fbpx
CulturaNews

TRIS.2: la scuola a casa per gli studenti con patologie croniche

TRIS.2 è una piattaforma che permette anche a chi non può andare fisicamente a scuola, di seguire delle lezioni

L’istruzione deve essere per tutti e TRIS.2 è una piattaforma che grazie a Fondazione TIM e CNR è in grado di far arrivare la scuola a casa degli studenti con patologie croniche che non consentono loro di frequentare fisicamente una scuola.

TRIS.2: la scuola davvero per tutti

Fondazione TIM, CNR – Istituto delle Tecnologie Didattiche e ANP (Associazione nazionale dei dirigenti pubblici e delle alte professionalità della scuola) si sono uniti per dare vita a TRIS.2, una piattaforma I-MOOC (Interactive Massive Online Open Course).

Si tratta di una piattaforma per la formazione di docenti alla gestione di una classe ibrida inclusiva, che permette di seguire le lezioni agli studenti che, a causa di malattie molto invalidanti, non sono in grado di recarsi fisicamente a scuola.

La sperimentazione di TRIS.2 (che sta per Tecnologie di Rete e Inclusione Socio-educativa) ha coinvolto 4 studenti, 10 classi per un totale di 150 alunni e 112 docenti dando vita ad una nuova forma di partecipazione scolastica.

Il principio è di basarsi su servizi cloud per la condivisione di materiale e l’utilizzo di hardware e software facilmente disponibili nelle scuole e nelle case, come internet, webcam, microfoni e smartphone.

Il test dell’I-MOOC TRIS.2

Il test è stato condotto da 60 docenti selezionati tra 700 facenti domanda.

La piattaforma è gratuita e accessibile, da oggi, a tutti gli insegnanti delle scuole di ogni ordine.

Potranno usufruire di un corso interattivo, certificato con rilascio di crediti e supportato da tutor del CNR-ITD, attraverso interviste, storie e materiali multimediali.

Dal punto di vista strettamente tecnologico, l’I-MOOC di TRIS.2 è basato su un CMS (Course Management System) multipiattaforma e tra circa un anno sarà anche dotato di un Chatbot (risponditore automatico) che durante la fase di test e di quest’anno di avvio, avrà imparato sufficienti nozioni da essere in grado di fornire alcune risposte.

Inoltre, Fondazione TIM e MIUR hanno firmato un accordo tramite il quale il MIUR fornirà il suo sostegno istituzionale per monitorare i risultati, favorire la collaborazione tra le scuole per censire i casi target del progetto e dare una mappa delle pratiche didattiche usate.

Lo scopo è di diffondere il più possibile il progetto TRIS come possibile soluzione per quegli studenti che, per colpa di patologie gravi, non sono fisicamente in grado di raggiungere le aule scolastiche.

Matteo Bonanni

Musicista di professione e malato di tecnologia per indole, mischio sempre musica e tecnologia senza soluzione di continuità perché mi piace circondarmi di cianfrusaglie tecnologiche mentre faccio tutto il resto!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button