fbpx
too good to go

Too Good To Go lancia #IlCiboNonSiButta contro lo spreco alimentare


Too Good To Go, l’app contro gli sprechi alimentari, apre il 2020 con l’obiettivo di intensificare le sue azioni rivolte alla sensibilizzazione e informazione sul tema della lotta al “cibo buttato”. In occasione della Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare, Too Good To Go lancia la campagna #IlCiboNonSiButta. L’intento è di raccontare l’impegno per l’ambiente e il cibo sia online che nelle scuole.

Too Good To Go: l’hashtag per sensibilizzare allo spreco alimentare

Aumentare la consapevolezza, l’attenzione e l’informazione del pubblico per combattere gli sprechi. Con questo obiettivo oggi 5 febbraio, nell’ambito della Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare, Too Good To Go promuove la campagna di sensibilizzazione #IlCiboNonSiButta. Un messaggio semplice e chiaro su cui fin dall’inizio si è basato il progetto e che sarà al centro delle attività previste per il 2020.

L’intento è quello di coinvolgere il maggior numero di persone, informandole in primo luogo sulla problematica sprechi. Inoltre, lanciando una call to action, si invita utenti, aziende, associazioni, scuole e cittadini a condividere e raccontare sui social networks le proprie azioni contro lo spreco. Il tutto accompagnate dall’hashtag dedicato #IlCiboNonSiButta, per entrare a far parte della rete sempre più estesa di Waste Warriors.

too good to go #ilcibononsibutta

Too Good To Go: contrastare lo spreco a partire dai giovani

Ogni anno in Italia 15 miliardi di euro di cibo vengono sprecati, di cui 13 miliardi dovuti alla sfera quotidiana: una catastrofe in termini economici, etici e ambientali”, dichiara Eugenio Sapora, Country Manager di Too Good To Go. “È quindi fondamentale approfittare di giornate importanti come questa per puntare sull’informazione e la prevenzione. Partendo dalle nuove generazioni, che rappresentano i consumatori e i ristoratori del futuro”.

Infatti è proprio dalle scuole che Too Good To Go inizierà un’azione concreta contro lo spreco grazie ad una serie di laboratori antispreco a tema #IlCiboNonSiButta, declinati a seconda dei vari contesti di intervento e in grado di spiegare in parole semplici e chiare come lo spreco impatti e influisca sulla vita di tutti. Tra i primi a partecipare, l’Istituto professionale servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera Carlo Porta di Milano.

#IlCiboNonSiButta: i big che hanno aderito

Tante le celebrità che nel mondo dei social hanno già aderito alla campagna. Tra cui le community appartenenti al mondo food come Sonia Peronaci e Al.ta Cucina. Non sorprende l’impegno di Camilla Boniardi, conosciutissima come @camihawke, che ha spesso condiviso con i suoi followers riflessioni e progetti legati alla sostenibilità. Anche Federica Brignone, campionessa olimpica sensibilissima alle tematiche ambientali ha aderito alla campagna. Si uniscono Mirko Alessandrini (in arte Cicciogamer89), seguitissimo gamer, e Wilma Faissol Facchinetti, impegnata quotidianamente nel combattere lo spreco. L’obiettivo comune è quello di trasmettere l’idea che tutti, con un piccolo gesto, possano dare il proprio contributo per combattere gli sprechi alimentari.

View this post on Instagram

Domani è la Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare, e noi di @al.ta.cucina abbiamo deciso di aderire alla campagna #ilcibononsibutta di @toogoodtogo.it , l’app contro lo spreco alimentare 👊 Abbiamo preso il pane raffermo, l'alimento che noi tutti sprechiamo di più, e lo abbiamo trasformato in un piatto squisito: spaghettoni con cozze, pomodorini e salsa di pane! 😋 Se replichi la ricetta, condividi la foto del tuo piatto con l'hashtag #ilcibononsibutta e i tag @al.ta.cucina e @toogoodtogo.it 👌 La ricetta, come sempre, la trovate qui sotto o su altacucina.co (link in BIO) 🤤 INGREDIENTI (per 4): 400 g di spaghettoni 1 kg di cozze 2 spicchi d’aglio q.b. di olio evo 250 g di pomodorini pachino q.b. di prezzemolo tritato q.b.di sale q.b. di pepe 1 scalogno 350 g di pane raffermo 40 ml di vino bianco PROCEDIMENTO: Dopo averle pulite accuratamente, mettere le cozze in una pentola con un filo d’olio e un mestolo d’acqua; coprire con un coperchio e far aprire. Lasciare intiepidire le cozze poi sgusciarle e filtrare il liquido di cottura che andrà tenuto da parte. Rosolare lo scalogno tritato con un filo d’olio, il timo e un pizzico di pepe; aggiungere il pane raffermo precedentemente fatto tostare in forno per una decina di minuti, sfumare con il vino bianco. Aggiungere 1 o 2 mestoli di liquido delle cozze e frullare tutto fino ad ottenere una salsa; aggiustare eventualmente di sale. Tagliare a metà i pomodorini e cuocerli in padella con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio per qualche minuto. Aggiungere gli spaghettoni cotti al dente, le cozze sgusciate, la salsa di pane e il prezzemolo tritato; mantecare tutto per bene e servire ancora caldo! 😍 #altacucina #ItaliansDoEatBetter #videoricette #ricetta #cucinaitaliana #pasta #pastaaddict #primipiatti #ricettesemplici #ricetteveloci #adv #primipiattipesce #toogoodtogo

A post shared by Al.ta Cucina (@al.ta.cucina) on

Anche Carrefour Italia, uno dei primissimi sostenitori di Too Good To Go al suo arrivo in Italia, ha deciso di aderire alla campagna di sensibilizzazione. Oggi 5 febbraio, nei Carrefour Market di nove città italiane (Milano, Roma, Torino, Napoli, Caserta, Benevento, Avellino e Salerno) verranno distribuiti dei flyer informativi sulla tematica “antispreco”, riportanti una ricetta speciale elaborata da Al.ta Cucina, una delle pagine social più autorevoli in ambito food.

Sempre il 5 febbraio, infine,  gli esperti di Too Good To Go saranno ospiti di Wise Society, all’interno del master del Politecnico di Milano “Brand Extension: from Design To Business”, per una lezione dedicata all’anti-spreco.


Sara Grigolin

author-publish-post-icon
Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link