fbpx
CulturaHotSpettacoli

Thelma & Louise: i 30 anni del capolavoro di Ridley Scott

Sono passati esattamente 30 anni dal debutto a Cannes di Thelma & Louise, pietra miliare del cinema firmata da Ridley Scott. Un road movie corrosivo e ribelle, con protagoniste le strepitose Susan Sarandon e Geena Davis, impegnate in un viaggio fisico e interiore per la loro emancipazione e, simbolicamente, per quella di tutte le donne.

Siamo nell’Arkansas dei primi anni ’90, dove la quarantenne cameriera Louise (Susan Sarandon), insoddisfatta della sua vita e della sua relazione con l’inaffidabile Jimmy Lennox (Michael Madsen), decide di partire per un week-end in montagna con la più giovane amica Thelma (Geena Davis), a sua volta afflitta dalla relazione con l’opprimente e sessista marito.

Durante la loro sosta in un locale country, Thelma subisce un tentativo di stupro da parte di un bullo locale, evitato solamente dal provvidenziale arrivo di Louise. Ne segue un acceso scontro verbale e fisico, al termine del quale Louise, memore di una sua triste esperienza in Texas, spara all’uomo, uccidendolo. Per le due comincia così una fuga disperata e spericolata a bordo di una vecchia Ford Thunderbird, con l’obiettivo di fuggire in Messico.

Thelma & Louise: i 30 anni del capolavoro di Ridley Scott

Thelma & Louise

A tre decenni di distanza dall’uscita di Thelma & Louise, il mondo è profondamente cambiato (non sempre in meglio), e con esso anche la società. Ma certe dinamiche, come la tendenza a irreggimentare e a opprimere le donne, fanno purtroppo ancora parte della nostra quotidianità.

Proprio per questo, l’opera di Ridley Scott, scritta da Callie Khouri (vincitrice dell’Oscar per la migliore sceneggiatura originale) è ancora un fulgido simbolo della battaglia non ancora vinta sulla parità di genere. Thelma e Louise rappresentano due modi opposti di affrontare la vita: più prudente e disillusa Louise, che almeno inizialmente è la leader della coppia; più ingenua e imprudente Thelma, che per sua stessa ammissione comincia a vivere proprio attraverso questo improvviso viaggio lungo le infinite strade americane.

Durante il loro cammino, le due incrociano gli uomini più disparati, quasi sempre scorretti e violenti nei loro confronti. Dal volgare camionista che urla sconcezze al severo poliziotto che interrompe la loro fuga, passando per il giovane autostoppista interpretato da Brad Pitt, sex symbol e truffatore allo stesso tempo, ogni avvenimento sembra remare contro alla voglia di libertà delle due protagoniste.

Un road movie corrosivo e ribelle

Thelma & Louise

Paradossalmente, l’unica persona che cerca di stabilire un contatto umano con loro è colui che ha il compito di inseguirle e fermarle, cioè l’ispettore Hal Slocumb (Harvey Keitel). Ma non basta per fermare una valanga che travolge tutto e tutti, diretta irrimediabilmente verso il punto di non ritorno. Dopo diverse ore e centinaia di chilometri, le due giovani donne di provincia si sono definitivamente trasformate in due temibili fuorilegge, che non avrebbero sfigurato nel Far West.

Con un intero esercito alle spalle, Thelma e Louise si ritrovano infine davanti a uno dei panorami più affascinanti e suggestivi del globo, il Grand Canyon. Solo due alternative a loro disposizione: la resa, con un conseguente ritorno a una versione decisamente peggiorata della loro vecchia vita, o uno struggente ed epico salto a tutta velocità verso l’infinito, capace di fermare nel tempo il loro coraggioso percorso di rivolta e autodeterminazione. «Non torniamo indietro», dice Thelma. «Sei sicura?», risponde Louise.

E in quella stretta di mano verso quella che non è una mera autodistruzione, ma un rifiuto verso ogni tipo di resa e compromesso, ci sono anche tante donne di oggi, ancora in attesa di un’occasione, di un colpo di fortuna, di una fuga o di qualsiasi altra cosa possa aiutarle a esprimersi e a cercare la propria strada. Ed è giusto che nell’ultima inquadratura quella Ford Thunderbird non cada, ma rimanga sospesa nel vuoto, con lo sfondo bianco a rendere sospeso ed etereo l’epilogo di un film straordinario, che ancora oggi continua a ispirarci.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button