fbpx
Ultraspecialisti-emergenza-Tech-Princess

Ultraspecialisti supporta le aree critiche e gli ospedali durante l’emergenza
La prima piattaforma italiana di telemedicina si attiva per dare il suo contributo


La prima piattaforma di telemedicina italiana, Ultraspecialisti, ha deciso di supportare le aree critiche e le strutture sanitarie in collasso durante questa emergenza mondiale: con alcuni ospedali vi è in corso un progetto particolare che prevede proprio l’uso della piattaforma.

Ultraspecialisti in aiuto durante l’emergenza mondiale

I progetti attualmente in corso con gli ospedali prevedono l’utilizzo della piattaforma di telemedicina attraverso la quale gli operatori sanitari gestiscono al meglio le attività di triage virtuale, follow-up e tele-monitoraggio dei pazienti. Le attività sono suddivise in questo modo:

  • Non COVID-19
  • Febbrili o COVID-19 positivi non gravi tali da necessitare assistenza in ospedale o già dimessi
  • Malati cronici a domicilio che necessitano monitoraggio terapeutico

Inoltre continuano le virtual hospital, ovvero attività di assistenza e supporto ai pazienti per le visite specialistiche a distanza. Il servizio di Ultraspecialisti, a causa dell’emergenza, è stato ulteriormente potenziato e le 20 aree patologiche attualmente attive sulla piattaforma cresceranno nei giorni successivi.

La piattaforma conta circa 100 medici attivi, compresi gli specialisti abilitati ad erogare pareri online e gli operatori sanitari dei progetti speciali, realizzati con ospedali o case farmaceutiche. Con tutta la serietà possibile, Ultraspecialisti conferma ancora una volta il suo impegno a favore delle persone che hanno necessità di un parere medico da parte di uno specialista qualificato.


Veronica Ronnie Lorenzini
Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.