gruppo pronto. Un altro modo per dare il via al tutto è cliccare sull’icona a forma di matita in basso a destra nella home e poi su “Nuovo gruppo”.

Come cercare e unirsi ai Gruppi Telegram

I Gruppi Telegram sono di due tipi: pubblici o privati. Questa impostazione si può modificare cliccando sul nome del gruppo, sull’icona a forma di matita in alto a destra e infine su “Tipo di gruppo“.

Nel caso di un Gruppo privato, per unirti dovrai ricevere un invito da una persona già presente al suo interno. Può essere un semplice utente in teoria, ma in alcuni casi gli amministratori scelgono di riservare solo a sé stessi la possibilità di aggiungere nuovi membri. In alternativa puoi farti inviare il link d’invito, per accedere in maniera più rapida.

Se invece si tratta di un Gruppo pubblico, puoi semplicemente cercarlo nella barra dedicata nella home. Se vuoi scoprire questo aspetto di Telegram, puoi provare a digitare qualcosa legato ai tuoi interessi e troverai nuovi Gruppi pubblici di ogni tipo. Clicca su quello che ti interessa per unirti e inizia a chattare!

Dove trovare le impostazioni dei propri Gruppi

Aprendo il tuo Gruppo e cliccando sul nome in alto e successivamente sulla matita in alto a destra accederai alle impostazioni. Qui potrai cambiare il nome del Gruppo e la sua immagine rappresentativa e inserire una descrizione facoltativa, che può essere utile ai nuovi membri. Inoltre troverai le seguenti opzioni da impostare:

  • Tipo di gruppo per scegliere se passare da Gruppo privato a pubblico e viceversa. Qui trovi anche il link d’invito per fare entrare nuove persone.
  • Cronologia per i nuovi membri dove scegli se i nuovi ingressi possono vedere tutto quello che è stato scritto in precedenza o se solo i messaggio dalla loro entrata nel Gruppo in poi.
  • Permessi in cui decidi cosa possono fare i tuoi utenti. Puoi impedire l’invio di media, che aggiungano nuovi membri, che cambino il nome o l’immagine del gruppo e altro ancora. Puoi anche introdurre un intervallo minimo di tempo che deve passare tra un messaggio e l’altro per gestire meglio le discussioni.
  • Amministratori dove puoi aggiungere nuove persone che si occupino del Gruppo. Puoi eventualmente dare loro differenti poteri, cliccando su ciascuno. Se vuoi puoi anche personalizzare il titolo di ognuno di loro.
  • Membri in cui trovi la lista completa dei membri del Gruppo. Cliccando sui tre puntini a fianco del nome puoi scegliere di rendere amministratore ciascuno di loro (e decidere quali poteri avrà) o rimuoverlo dal Gruppo.

Gruppi Telegram e pirateria

Potresti aver sentito dire che esistono Gruppi Telegram dedicati alla condivisione di file protetti da copyright, a partire dai classici film, serie TV e musica. Questo è vero: sfruttando la riservatezza garantita da Telegram sono nate diverse community dedite alla pirateria, sia italiane che internazionali. Alcune di queste hanno anche sviluppato Bot che accompagnino il Gruppo, fungendo da motore di ricerca e strumento per richiedere nuovi contenuti. È bene sottolineare però che può essere rischioso scaricare file di cui non si conosce esattamente la provenienza, senza dimenticare che la pirateria resta un’attività illegale, anche su Telegram.

Che cosa sono i Canali Telegram

Un Canale di Telegram è un ulteriore strumento di comunicazione rispetto a chat private e Gruppi. Se le prime sono discussioni uno-a-uno e i secondi molti-a-molti, qui si parla di uno-a-molti. In sostanza, con il Canale puoi inviare messaggi a un gran numero di persone, che non possono però rispondere. È uno strumento molto comodo per ricevere aggiornamenti: può usarlo una testata giornalistica per pubblicare le notizie più importanti o un influencer per condividere la pubblicazione di un nuovo contenuto e molto altro ancora.

Come creare un Canale

Se vuoi creare un Canale Telegram clicca sulla matita in basso a destra nella home. Ora vai su “Nuovo canale” e conferma la tua scelta. Inserisci quindi il nome del Canale e se vuoi un’immagine rappresentativa e una descrizione. Dopodiché prosegui, scegliendo se vuoi che sia pubblico (cioè che si può trovare tramite la ricerca interna dell’app) o privato e imposta il tuo link di invito. A questo punto scegli quali persone invitare a iscriversi al Canale tra i tuoi contatti e il processo sarà completo!

Come trovare Canali Telegram a cui unirsi

Puoi trovare nuovi Canali di Telegram a cui iscriverti cercando nella barra di ricerca nella home. Clicca sull’icona a forma di lente d’ingrandimento in alto a destra e inserisci  un argomento che ti interessa. Troverai diversi risultati da esplorare e scoprire.

Se invece sei interessato a una community nello specifico, puoi controllare se hanno attivato un Canale Telegram chiedendo a chi se ne occupa o all’influencer che vuoi seguire e cliccando sul link d’invito che ti forniranno. Nel caso, ti ricordiamo che c’è sempre il Canale Telegram della nostra Fjona

Come gestire un Canale Telegram

Hai a disposizione una serie di opzioni da impostare per il tuo Canale Telegram, che ti aiuteranno a gestirlo al meglio. Innanzitutto, clicca sul nome e poi sulla matita in alto a destra per accedere alle impostazioni. Qui potrai cambiare il nome e l’immagine del Canale, oltre che la descrizione. Ci sono poi una serie di opzioni aggiuntive che possono tornarti utili:

  • Tipo di canale per passare da pubblico (che può quindi essere trovato tramite la ricerca di Telegram) a privato. Qui trovi anche il link d’invito dedicato e puoi eventualmente modificarlo.
  • Discussione, in cui impostare un eventuale Gruppo collegato al Canale dove gli utenti possano commentare i nuovi post.
  • Firma messaggi, che torna utile nel caso tu aggiunga altri amministratori. Puoi inserire una firma automatica per i diversi post, per distinguere chi è l’autore.
  • Amministratori, dove aggiungere nuovi amministratori, modificare i loro permessi e in generale gestire questo aspetto.
  • Iscritti, con tutta la lista degli utenti del Canale.
  • Utenti rimossi, con l’elenco completo delle persone che sono state escluse e che non potranno rientrare con il semplice link d’invito.immagine the botfather

Bot Telegram: cosa sono

Una funzione particolarmente utile e poco diffusa altrove che offre questo servizio è quella dei Bot. Si tratta di programmi creati all’interno di Telegram che offrono funzioni aggiuntive particolari. Essi offrono la possibilità di allargare di molto i confini dell’applicazione, rendendola estremamente versatile. Ci sono Bot che permettono di giocare all’interno di un gruppo, di richiedere immagini e addirittura creare fotomontaggi. E se non riesci a trovare il Bot che faccia al caso tuo, puoi sempre crearne uno tutto tuo!

Come trovare i Bot di Telegram

Puoi provare a cercare nuovi Bot all’interno dell’applicazione stessa. Dalla home clicca sulla lente d’ingrandimento in alto a destra e inserisci quello che ti interessa. Troverai una serie di risultati e cliccando su ciascuno troverai le istruzioni per avviare il Bot e comprenderne il funzionamento. Tipicamente si tratta di strumenti dal funzionamento guidato che sono piuttosto semplici da utilizzare, quasi come se fosse una conversazione con una persona reale.

Come creare un Bot di Telegram

Creare un Bot di Telegram è un processo al contempo piuttosto semplice e abbastanza difficile. La differenza sta in quanto ne sai di programmazione. Per chi infatti ha già discreta dimestichezza in questo campo, si tratta di un compito molto accessibile, mentre chi è un novizio del settore la strada è in salita e servirà un po’ più di impegno. Ma a prescindere, non è nulla di impossibile e chiunque può creare il proprio Bot.

Per iniziare, puoi andare a visitare la pagina di istruzioni di Telegram su come creare un Bot. E in ogni caso non preoccuparti: per aiutarti a creare il tuo Bot avrai un supporto molto capace ovvero… un altro Bot! Si chiama Botfather ed è pronto a guidarti in tutto il percorso per creare il tuo nuovo amico virtuale.

Come eliminare account Telegram

Cancellando il tuo account Telegram eliminerai tutti i dati presenti sulla piattaforma a te legati. Per farlo, puoi recarti direttamente sulla pagina dedicata alla cancellazione del profilo Telegram. Qui dovrai inserire il tuo numero di telefono e successivamente il codice che riceverai sull’app. A questo punto potrai scegliere di eliminare il tuo account. Ricorda che non avrai più accesso alle conversazioni e ai gruppi a cui hai preso parte, ma i messaggi che hai inviato non saranno eliminati. I tuoi amici potranno quindi ancora leggere quello che hai scritto in passato.

Per ragioni di ottimizzazione dei propri server inoltre, Telegram ha inserito una funzione di eliminazione automatica dell’account in caso di inattività. Questo significa che se non entri nel servizio per almeno sei mesi (impostazione di base), il tuo profilo sarà eliminato. È possibile modificare questo intervallo di tempo cliccando sulle tre righe orizzontali in alto a sinistra e poi andando in “Impostazioni“, “Privacy e Sicurezza” e infine “Elimina il mio account se lontano per“.

telegram suggerimentiBonus 1: i trucchi per usare Telegram al meglio

Telegram è un servizio che offre enormi possibilità e che, grazie alla sua filosofia di continua innovazione e apertura ai contributi degli utenti, crea tantissimi utilizzi interessanti. Ci sono quindi diversi trucchetti da imparare, piccoli e grandi, per poter sfruttare tutto quello che offre. Vediamone insieme qualcuno.

Passa rapidamente dal giorno alla notte

Se vuoi cambiare velocemente il colore della tua app, passando dalla versione per il giorno (più chiara) a quella notturna (più scura), puoi farlo in un lampo. È sufficiente cliccare sulle tre righe in alto a sinistra nella home e poi sull’icona del Sole per passare da notte a giorno o sulla Luna per l’opposto.

Hai provato a giocare con le emoji?

Negli ultimi aggiornamenti Telegram ha reso praticamente ogni emoji animata, se mandata singolarmente. Se per esempio invii un messaggio con solo “?” questa sarà visualizzata in grande e in movimento. Molto carino è il cuore “❤” che se toccato farà suoni e vibrazioni che ne replicano il battito. Ma ci sono alcune emoji ancora più divertenti che si possono utilizzare addirittura per giocare.

Se invii il dado “?”, il bersaglio “?” o la palla da basket “?” ciascuno di essi avrà un’animazione personalizzata, dal risultato casuale. Potrai quindi effettuare un lancio di dado, tirare una freccetta o cercare di fare canestro. Simili effetti sono disponibili anche per il pallone da calcio “⚽”, il bowling “?” e la slot machine “?”. All’interno di un gruppo può diventare una vera e propria sfida con gli amici a chi è il migliore (sebbene sia semplicemente casualità)!

Creare un set di Sticker è semplicissimo

Gli Sticker sono una delle funzionalità più divertenti di Telegram e aggiungono colore alla conversazione. L’effetto è ancora migliore se sono delle immagini particolarmente significative per te o i tuoi amici. Quindi perché non creare un tuo set, invece di usare i classici animaletti buffi o i personaggi di una serie TV? Il processo è decisamente più semplice di quanto si possa pensare. Bastano pochi messaggi con la procedura guidata offerta dal Bot dedicato e potrai avere il tuo pacchetto personalizzato!

Telegram offre la possibilità di giocare (anche con amici)

Con un aggiornamento del 2016, questa app lanciò un servizio di giochi interno, che si attivavano tramite un Bot dedicato. Si tratta di piccole sfide mobile, che richiamano anche nell’estetica i prodotti in Flash dei primi anni del web. Restano comunque molto divertenti e coinvolgenti. La possibilità poi di inserirli all’interno di una chat di gruppo, creando in automatico una classifica con i risultati migliori travolgerà te e i tuoi amici, aprendo le porte a sfide infinite. Provali subito se ancora non li conosci!

Organizza un Gruppo in modo gerarchico

Chi ha provato a gestire un gruppo sa quanto possa essere complesso. Che si tratti di una grande community o anche solo di una compagnia di amici, a volte il peso della corona è difficile da sostenere da soli. Telegram offre un’ottima gestione dei poteri di amministrazione però. Grazie a questo è possibile creare diversi livelli tra gli utenti del Gruppo, facendo in modo che possano aiutare senza prevaricare. Un’idea può essere replicare la vecchia struttura di Moderatori/Admin/Founder dei forum del passato, ma in realtà c’è molta libertà da questo punto di vista e le possibilità sono moltissime. Fai qualche test e vedrai che sarà tutto più semplice!

Si possono trasferire le chat da altre applicazioni

Se sei interessato a passare interamente a Telegram per le tue comunicazioni, ma non vuoi perdere i messaggi scambiati altrove, non devi preoccuparti. Questa app è compatibile con tutti i principali servizi di messaggistica istantanea e ti permette di trasferire tutte le chat e i media in poco tempo. È sufficiente che tu vada sulla conversazione in questione, cerchi l’opzione “Esporta chat” e scegli Telegram come destinazione. Una comodità non indifferente per avere tutto in un’unica app.

Puoi pianificare i messaggi

Ti è mai capitato di voler scrivere una cosa a un amico, ma hai guardato l’ora ed era decisamente troppo tardi per disturbarlo, così hai deciso di rimandare al mattino dopo (per poi, magari dimenticartene)? Ecco, per queste e tante altre occasioni, Telegram ha inserito la funzione di pianificazione dei messaggi. Basta digitare il tuo testo, poi tenere premuto sul tasto di invio e selezionare “Programma messaggio“. Scegli poi la data e l’ora in cui vuoi che sia consegnato e ci penserà l’app a farlo arrivare al momento giusto. E se invece vuoi evitare di fare arrivare una notifica al tuo interlocutore (magari perché sai che è impegnato) puoi sempre scegliere l’opzione “Invia senza suono“.

Iscriviti a Suggerimenti

Nello spirito di “dai un pesce a un uomo e lo sfamerai un giorno, insegnagli a pescare e lo sfamerai per sempre” il nostro ultimo consiglio per l’uso di Telegram riguarda dove imparare altri trucchi sul servizio. Ti suggeriamo quindi di seguire il Canale creato proprio dalla piattaforma in cui troverai tantissimi altri suggerimenti, sempre aggiornati. In poco tempo diventerai anche tu un grande esperto di Telegram!

pavel durov fondatore telegram

Bonus 2: la storia di Telegram

Questo servizio nasce nel 2013, per opera di due imprenditori russi, i fratelli Pavel e Nikolaj Durov. I due avevano già sulle spalle la creazione del social network VK, un grande successo nell’Est, e con Telegram puntavano a rivoluzionare il settore della messaggistica istantanea. L’idea era promuovere un servizio che restasse il più possibile indipendente, gratuito, sicuro e lontano dagli interessi commerciali degli inserzionisti.

La crescita non è avvenuta improvvisamente, ma con costanza questa app si è diffusa sempre di più, fino a diventare la principale alternativa alla dominante WhatsApp per molti. In poco più di un anno ha raggiunto i 35 milioni di utenti attivi e nel 2016 toccò per la prima volta la cifra di 100 milioni.

A inizio 2021 il numero di account funzionanti sul servizio ha superato i 500 milioni. Questo traguardo, ha preannunciato uno dei fondatori, segnerà una trasformazione parziale del servizio. Cifre simili richiedono infatti costi più alti e non è più possibile sostenerli senza un ritorno. Tuttavia, le novità previste non dovrebbero andare a impattare concretamente il servizio per gli utenti normali e nulla cambierà nelle chat private che resteranno sempre libere da inserzioni e/o controlli.

Questo risultato peraltro sembra essere effetto di un grandissimo trasferimento di utenti che hanno scelto di abbandonare la concorrente WhatsApp a causa dei suoi nuovi termini del servizio dal punto di vista della privacy. Un evento che sottolinea quanto il pubblico sia sempre più attento a questo aspetto.

E così si conclude la nostra Guida al mondo di Telegram. L’hai già scaricato? Sei pronto a tuffarti in questo mondo? Se hai altri dubbi, ricordati che noi siamo sempre a disposizione!

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button