fbpx
Recensioni VideogiochiVideogiochi

La nostra recensione di The Falconeer: si vola su Nintendo Switch

The Falconeer: Warrior Edition sta per approdare, dopo qualche mese dal suo lancio su Steam, su Nintendo Switch il 5 agosto. Per l’occasione noi di Tech Princess abbiamo colto l’opportunità di viaggiare una seconda volta per i cieli di Urseei e per valutare la qualità di questo porting. Senza ulteriori indugi saltiamo in sella al nostro destriero volante e addentriamoci nella nostra recensione di The Falconeer: Warrior Edition su Nintendo Switch.

The Falconeer Warrior Edition: la nostra recensione su Switch

Come abbiamo già spiegato nella nostra anteprima, The Falconeer sotto il profilo ludico si configura come un simulatore di volo piuttosto singolare. Il titolo infatti è stato sviluppato da una sola persona, Tomas Sala, e ci vedrà solcare i cieli di un ampio open world a bordo, almeno inizialmente, di un grifone. Com’è possibile simulare il volo di una creature che di fatto non esiste?

Domanda interessante, a cui The Falconeer ha dato la sua personale interpretazione. Durante il volo infatti il nostro destriero prenderà alcune decisione in modo interamente autonomo, correggendo lievemente la rotta e evitando di schiantarsi contro gli ostacoli lungo il percorso nell’eventualità che avessimo qualche problema con i controlli.

The Falconeer recensione Switch

Al netto di qualche momento di pura nausea per via di una virata inaspettata, l’intelligenza artificiale del volatile non crea particolari fastidi, anche perché il gioco non ha alcuna pretesa di realismo. Il controllo sul proprio pennuto avviene tramite una barra specifica che si consuma volando verso l’alto e si riempie quando scenderemo in picchiata, cosa che rende necessario pianificare i proprio movimenti, soprattutto durante gli scontri.

Abbiamo trovato particolarmente importante saper dosare le manovre evasive, dato che possono disorientare e portarci facilmente “alla deriva” se usate senza criterio. In generale comunque volare in The Falconeer si configura come un’esperienza liberatoria, una volta presa la mano con i controlli, che in un primo momento possono risultare molto anti-intuitivi.

La progressione di gioco

Come dicevamo in apertura, The Falconeer permette ai giocatori di esplorare un ampio Open World e dobbiamo ammettere che Urseei è molto grande e affascinante. Esplorare e scoprire tutti i luoghi segreti presenti nella mappa è un’esperienza gratificante e raramente noiosa, anche per via dei vari punti di interesse, tutti piuttosto affascinanti e che rivelano parte della storia del mondo di gioco.

Una volta preso il volo potremo intraprendere anche missioni principali e secondarie, per portare avanti la trama oppure per accumulare risorse e denaro. Proprio l’intreccio narrativo del gioco non ci è sembrato particolarmente incisivo, soprattutto a causa del metodo confusionario con cui è raccontato e che ci ha lasciato un sopracciglio alzato in più di un’istanza.

The Falconeer recensione Switch

Non molto meglio congegnate le missioni secondarie, che spesso prendono la forma delle tanto odiate fetch quest, in cui dovremo semplicemente volare da un punto A ad un punto B, raccogliere un oggetto e poi portarlo di nuovo al punto A. Non esattamente un’idea appagante per il giocatore.

Molto meglio il lato ricompense, che spaziano dal “semplice” denaro, fino all’equipaggiamento. Particolarmente interessante in questo senso è la presenza dei mutageni, che è possibile iniettare alla nostra cavalcatura, che gli conferiranno abilità speciali e bonus unici.

The Falconeer su Nintendo Switch

La Warrior Edition di The Falconeer in arrivo su Nintendo Switch sarà completa di tutti i DLC usciti finora. Questo vuol dire che potremo quindi affrontare il Kraken e intraprendere le missioni de Il Cacciatore e la Follia di Atun, ma non finisce qui. In questa versione sarà inclusa anche l’espansione Ai Confini del Mondo, che promette di espandere ulteriormente la già ricca lore del titolo. Insomma, se volete l’esperienza di The Falconeer completa, questo porting è quello che fa per voi.

Simpatica anche l’implementazione dell’HD Rumble, che abbiamo avuto modo di apprezzare già durante la nostra anteprima e che fa un ottimo lavoro nell’aumentare l’immersività complessiva nel gioco, specie quando ci troveremo a volare nel bel mezzo delle tempeste.

Impossibile però passare sopra ad alcune lati negativi della produzione, primo fra tutti la localizzazione italiana, che abbiamo trovato imprecisa in più occasioni e che ha impattato grandemente sulla nostra progressione. Capire i tutorial di gioco in italiano ha comperato un vero e proprio sforzo di immaginazione e, se masticate un minimo di inglese, vi consigliamo di cambiare la lingua il prima possibile.

Non propriamente in forma anche il comparto grafico, che su Switch deve sacrificare parte del livello di dettaglio visto su Steam. Un elemento questo, che se accompagnato allo stile volutamente retrò del titolo, priva The Falconeer di quel suo fascino unico che aveva su PC. Un vero peccato, dato che si trattava di uno degli elementi più eleganti del gioco.

The Falconeer su Nintendo Switch: la nostra recensione in breve

The Falconeer arriva quindi su Switch nella sua versione più completa, senza lasciare indietro nemmeno uno dei DLC arrivati dopo il lancio ufficiale. Il porting sull’ibrida della casa di Kyoto ha costretto a qualche compromesso tecnico di troppo, ma in generale l’esperienza di gioco rimane per lo più invariata.

Tale esperienza di gioco porta con sé pregi e difetti dell’originale, con tutti i suoi toni altalenanti. Alle volte vi sentirete un dio della guerra, mentre volate fieri tra le nubi in tempesta in una battaglia di proporzioni epiche. Altre volte vi troverete alle prese con un pennuto disobbediente che proprio non vuole saperne di fare quello che gli avete chiesto.

In ogni modo, se amate i simulatori di volo con una personalità unica, The Falconeer è senza dubbio il titolo che fa per voi.

The Falconeer - Warrior Edition - Other - Nintendo Switch
  • Mira al cielo
  • Esplora un universo incredibile
  • Duelli aerei frenetici

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button