fbpx
News

Un corto dei fratelli Lumière è stato portato a 4K grazie ad una rete neurale

Denis Sexy IT, nome d’arte di Denis Shirayev, ha attirato l’attenzione dei media caricando sul suo canale Youtube un video molto particolare: si tratta de “L’arrivèe d’un train à la Ciotat” dei fratelli Lumière portato a 4K e 60fps grazie all’utilizzo di una rete neurale. Un utilizzo molto particolare dell’Intelligenza Artificiale che lascia intravedere un nuovo modo di vivere e godere di pezzi di storia cinematografica.

I fratelli Lumière portati a 4K dalla rete neurale

Negli ultimi anni la risoluzione dei video ha fatto dei passi da giganti: ormai in molti hanno a casa una TV capace di riprodurre filmati in 4K, e i primi schermi 8K sono già sbarcati sul mercato. Rimane ovviamente il problema dei contenuti: Netflix e altre piattaforme di streaming già offrono prodotti in UHD, ma che dire di film e serie TV più o meno vecchi? È possibile ‘aumentarne la risoluzione’ in maniera artificiale?

La risposta è , ed è anzi una pratica molto comune, sia a livello di industria cinematografica, dove la maggior parte dei film è girata alla risoluzione di 2K e poi ‘upscaled’ a 4K per il cinema e l’home video, che in locale sulla vostra TV, con chip e software dedicati. È però un’operazione ovviamente più difficile a seconda dello stato e delle condizioni di partenza del filmato.

È per questo motivo che l’upscaling 4K60fps del filmato dei fratelli Lumière tramite una rete neurale ha dell’incredibile, soprattutto nel suo risultato. Il corto in questione, “Arrivo di un Treno a La Ciotat” (L’arrivèe d’un train à la Ciotat; qua sopra potete vedere l’originale) è uno dei film più famosi della storia del cinema: alcune leggende sostengono che i primi spettatori, sorpresi dal livello di realismo, si spaventarono veramente all’avvicinarsi del treno sullo schermo.

I nostri standard di realismo sono ovviamente molto cambiati da allora: ed è qui che ci viene incontro la trasformazione tramite AI apportata da Denis. Sono ovviamente presenti alcuni artefatti e alcune alterazioni, dovute alla creazione di frame fittizi e alla loro espansione alla risoluzione di 4K, ma il risultato è comunque incredibile e affascinante.

Una speranza per altri filmati d’epoca?

Per arrivare a questo risultato, Denis ha utilizzato in particolare il software di image-editing Gigapixel AI, creato da Topaz Labs e capace di ingrandire immagini fino a 600 volte tramite l’utilizzo di reti neurali che ha imparato come ‘ricostruire’ i dettagli mancanti ed evitare di ottenere un’immagine sgranata.

Molto probabilmente, se l’interessa intorno a questo tipo di operazione diventasse abbastanza rilevante, sarebbe possibile sviluppare intelligenze artificiali ancora più adatte a ‘modernizzare’ questi filmati d’epoca, magari anche colorandoli artificialmente. Si tratterebbe di un modo di mantenere fruibili contenuti che altrimenti non sarebbero così ‘attraenti’ per il pubblico moderno, ovviamente in maniera complementare e non sostitutiva ai materiali originali.

OffertaBestseller No. 1
Webcam 1080P Full HD con Microfono, Webcam per PC con Luce...
  • 【Webcam Full HD 1080P per PC】La webcam HD 1080P garantisce un'esperienza video naturale e fluida. Utilizzando un...
  • 【Luce di riempimento a sfioramento regolabile a 3 livelli】ha 3 livelli di luminosità e pulsanti di controllo...
  • 【Riduzione del rumore super fine e messa a fuoco automatica】La webcam ha 2 microfoni doppi incorporati, che possono...
OffertaBestseller No. 2
TP-Link Telecamera Wi-Fi Interno, Videocamera sorveglianza...
  • Hai difficoltà nella configurazione? puoi risolverlo facilmente guardando il video di unboxing e configurazione...
  • Video di alta qualità: visione notturna fino a 8 metri, risoluzione 1080p per immagini nitide e chiare; ottieni una...
  • Rilevazione movimento e notifiche istantanee: ricevi istantaneamente notifiche push dall'app quando viene intercettato...

Giovanni Natalini

Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button