fbpx
LifestyleNews

La multinazionale di Zara e Stradivarius scommette sul tessuto riciclato

Ha stretto un accordo con un'azienda finlandese che produce un tessuto realizzato dagli scarti tessili

Inditex, proprietaria del colosso Zara, Stradivarius, Pull&Bear e molti altri marchi di moda, ha firmato un importante accordo triennale con Infinited Fiber Company, un’azienda che trasforma gli scarti tessili in un nuovo tessuto riciclato simile al cotone.

Il gruppo Inditex stringe un accordo per utilizzare Infinna, un tessuto riciclato realizzato dagli scarti della moda

Il gruppo Inditex, società madre di grandi marchi di moda come Zara, Oysho e Bershka, sta investendo 100 milioni di euro in un’azienda finlandese, Infinited Fiber Company, che trasforma gli scarti tessili in un nuovo tessuto simile al cotone. L’accordo è molto importante poiché rappresenta un momento significativo e storico nell’evoluzione della moda circolare, in cui si rimettono in circolo i materiali di scarto.

La partnership, inizialmente di tre anni, prevede che Inditex si impegni ad acquistare il 30% del volume di produzione annuale futuro del tessuto Infinna, dell’azienda finlandese, che replica l’aspetto del cotone ma può essere realizzato col 100% degli scarti tessili.

“Collaborare con altri in nuove iniziative innovative e fibre di nuova generazione come Infinna è fondamentale per realizzare la trasformazione di cui il nostro settore ha bisogno”, si legge in una dichiarazione del chief sustainability officer di Inditex, Javier Losada.

tessuto riciclato infinna
Photo credits: Infinited Fiber Company.

La partnership arriva anche con Tommy Hilfiger e altre aziende

Questo con Inditex non è il primo accordo dell’azienda finlandese. Pochi giorni fa Tommy Hilfiger e la società madre di Calvin Klein, PVH, hanno stretto una collaborazione pluriennale con Infinited Fiber Company. I primi prodotti Hilfiger che utilizzano Infinna usciranno quest’estate; mentre PVH ha identificato la partnership come un passo chiave verso il suo obiettivo del 2030 di ridurre a zero gli impatti ambientali negativi. Anche altri marchi, tra cui Patagonia e Zalando hanno firmato collaborazioni nell’ultimo anno per utilizzare Infinna.

Come riporta Vogue Business, gli accordi con Inditex e PVH consentiranno a Infinited Fiber Company di costruire il suo più grande impianto di produzione fino ad oggi, la cui apertura è prevista per il 2024. “Questo è un passo significativo verso la realizzazione della nostra ambizione. Ovvero rendere, in futuro, Infinna un materiale tessile mainstream” ha affermato Petri Alava, CEO dell’azienda finlandese.

La recente ondata di partnership di Infinited Fiber Company suggerisce un futuro ottimista per i materiali riciclati. E il recente successo di altre realtà che producono tessuti riciclati ne sono la prova. Recover, il principale produttore di fibre di cotone riciclato, ha aperto recentemente una nuova fabbrica. Renewcell, un’azienda svedese che crea fibre riciclate chiamate Circulose, nel 2020 ha invece stretto una partnership quinquennale con H&M.

Inditex afferma che è troppo presto per sapere quanto della sua produzione totale di materiali potrebbe essere affidata a Infinna in futuro. Ma è importante notare che l’azienda ha aumentato del 125% l’uso di “cotone più sostenibile” e del 179% del “poliestere proveniente da fonti più sostenibili”.

Offerta
KOREY Ferro da Stiro Verticale,280ML Stiratrice...
  • ◎ Ferro da stiro portatile: tienila sempre con te anche in valigia durante i tuoi viaggi per avere indumenti sempre...
  • ◎ Leggera e maneggevole: design a prova di perdite, grazie al corpo slanciato ed all'impugnatura ergonomica con...
  • ◎ Protezione automatica di spegnimento e design anti-perdita: Non verranno utilizzati 8 minuti, verrà automaticamente...
Source
Vogue Business

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button